Previsioni Criptovalute fine Maggio 2018: Bitcoin, Ethereum, Ripple e le altre

Quali sono le previsioni delle criptovalute per maggio 2018? Quali sono le previsioni su Bitcoin per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su Ethereum per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su Ripple per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su Litecoin per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su Cardano per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su Stellar Lumens per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su NEO per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su EOS per fine maggio 2018? Quali sono le previsioni su IOTA per fine maggio 2018? Lo vediamo in questo articolo.

Del resto, le criptovalute sono nate per essere un mezzo di pagamento innovativo alternativo alle valute FIAT tradizionali. Tuttavia, date le loro alte performance, sono diventate anche un interessante asset su cui investire. Pertanto, i trader sono interessati a capire quali sono le previsioni future per comprendere in anticipo su quali criptovalute puntare. Del resto, le criptovalute ad oggi sono oltre 1800, sebbene solo una ventina tra essere siano quelle su cui vale la pena investire.

Bitcoin previsione fine maggio 2018

Qual è al previsione su Bitcoin per fine maggio 2018? La previsione più alta per fine maggio 2018 proviene da Sergei Logvin, cofondatore di Rocket ICO, a $ 13.000. Per quanto riguarda le prestazioni in generale del 2018, anche qui Logvin prevede il valore più alto di $ 50.000 entro il 31 dicembre.

La previsione più bassa dell’anno di $ 10.000 proviene da Clayton Daniel, fondatore di fintech su sproutsuper.com.au, e Susanne Chishti, CEO di FINTECH Circle. Daniel dice “Punto ancora su $ 10.000. L’implementazione Lightning Network è ancora un po’ lontana, e non mi sento ancora di puntare su Bitcoin Cash, anche se le cose stanno iniziando a migliorare un po’.”

Da qui, possiamo calcolare la capitalizzazione di mercato stimata per il 31 dicembre 2018. Sulla base delle previsioni degli esperti, entro il 31 dicembre, la capitalizzazione prevista per il bitcoin entro la fine del 2018 si attesta a $ 406,1 miliardi.

Abbiamo assistito a un’enorme volatilità di BTC nei primi quattro mesi del 2018, da oltre $ 14.000 al 31 dicembre a meno di $ 7.000 entro il 31 marzo 2018, con un calo di oltre il 50%. Il lato della domanda sarà guidato dalla facilità di utilizzo della spesa BTC (cioè il numero di trader che accettano BTC come pagamento), miglioramenti della nuova tecnologia applicata alla rete BTC e nuova domanda da parte dei primi utenti nello spazio di investimento istituzionale. Non correlato ai movimenti dei prezzi di BTC, la tecnologia sottostante chiamata blockchain continuerà ad aumentare significativamente in importanza nel settore dei servizi finanziari.

Bitcoin è il principale punto di ingresso per l’economia digitale, e questa tendenza continuerà per tutto l’anno incorso ed oltre. Questo ci consentirà di osservare la crescita della domanda di bitcoin. Almeno, questo è ciò che ora osserviamo nel mercato OTC. Se gli scambi di criptovaluta mostrassero l’intero mercato OTC, allora potremmo vedere un prezzo di $ 50.000 o più per un bitcoin. L’economia digitale è un settore innovativo, ad alta tecnologia e in rapida crescita, che è appena iniziato. Lei continuerà a crescere, aumentando la sua importanza sulla scena mondiale.

In questi primi mesi dell’anno abbiamo assistito ad un aumento positivo dei prezzi del bitcoin, ma c’è ancora una debolezza intrinseca associata al divieto di pubblicità da YouTube, Facebook e Twitter per gli ICO. C’è stato anche FUD sostanziale negli ultimi quattro mesi, che ha soppresso i prezzi. Una volta che abbiamo una chiara linea di vista del panorama normativo, il prezzo probabilmente (e lentamente) migliorerà.

