Ripple si espande in Asia, ma arriva il pericolo Libra

SBI-Ripple Asia, che è una joint venture formata da SBI Holdings e la società Ripple, sta espandendo la propria rete in Asia. La grande moneta digitale della Corea del Sud, Coinone, si è recentemente unita a RippleNet.

I dati della Banca Mondiale hanno indicato che i flussi di rimesse dalla Corea del Sud sono aumentati costantemente negli ultimi 10 anni.

Coinone gestisce oltre $ 97 milioni in transazioni al giorno. Per una grande esposizione in Asia, SBI-Ripple Asia sta cercando di costruire una piattaforma blockchain per facilitare le rimesse internazionali che consente trasferimenti più veloci ed economici.

SBI Holdings, a volte indicato come Strategic Business Innovator Group, è un gruppo di società di servizi finanziari con sede a Tokyo, in Giappone.

Le aziende e le società del gruppo sono detenute principalmente da SBI Holdings. Il gruppo gestisce anche la SBI Graduate School, una business school e una fondazione di beneficenza per bambini. Il GruppoBI cominciò nel 1999 come SoftBank Investment, come sussidiaria di Softbank all’epoca.

SBI è quotata alla prima sezione degli Osaka Securities Exchange e Tokyo Stock Exchange. Dall’aprile 2011, SBI Holdings è quotata a Hong Kong sotto forma di ricevute di deposito di Hong Kong (HDR) con codice 6488.

A ottobre 2018, SBI ha realizzato un fatturato operativo di 52,9 miliardi di yen, che a sua volta è aumentato del 24,6% su base annua. Ciò ha aumentato le entrate operative nette della società del 17,7 percento. E i proventi operativi sono aumentati del 21,8% rispetto alla prima metà del 2017.

Il 27 aprile 2011, SBI Securities, una divisione della SBI Holdings, ha accettato di acquisire una quota del 25 percento in titoli PT BNI Securities, una società controllata da Bank Negara Indonesia per 1,1 miliardi di Rp ($ 16,70 milioni).

Altra importante notizia in casa Ripple è il fatto che abbia, in data martedì 18 giugno 2019, annunciato l’acquisto di $ 30 milioni di azioni MoneyGram. Quest’ultima è una nota società per il trasferimento di denaro, già in partnership con la criptovaluta e ha visto le sue azioni salire vertiginosamente del 168%.

L’acquisto è avvenuto con un enorme premio di $ 4,10 per azione, con la possibilità di acquistare altri $ 20 milioni di azioni nei prossimi due anni.

Due belle notizie dunque, che però forse non controbilanciano la notizia del lancio di una criptovaluta (Libra) da parte di Facebook.

Attualmente la migliore soluzione per investire su Ripple è quella di sfruttare le piattaforme per criptovalute regolamentate come 24option (clicca qui per saperne di più).

Ripple, Libra di Facebook danneggerà criptovaluta e sua blockchain?

Come noto, Facebook lancerà nel 2020 la sua criptovaluta: Libra. Nonché un apposito wallet per inviare, ricevere e conservare i relativi token chiamato Calibra. Libra permetterà di inviare denaro anche tramite le app di messaggistica legate al mondo Facebook, ossia Messenger e WhatsApp.

La criptovaluta promette anche di essere molto stabile, e non volatile come solitamente sono le criptomonete. In che modo? Esso sarà legato infatti a un paniere di depositi bancari e titoli di Stato a breve termine per una serie di valute internazionali storicamente stabili. Tra cui il dollaro, la sterlina, l’euro, il franco svizzero e lo yen.

Dietro questa criptovaluta ci sono molti colossi della tecnologia e della finanza (per ora ne sono stati annunciati 28, ma Facebook spera di raggiungerne 100, tra cui Twitter e Google), riuniti sotto la Libra Association. Ecco un elenco diviso per categorie:

  • Circuiti di pagamento: Mastercard, PayPal, PayU (braccio fintech di Naspers), Stripe, Visa
  • Tecnologia e mercati: Booking Holdings, eBay, Facebook / Calibra, Farfetch, Lyft, Mercado Pago, Spotify AB, Uber Technologies, Inc.
  • Telecomunicazioni: Iliad, Vodafone Group
  • Blockchain: Anchorage, Bison Trails, Coinbase, Inc., Xapo Holdings Limited
  • Venture Capital: Andreessen Horowitz, Iniziative innovative, Ribbit Capital, Thrive Capital, Union Square Ventures
  • Organizzazioni non profit e multilaterali e istituzioni accademiche: Creative Destruction Lab, Kiva, Mercy Corps, Women’s World Banking

Tutto ciò deve preoccupare Ripple? Secondo Max Keizer, sì. Libra di Facebook eliminerà la necessità di centinaia di altcoin, incluso l’XRP, secondo l’analista crittografico. In un tweet del 7 giugno, ha detto: “L’apocalisse altcoin è vicina. Questo spingerà il prezzo di Bitcoin più in alto, mentre BTC compete con l’oro, non con le monete fiat “. Anche le operazioni di criptazione dei pagamenti potrebbero essere spazzate via, ha aggiunto.

