Rendimax e banca Ifis sono sicuri? Opinioni dal web a riguardo

Il conto deposito Rendimax di Banca Ifis ha scatenato nei piccoli risparmiatori l’esigenza di ricercare su google la keyword “opinioni rendimax 2017”, proprio per scoprire e avere una maggiore certezza sull’efficienza operativa di questi conti, se funzionano veramente come hanno sentito dire.

E’ sicura banca Ifis?

Questa è la domanda essenziale e primaria che sorge in testa a chi è disposto ad investire i propri risparmi. Il timore più grande è che ci sia la possibilità di bail-in, ossia che nel caso in cui la banca dovesse trovarsi in grosse difficoltà, allora per salvarsi, potrebbe attingere ai conti degli azionisti, obbligazionisti e concorrentisti. La paura allora è che si possa andare ad aprire il proprio conto deposito Rendimax e non trovare più alcun risparmio. Tuttavia, banca Ifis ha reso ben chiaro sul suo sito web www.bancaifis.it, che fa parte del Fondo Interbancario Tutela Depositi. Per cui, i conti fino a 100.000 euro risultano tutelati anche in caso di fallimento. rendimax

Quali offerte sul sito rendimax?

Già aprendo il sito www.rendimax.it possiamo trovare una mega offerta scritta a caratteri cubitali e colorata di un rosso accesso che ci indica come entro il 25 novembre 2016 se apriamo un conto vincolato per 18 mesi, possiamo ottenere un interesse del 2 per cento. In più troviamo la seguente dicitura:

rendimax può essere alimentato attraverso un conto di pagamento predefinito: è sufficiente collegare il conto a rendimax e versare le somme attraverso un bonifico. Esse saranno depositate su Libero, e da qui sarà possibile scegliere se vincolarle, alimentare Like o mantenerle libere. Gli interessi vengono accreditati trimestralmente (o in anticipo nel caso di Vincolato First) su Libero e da qui è possibile prelevare le somme attraverso un bonifico verso il conto di appoggio o utilizzando la carta di pagamento gratuita rendimax.

Al di là di ciò, quello che più “inquieta” è la struttura del sito web che non ha per niente le parvenze e una comunicazione visiva che emana sicurezza come quella dei siti istituzionali di altri istituti bancari. Anzi, il sito stesso sembra essere fatto semplicemente in wordpress. Ogni conto può essere aperto direttamente online “paperless”, come viene più volte sottolineato nello stesso portale online, semplicemente possedendo le classiche informazioni utili per una registrazione.

Rendimax Libero: altra offerta che permette di generare una rendita dello 0,75% annuo. Gli interessi maturano quotidianamente e vengono accreditati ad ogni trimestre. In questo caso i rendimenti non sono così elevati, ma permettono di svincolare il capitale con una maggiore elasticità.

Rendimax like: dal nome stesso ci lascia intuire come sia direttamente collegata ai social, infatti è da lì che è nata. Rendimax like permette a partire da un conto di appena 1000 euro, di ottenere un rendimento del 1,05% La particolarità del conto è che non ha scadenza predefinita, ma questa viene scelta dal cliente stesso. Diciamo che in linea teorica può essere considerata come “illimitata”.

Costi: rendimax non presenta alcun costo di apertura, gestione o chiusura. E’ quindi completamente gratuito e anche l’imposta di bollo è carico di Banca IFIS per tutto il 2016.

Sicurezza: Banca IFIS vanta un elevato indice di solidità (CET 1 ratio), pari al 15,8%. Inoltre il FITD garantisce le somme sino a 100.000 euro per cliente.

  • infopisa

    il sito non è forse sviluppato in WordPress il sito web è sviluppato in WordPress
    e non ci trovo nulla di male, hanno inserito molti accorgimenti per la security …
    ps: non è l’unico nuovo sito web di istituto bancario fatto in wordpress …

    l’home banking non è sviluppato in WordPress, ma con il framework open source Ruby on Rails

  • Professor Morris

    Secondo me, proprio perché il sito di Banca IFIS non ha le “parvenze” di un sito “Istituzionale” indica che Banca IFIS è diversa; Non è una super/mega istituzione burocratica, e usa intelligentemente le sue risorse. Basti informarsi sul valore del titolo e la storia della continua crescita di Banca IFIS per vedere la solidità di questa bella azienda.