Dunque, fine maggio non dovrebbe comportare grandi sorprese per il Bitcoin. In calo dal 6 maggio, quando aveva toccato 9600 dollari. Mentre nel momento della scrittura viaggia sugli 8200 dollari. Ma sembra trovare resistenza sugli 8500 dollari da diversi giorni. Dunque difficilmente vedremo il suo prezzo sforare quel livello.

Bitcoin Cash previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su Bitcoin Cash per fine maggio 2018? Alla fine del 2018, si prevede che il prezzo medio di Bitcoin Cash aumenti del 174%. La previsione più alta arriva da Brad Yasar, CEO di Krowd Mentor, che prevede un aumento di $ 5.000. Al contrario, Daniel prevede la previsione più bassa di $ 1.500 entro la fine dell’anno. Egli asserisce: “Questa è solo una decisione difficile. Bitcoin Cash risolve davvero il problema dell’utilizzo di crypto come valuta, ma tutto si riduce a chi punta al mercato di massa. BCH è stato ampiamente ignorato da gennaio, il che non promette nulla di buono. Ho dato un leggero aumento alla fine dell’anno, in quanto aumenterebbe naturalmente di valore se i soldi tornassero in cripto, come tende ad accadere più avanti nell’anno.”

L’ammontare di Bitcoin Cash dovrebbe diffondersi entro la fine dell’anno a 17.542.275. Ciò ci consente di calcolare la capitalizzazione di mercato per il 31 dicembre 2018. Sulla base delle previsioni entro il 31 dicembre, il market cap previsto per Bitcoin Cash entro la fine del 2018 è di $ 64,9 miliardi.

Bitcoin Cash ha finora seguito le tendenze BTC e probabilmente continuerà a farlo anche per il resto del 2018.

Nel momento in cui scriviamo, Bitcoin Cash si attesta sui 1.167,28 dollari. E’ in calo costante dal 7 maggio, con una leggera ripresa il 22 maggio. Come il Bitcoin, non dovrebbe far registrare particolari trend rialzisti.

Cardano previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su Cardano per fine maggio 2018? La previsione più ottimista prevede un aumento dei prezzi del 597% entro la fine dell’anno. Fred Schebesta, cofondatore di finder.com e HiveEx.com, prevede che varrà un alto $ 3,75 entro la fine dell’anno. Al contrario, Joseph Raczynski di Joetechnologist.com detiene il più basso pronostico di $ 0,55, dicendo: “Questo è coerente con il flusso del mercato. Se ci alziamo, questo seguirà. L’ADA a lungo termine potrebbe essere un muovo ETH.”

Gli obiettivi di Cardano sono ambiziosi. Ma una volta superati gli ostacoli, potrebbe spiccare il volo. C’è infatti molto ottimismo intorno a questa criptovaluta e alla tecnologia che gli sta dietro. Cardano ha bisogno di trovare un utilizzo più diffuso per aumentare la propria velocità e circolazione, e ci sono alcuni progetti che verranno lanciati nel 2018 in tal senso.

Nel momento della scrittura, Cardano vale 0,23 dollari. Dopo aver toccato i 0,40 dollari il 3 maggio, ha intrapreso una inesorabile discesa con qualche sussulto a metà mese. Cardano è un progetto a lungo termine, che va anche oltre tutto il 2018.

Ethereum previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su Ethereum per fine maggio 2018? Entro la fine dell’anno, il prezzo di Ethereum è previsto in aumento del 108%. La previsione più alta per il 31 dicembre 2018 proviene da Alisa Gus, CEO di WishKnish, al prezzo di $ 2100. Dice: “Penso che Casper aggiungerà la velocità necessaria alla catena. E sebbene non sia ancora privo di problemi, posso ancora vedere questa moneta superare il massimo dello scorso anno.”

Nonostante le sue previsioni positive, Tim Lea, CEO di REFFIND, prevede il più piccolo aumento di $ 750 entro il 31 dicembre 2018. Dice “Più a lungo termine, penso che l’ETH affronterà ostacoli di altre criptovalute che hanno una migliore scalabilità e la stessa metodologia di contratto intelligente.”

Il numero di Ethereum che si prevede di far circolare entro la fine dell’anno è 104.430.213. Sulla base delle previsioni entro il 31 dicembre, il market cap previsto per Ethereum entro la fine del 2018 si attesta a $ 135,3 miliardi.

Ethereum, tecnicamente parlando, ha uno dei casi di utilizzo più evidenti di tutte le altre criptovalute fino ad oggi. Il problema è, tuttavia, la quota di mercato che è sempre posta sotto attacco dalle più recenti tecnologie in stile piattaforma. C’è un forte limite per Ethereum basato esclusivamente sull’accesso a Coinbase per acquisirla. E credo che Ethereum abbia buone possibilità di rimanere rilevante, ma devono stare attenti.

Quando Caspar riuscirà a trasformare Ethereum in una piattaforma di prova di gioco, la vedremo crescere in popolarità. A meno che la SEC non classifichi ETH come security, questa potrebbe correre ancora Se viene etichettata come security, invece, rischia di fermarsi. Quello sarà un impatto temporaneo, ma comunque grande.

Il regolatore statunitense ritiene che, considerato l’utilizzo dei fondi per sviluppare la piattaforma Ethereum, la vendita degli ether si è sostanziata in una vendita di prodotti finanziari.

A maggior ragione perché, verosimilmente, molti investitori avrebbero acquistato i token speculando sul futuro apprezzamento.

La qualificazione di ether in termini di security implica, in base alle leggi federali statunitensi, che avrebbe dovuto essere registrato presso la SEC (Securities and Exchange Commission) nel 2014, prima dell’alienazione agli investitori USA.

L’ex chairman della CFTC (Commodity Futures Trading Commission), Gary Gansler, in un discorso di fine aprile, infatti, ha dichiarato che ether potrebbe essere una security “noncompliant”. A suo avviso, Ethereum potrebbe rientrare nei termini dell’Howey Test. Si tratta di un precedente legale che fissa dei criteri per determinare se un asset è classificabile o meno in termini di security.

L’Howey Test riconduce uno strumento alla categoria delle secutiries se sussistono determinate caratteristiche. Ad esempio, i profitti devono dipendere dall’attività di una terza parte o lo strumento deve rappresentare un investimento in un’impresa, che in questo caso sarebbe la Fondazione Ethereum.

Al contrario, attualmente, la CFTC considera il bitcoin una commodity, non soggetto quindi alle regole definite dalla SEC.

A lungo termine, Ethereum affronterà ostacoli di altre criptovalute che hanno una migliore scalabilità e la stessa metodologia di contratto intelligente. I rendimenti ICO sono stati deboli negli ultimi quattro mesi e, con la mancanza di pubblicità per gli ICO, la domanda di Ethereum si attenuerà. Secondo Tim Lea, in assenza di casi d’uso notevoli, Ethereum ha probabilmente visto il meglio della sua crescita a meno che non solleciti un cambiamento radicale.

Egli vede le società sul mercato (dove il denaro effettivamente esiste) che si sta avvicinando ai player affermati nel mercato: IBM, Microsoft e più recentemente Oracle. Mentre ConsenSys, la divisione commerciale di Ethereum, continua a fare bene. Ma si attende soprattutto l’implementazione con Casper. Quest’ultimo aggiungerà la velocità necessaria alla blockchain. E sebbene non sia ancora privo di problemi, è probabile che questa criptomoneta supererà il massimo dello scorso anno.

Nel momento della scrittura, Ethereum si trova sui 684,00 dollari. Dopo un crollo a 679 dollari il 12 maggio, ha toccato 713 il 16 maggio per poi subire una leggera flessione. Rispetto ad altre cripto fino a qui esaminate, comunque, è quella che ha mantenuto una maggiore stabilità nel mese di maggio. Resta comunque l’incognita SEC e la speranza Casper.

EOS previsione fine maggio 2018

Entro la fine dell’anno, si prevede che il suo prezzo aumenterà del 106%. Yasar prevede che EOS salirà fino a $ 50 entro la fine del 2018, mentre Lea offre il più basso pronostico a $ 13. Yasar afferma che EOS è “molto promettente” e che ci sono “risultati da vedere dopo il suo lancio su mainnet”. Viceversa, Lea afferma di essere stato “prudente nella sua previsione di fine anno riflettendo sulle condizioni di mercato dell’orso”.

Tuttavia, riconosce che “con il miglioramento della tecnologia EOS, potremmo vedere un aumento dei prezzi più alto. “Sedendosi nel mezzo con una previsione di $ 30, Gus dice “È quello che viene salutato come il nuovo Ethereum. E con così tanti pesi massimi che gettano il loro peso dietro di sé, ci si deve fidare che sarà all’altezza del suo clamore”.

La piattaforma è ancora in fase di sviluppo, ma il potenziale è sotto gli occhi di tutti. Diventerà grande quando verrà lanciato il mainnet. EOS è come una stella splendente che si caratterizza per la sua grande capacità di recupero. Quando il mercato maggiore si sposta, EOS tende a guidare le altre.

EOS continua a essere solida rispetto ai suoi pari nel mercato delle criptovalute. Sono focalizzati al laser sulla scalabilità, il principale problema del settore. I loro fondi di rischio associati al loro sostanziale aumento di ICO hanno permesso di lavorare sulla tecnologia, ma anche dell’impegno della comunità. Con il miglioramento della tecnologia EOS, abbiamo potuto vedere un aumento dei prezzi più alto.

Nel momento in cui scriviamo, EOS sfiora i 13 dollari, in calo dopo aver sfiorato i 14 dollari il 20 maggio. Per fine maggio potrebbe comunque tornare saldamente sopra i 13 dollari. Come per Cardano, anche qui parliamo di una criptovaluta che dirà la sua oltre il 2018.

IOTA previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su IOTA per fine maggio 2018? La previsione più ottimista su IOTA è di Clayton Daniel, di Sproutsuper, che dà la criptovaluta sui $ 5,00 alla fine del 2018. Dice: “IOTA è la valuta di scambio per l’Internet delle cose. Con Power Ledger che ha appena firmato un accordo a Melbourne, posso vedere gli usi reali di questa tecnologia che entrano in gioco a breve. E come normale che sia, qualcuno vorrà essere pagato. IOTA si è posizionata perfettamente per questo.”

Nel momento della scrittura, IOTA vale 1,70 dollari. Anche essa è in calo da inizio maggio, per poi riprendersi a metà maggio e riprendere il ribasso. E pensare che questo mese era iniziato in maniera scoppiettante, con quota 2,5 dollari. Che difficilmente sarà di nuovo raggiunta in meno di 10 giorni.

La differenza principale che vale la pena menzionare (a parte il DAG rispetto a Blockchain) è come IOTA raggiunge il consenso e come vengono effettuate le transazioni. Come accennato in precedenza, non ci sono minatori. Ciò significa che ogni partecipante alla rete che desidera effettuare una transazione deve partecipare attivamente al consenso della rete approvando 2 transazioni precedenti. Questo attestato sulla validità di due transazioni passate garantisce che l’intera rete raggiunga il consenso sullo stato corrente delle transazioni approvate e abilita una varietà di caratteristiche uniche che sono viste solo in IOTA.

IOTA è il pezzo mancante del puzzle per l’economia della macchina a completamente emergere e raggiungere il suo potenziale desiderato. Immaginiamo che lo IOTA sia la spina dorsale pubblica e senza autorizzazione per l’Internet of Things che consente una vera interoperabilità tra tutti i dispositivi.

L’IOTA ha una gamma di funzionalità che sono abilitate in modo univoco grazie alla sua architettura. IOTA può ottenere un elevato throughput delle transazioni grazie alla convalida parallela di transazioni senza limiti per quanto riguarda il numero di transazioni che possono essere confermate in un determinato intervallo. IOTA non ha commissioni di transazione.

Ogni partecipante alla rete che sta effettuando una transazione, partecipa attivamente al consenso. In quanto tale, IOTA è più decentralizzato di qualsiasi Blockchain. IOTA ha utilizzato una funzione di hash trinario di nuova progettazione chiamata Curl, che è immune da quantum (firme Winternitz)

Litecoin previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione per Litecoin entro fine maggio 2018? Joseph Raczynski Joetechonologist prevede il più alto aumento di Litecoin a $ 250 entro il 31 dicembre 2018. Egli vede un momento d’argento per le criptovalute, che dovrebbe continuare salvo il caso in cui si facciano avanti.”

Clayton Daniel e Tim Lea prevedono entrambi che Litecoin raggiunga i 200 dollari entro la fine dell’anno. Lea dice: “Data la dismissione di Litecoin di Litepay – la loro offerta al dettaglio per l’accettazione dei pagamenti Litecoin, una direzione che invece stanno prendendo tutte le più importanti criptovalute – la proposta di valore per Litecoin è estremamente limitata. Con un mercato debole, nessuna pubblicità ICO e un’adozione generalmente debole della blockchain, sono preoccupato per il posizionamento di Litecoin sul mercato”.

In che modo le persone credono ancora in questa moneta con la vendita del fondatore? Ci sono ancora tante persone che usano questa moneta, ma qual è il caso d’uso? Cosa può fare meglio? Sarebbe sorprendente se questa moneta decollasse, semplicemente perché non ha vantaggi, ma fa tutto leggermente più veloce delle altre.

Litecoin è la promessa tradita delle criptovalute. Primo Hard Fork del Bitcoin consumatosi nel 2012, veniva data come sua erede. In questi anni però non ha fatto balzi in avanti, sebbene sia sempre saldamente tra le prime 5 criptovalute in termini di capitalizzazione di mercato. Tuttavia, ci sono criptovalute come Dash e ZCash che bussano alla porta e sono pronte per il sorpasso.

Il fatto poi che il fondatore Charlie Lee abbia deciso di vendere tutti i token in suo possesso, non getta certo ottimismo sul suo futuro.

Nel momento della scrittura Litecoin vale 133,01 dollari, non riuscendo più a toccare quota 140 dollari da metà maggio. E difficilmente lo farà entro la fine di questo mese.

Monero previsione fine maggio 2018

Entro il 31 dicembre 2018, il prezzo di Monero dovrebbe aumentare in media a $ 433. Sia Daniel che Raczynski prevedono un aumento a $ 500 entro la fine dell’anno. Daniel dice: “Monero ha toccato il fondo un paio di volte, e penso che potrebbe aver trovato la sua stabilità. Questa moneta è la nuova moneta adottata della rete oscura. La privacy è tutto, specialmente nell’era di Facebook. Posso immaginare che Monero andrà molto bene nel prossimo futuro, in quanto la gente capisce che la privacy è un grosso problema”.

Sul tema della privacy, questo è davvero tra i primi due quando si tratta di questo standard. Monero potrebbe quindi giocare su questo aspetto per dire ancora la sua. Tuttavia, questa sua caratteristica potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Il 2018 sarà l’anno della conformità e della regolamentazione in tutto lo spazio della criptovaluta. Come moneta per la privacy, Monero è posizionato nel mirino dei regolatori preoccupati per il finanziamento del terrorismo.

Concentrandosi sulla privacy, si aggiunge al posizionamento negativo dalla prospettiva dei regolatori. Se supportato anche dalla debolezza del mercato tutto intorno, è difficile fare previsioni rialziste su questa criptovaluta.

Rispetto alle criptovalute fin qui analizzate, Monero è in caduta libera dal 24 aprile, quando aveva toccato i 293 dollari. Nel momento della scrittura, vale 196 dollari e tutto lascia presagire che quota 200 resterà una chimera per il resto del mese.