Ma non solo Keizer. “Libra è il cavallo di Troia che porterà all’adozione di blockchain alle masse”. A dirlo è José Maria Macedo, Capo Consulente presso la società di consulenza blockchain, AmaZix, in una intervista a Coin Rivet il mese scorso. I 2,4 miliardi di utenti mensili di Facebook saranno in grado di cambiare dollari e altre valute internazionali in monete digitali, che potrebbero poi essere utilizzate per effettuare pagamenti o trasferire denaro senza bisogno di un conto bancario. Facebook sta cercando di metterlo in atto in una dozzina di paesi entro il primo trimestre del 2020.

E il gigante dei social media vuole iniziare a testare Libra già entro la fine di quest’anno. Mark Zuckerberg ha parlato con il governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney riguardo alle opportunità e ai rischi coinvolto nel lancio di una criptovaluta. La sua azienda ha anche chiesto consigli su questioni operative e normative da parte di funzionari del Tesoro degli Stati Uniti. Quindi, prima di muoversi in questo percorso, Zuckerberg ha prima studiato bene gli effetti di un siffatto cripto-progetto.

“Attraverso Facebook e Whatsapp, potenzialmente centinaia di milioni di persone useranno Libra. Ha il potenziale per essere più grande del dollaro USA in termini di numero di utenti”, ha affermato Macedo.

“Mark Zuckerberg ha guardato oltre il clamore e ha visto il potenziale delle criptovalute per il trasferimento dei pagamenti a basso costo e affidabile transfrontaliero. Le startup sono destinate a trasformare le industrie dal settore bancario alla catena di approvvigionamento. Le aziende grandi e piccole, come Facebook, stanno studiando come blockchain possa aiutare la loro attività in questa nuova era digitale, e siamo solo all’inizio del viaggio di questa nascente industria “, ha aggiunto.

Oliver Woodhouse, avvocato presso una società di servizi finanziari di Capital Law, ha convenuto che questa è la grande occasione per introdurre miliardi di persone a tecnologie innovative ed emergenti che hanno il potenziale per rivoluzionare il mercato dei pagamenti e delle rimesse; in particolare nelle aree più arretrate del mondo, dove le persone potrebbero non essere in grado di aprire un conto bancario, ma altrimenti hanno accesso a Internet e un account di social media.

Quindi cosa significa questo da un punto di vista normativo? Lo spazio criptoasset è un’area fluida che si sta continuamente sviluppando in tutto il Mondo.

Nel Regno Unito, ad esempio, FCA, HM Treasury e Bank of England si stanno consultando sul trattamento regolamentare dei criptoassets e stanno esaminando se sia necessario un cambiamento legislativo.

“In effetti questo può portare una gamma più ampia di criptoassets nello spazio regolamentato (quindi oltre quelli che avere caratteristiche degli strumenti finanziari regolamentari esistenti); tuttavia, i player principali del settore ritengono che le decisioni normative siano state lente a svilupparsi in molte giurisdizioni “, ha affermato Woodhouse.

“Ma le potenziali opportunità offerte dal lancio di Libra nel 2020 per esporre miliardi al settore dovrebbero, auspicabilmente, incoraggiare ulteriormente i legislatori a livello globale a fornire chiarezza sul trattamento della nuova classe di attività a un ritmo più veloce.”

Alla luce di ciò, c’è il rischio per tutte le criptovalute, e quindi non solo Ripple ma compreso il Bitcoin, che Libra le spazzi via. Proprio perché stabile ed utilizzabile sui canali Social già ben consolidati da tempo (non solo Facebook, ma anche WhatsApp e Messenger. E chissà, forse anche Instagram, pure di proprietà di Zuckerberg). Ciò potrebbe essere anche un freno per la corrente rialzista che ha ripreso a spingere le criptovalute da inizio anno.

Attualmente ecco la quotazione di Ripple :

Altre piattaforme per investire in Ripple

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY