Prezzi Benzina In Aumento Per Colpa Del Fisco

I prezzi della benzina sono in aumento, come lo scorso anno in vista dell’estate, anche quest’anno ci saranno degli incrementi di costo, ma tutto questo per quale motivo? Pare che il carico fiscale peserà sulle grandi imprese petrolifere e le conseguenze saranno inevitabili: prezzi in aumento.

La benzina aumenterà. Parola di Alessandro Gilotti, presidente dell’Unione petrolifera. Una situazione che, in realtà, suona un po’ come un deja vu: ogni estate, prima delle grandi partenze, il prezzo del petrolio lievita considerevolmente. Secondo Gilotti, però, questa volta è diverso: questo innalzamento è dovuto al fisco.

Già, perchè secondo il presidente dell’Unione Petrolifera, il problema relativo all’elevato carico fiscale sui carburanti si ripercuoterà fino al 2021. Ricordiamoci infatti, che oggi questo si aggira intorno al 60% del prezzo finale. Gilotti, a questo proposito, ha ricordato come l’aumento dell’Iva e delle varie coperture possono portare ad un aumento finale (calcolato fino al 2021)  pari a 3 miliardi, ovvero a circa 12-14 centesimi al litro.

Insomma, una situazione sempre più preoccupante. Eppure, Gilotti assicura che i prezzi della benzina in Italia sono ormai allineati a livello europeo. Ciò che manca,  in realtà, è una struttura adeguata inerente proprio la rete di carburanti. Dal 2007 ad oggi ci sono state 1500 chiusure di impianti, e il mercato si è fatto molto più aperto e concorrenziale. Eppure, ciò non è sufficiente per il nostro paese.

Il numero totale degli impianti rimane comunque troppo alto, e i costi di gestione in alcuni casi possono diventare insostenibili. A questo proposito, l’Unione petroliferi in accordo con i gestori, ha inviato al Mise una proposta di razionalizzazione.Se sia sufficiente o meno lo scopriremo solo nelle prossime settimane.

Sul web, nel frattempo, i commenti sono ovviamente esplosi: molti contestano il fatto che i prezzi dei carburanti italiani non siano assolutamente equiparabili a quelli europei, ci sono grandissime differenze già dai confini. In fondo, basta andare nella vicina Slovenia per fare un pieno a prezzi decisamente inferiori.

Molti altri internauti, invece, hanno evidenziato come le numerose accise gravano fortemente sul prezzo del carburante. Insomma, gli italiani devono nuovamente arrendersi all’evidenza: quest’estate il prezzo della benzina è destinato a salire inesorabilmente. Come la prenderanno? Staremo a vedere la reazione degli italiani a questo caro del carburante, come si muoveranno e se sceglieranno dei mezzi alternativi per circolare in città o per andare in vacanza.