NEO previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su NEO per fine maggio 2018? Si prevede che NEO aumenterà dell’80% entro il 31 dicembre 2018. Daniel è il più ottimista, prevedendo un aumento di valore a $ 160 entro la fine del 2018. Dice che il NEO sta crescendo in popolarità e che “è centralizzato di natura, essendo vista un po’ come “anti-cripto”, ma è focalizzata sulla conformità normativa. Ciò significa che ha la possibilità di essere adottata dal mainstream. Trattandosi di una piattaforma tecnologica simile a Ethereum, mi sento a mio agio con la centralizzazione che si occupa delle società, ma molto meno per quanto riguarda le persone”.

In pratica, per Clayton Daniel NEO potrebbe rivelarsi più la criptovalute preferita dalle società che non dai privati, per il suo inquadramento normativo.

NEO ha il potenziale per essere la piattaforma scelta dalla seconda più grande economia del mondo: la Cina. Ma sta affrontando una severa repressione da parte del governo, e l’intera rete è andata giù lo scorso mese a causa di problemi con un singolo computer.

Nel momento in cui scriviamo, NEO è quotata 50,61 dollari. E’ l’unica criptovaluta ad aver fatto registrare un movimento rialzista nel mese di maggio, raggiungendo quota 55,79 dollari il 21 maggio. Ora è in calo ma potrebbe ancora rivelare sorprese in questo fine mese.

Ripple previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su Ripple di fine maggio 2018? Ripple è l’unica moneta nella Top 12 che si preveda diminuisca entro il 31 dicembre 2018 del 15%. Raczynski ha una previsione positiva, a $ 1,30, ma rimane cauto. Dice “Ripple ha un grosso bersaglio sulla schiena. Un sacco di potenziale, ma le varie agenzie negli Stati Uniti hanno gli occhi addosso. La mossa saggia sarebbe quella di lasciarlo essere così com’è o creare un Safe Harbor (traducibile in porto sicuro), ma questo è soggetto a qualche pena se le regole vengono contro di esso sul tema della sicurezza”.

Ripple ha cementato molte partnership con i servizi finanziari ultimamente, ma con la sua Blockchain, non con il token. E mentre Ripple punta a fare trasferimenti di denaro più velocemente, Stellar Lumens sta eliminando completamente l’intermediazione.

Insomma, Ripple potrebbe ancora una volta deludere le attese. Data da inizio 2018 come la criptovaluta con maggiore potenziale. Ma dopo un effettivo rialzo, è tornata a calare. Nel momento in cui scriviamo, viene data sui 0,67 dollari. L’ultimo momento felice è stato il 6 maggio, quando ha toccato 0,90 dollari. Ma da giorni sta trovando resistenza sugli 0,70 dollari. Questo potrebbe essere il valore massimo che toccherà a fine mese.

Stellar Lumens previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su Stellar Lumens di fine maggio 2018? Entro il 31 dicembre 2018, per Stellar si prevede un aumento del 42% del valore a $ 0,50. Raczynski prevede che Stellar raggiunga il punteggio di $ 0,50, dicendo: “Una adorata cripto, questa potrebbe decollare. Ma anche essa è soggetta alle più grandi tendenze del mercato”.

Attualmente Stellar Lumens viene scambiata a 0,31 dollari. Ma è in calo dal 10 maggio, quando era scambiata a 0,43 dollari, con una breve parentesi di rialzo a metà mese. Fine mese non dovrebbe presentare particolari sorprese. Stellar Lumens è da annoverare tra quelle criptovalute che diranno la loro tra qualche anno.

Come (la maggior parte) tutte le altre criptovalute, Stellar Lumens porta quella bella parola d’ordine che è diventata il marchio di garanzia della tecnologia blockchain: il decentramento. La rete Stellar funziona su una rete di server decentralizzati supportati da un consorzio internazionale di persone ed entità.

Questi server supportano il libro mastro distribuito che tiene traccia dei dati e delle transazioni della rete. In pratica, il protocollo Stellar funzionerà come un PayPal più inclusivo e più flessibile. Per iniziare a utilizzare Stellar, dovrai caricare i fondi su un ancoraggio sulla rete. Proprio come una banca o PayPal, questa ancora tiene i tuoi soldi e rilascia credito al tuo portafoglio virtuale al suo posto.

Tron previsione fine maggio 2018

Qual è la previsione su Tron di fine maggio 2018? Entro il 31 dicembre 2018, il prezzo di Tron dovrebbe aumentare a $ 0,10, come previsto da Raczynski. Dice che mentre è “in conflitto” con Tron, pensa “ha delle capacità al rialzo. Ma personalmente ho bisogno di vedere di più dall’organizzazione per vedere la sua sostenibilità “.

Tron, nel momento in cui scriviamo, viene scambiata a 0,07 dollari, mantenendo una certa stabilità sebbene il mese era cominciato sui 0,09 dollari. Entro fine maggio potrebbe arrivare a 0,08 dollari, ma non riteniamo oltre.

Tron resta comunque la criptovaluta più futuristica. Tron è una piattaforma decentralizzata basata su blockchain che mira a creare un sistema di intrattenimento digitale gratuito e globale con tecnologia di storage distribuita e consente una condivisione semplice ed economica di contenuti digitali.

Tron è stata fondata nel settembre 2017 da un’organizzazione senza scopo di lucro con sede a Singapore chiamata Tron Foundation. È diretto dal CEO Justin Sun e ha un team di sviluppo interno dedicato che include affermati esperti della tecnologia. La sua criptovaluta è Tronix (TRX).

Tron è un’iniziativa ambiziosa che ha allineato molte pietre miliari potenziali negli anni a venire. La sua attuale offerta si chiama Exodus, la piattaforma gratuita adatta alla distribuzione peer-to-peer e all’archiviazione dei contenuti.

Exodus non utilizza attualmente la tecnologia blockchain, ma utilizza uno speciale protocollo di file system basato sul web che supporta un file system distribuito. Questa fase dovrebbe rimanere fino a dicembre 2018. La fase successiva, chiamata Odyssey, è programmata per andare in diretta verso gennaio 2019. L’Odyssey, che sfrutterà il potere della blockchain, comporterà incentivi monetari per promuovere la creazione e l’hosting di contenuti su Tron.

Invece di seguire i metodi tradizionali di tracciamento dei clic e delle visualizzazioni del contenuto a cui si accede, Odyssey intende basare i produttori di incentivi su un metodo che dipenderà dall’interazione dell’utente e dall’impegno con il contenuto. Può essere collegato a un piano di “mance” – qualcosa come una ricompensa basata sulla qualità del contenuto percepito dall’utente. Immaginate di ascoltare un chitarrista con licenza che si esibisce all’angolo di una strada. Ti piace la melodia iniziale e ti avvicini per ascoltare la performance completa. Una volta che il suo atto è terminato, la mancia si adatta al musicista di strada in base a quanto ti è piaciuta la sua esibizione o pagalo di più per continuare a sentire il suo prossimo concerto.

Lo schema di incentivi di Tron potrebbe essere simile, in cui puoi accedere ai rimorchi iniziali più piccoli gratuitamente o con una piccola spesa, e quindi optare per le versioni a pagamento se ti piacciono le anteprime. Le prossime due fasi, chiamate Great Voyage (metà del 2020) ) e Apollo (metà del 2021), dovrebbero permettere ai creatori di contenuti di costruire i loro marchi personali, ottenere la possibilità di emettere singole monete iniziali (ICO) e persino emettere token personali.

Queste fasi successive di Tron saranno simili alle piattaforme di applicazione basate su blockchain in stile Ethereum. (Per ulteriori informazioni, vedi Introduzione a Ethereum Classic.) Tron prevede anche altre due fasi successive, denominate Star Trek (metà 2023) ed Eternity (fine del 2025), in cui i partecipanti saranno in grado di creare il proprio gioco decentralizzato e piattaforme di mercati predittivi, e sarà anche in grado di raccogliere fondi.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY