Prestiti Poste Italiane: preventivo e calcola rata con i finanziamenti BancoPosta

I finanziamenti di Poste Italiane, ramificati tra prestiti personali BancoPosta, prestiti PostePay e cessione del quinto, sono senz’altro tra i più richiesti in Italia. Vediamo come funzionano i finanziamenti BancoPosta, a chi sono rivolti e quali sono le caratteristiche di questi prodotti. Infine studieremo come effettuare il calcolo della rata di rimborso che andremo a pagare ogni mese, tramite un preventivo gratuito che ci permetterà di conoscere la spesa complessiva alla quale andremo incontro, e confrontare il trattamento offerto con quello delle altre compagnie, sia per quanto riguarda la somma che potremo richiedere che per i tassi d’interessi applicati all’importo richiesto.

>>> CLICCA QUI PER IL TUO PREVENTIVO DI PRESTITO PERSONALIZZATO E GRATUITO <<<

Prestiti personali BancoPosta: caratteristiche dei finanziamenti di Poste Italiane

I prestiti personali sono tra i finanziamenti maggiormente richiesti, perché permettono di aver accesso alla somma di cui abbiamo bisogno, indipendentemente dalla finalità del prestito. Per quanto riguarda i prodotti offerti da Poste Italiane, questi prendono il nome di prestiti BancoPosta. Con questa forma di finanziamento, è possibile richiedere una somma che va da un minimo di 3.000 euro, fino ad arrivare ad un massimo di ben 30.000 euro.

In questa prima parte di guida ai prestiti postali parliamo perciò dei finanziamenti BancoPosta, descritti tra i prestiti personali Poste Italiane di PrestitiOnline24, portale da cui abbiamo ricavato i tassi aggiornati al 2017 e le informazioni sulle modalità di preventivo, simulazione e calcolo della rata online. Vi proponiamo ora tutti i dettagli utili per avviare la procedura di richiesta presso l’ufficio postale o più comodamente online.

Potremo scegliere la durata del finanziamento in base alle nostre esigenze, variabile tra i 24 e gli 84 mesi. Ovviamente scegliendo un numero di rate più basso, l’importo che dovremo pagare ogni mese sarà più alto, mentre al crescere della durata del finanziamento avremo una rata sempre più leggera. Dunque la nostra scelta dovrà essere fatta sulla base della somma che siamo disposti a spendere ogni mese, senza dimenticare che più prolunghiamo il nostro finanziamento e maggiori saranno gli interessi che andremo a pagare.

Per scegliere al meglio tutte le caratteristiche del nostro prestito, in modo da poter procedere con la richiesta della somma di cui abbiamo bisogno, la cosa migliore da fare è senza dubbio quella di richiedere un preventivo gratuito tramite il sito internet di Poste Italiane. Farlo sarà semplicissimo, e non ci vincolerà in alcun modo. I dati che dovremo inserire saranno l’importo di cui abbiamo bisogno, la finalità del finanziamento e il numero di mesi in cui intendiamo effettuare il rimborso. Avviando il simulatore, conosceremo immediatamente tutte le caratteristiche del prestito BancoPosta che fa al caso nostro, con la rata che andremo a pagare ogni mese, ed i tassi d’interesse Tan e Taeg che determineranno la spesa complessiva che andremo ad affrontare.

I prestiti BancoPosta sono rivolti a tutti i residenti sul territorio italiano, che abbiano un contratto di lavoro a tempo indeterminato, oppure con contratto a tempo determinato, ma con il vincolo che la fine del rimborso debba essere fissata precedentemente rispetto alla fine del contratto. Inoltre tutti i pensionati Inps potranno aver accesso alla somma di cui hanno bisogno senza particolari problemi. La documentazione che dovrà essere presentata al momento della richiesta del finanziamento sarà costituita innanzitutto dalla carta d’identità e dalla tessera sanitaria. Per quanto riguarda i documenti che attestino la situazione economica del cliente, dovrà essere presentata l’ultima busta paga, per i lavoratori dipendenti, mentre i pensionati presenteranno l’ultimo cedolino della pensione.

Prestiti PostePay, preventivo e dettagli sul Mini Prestito BancoPosta

I prestiti offerti da Poste Italiane sono rivolti a chiunque, anche coloro che non siano clienti della compagnia. Non sarà infatti necessario possedere un conto corrente BancoPosta per aver accesso alla somma desiderata tramite uno degli uffici postali. Tuttavia i clienti di Poste Italiane potranno usufruire di alcuni vantaggi rispetto a coloro che richiedano un accredito sul proprio conto corrente, che si possiede presso una diversa compagnia. Tra i prodotti particolarmente vantaggiosi troviamo i Mini Prestiti BancoPosta, rivolti esclusivamente ai possessori della PostePay Evolution. Con i Mini Prestiti BancoPosta è possibile ricevere una somma che va da un minimo di 1.000, fino ad un massimo di 3.000 euro. Il punto di forza di questo prodotto è sicuramente costituito dall’erogazione immediata dell’importo richiesto, che sarà accreditato appunto sulla PostePay di colui che ha effettuato la richiesta. Il rimborso avverrà in 22 comode rate, il cui importo varierà ovviamente in base alla somma da noi richiesta.

Dunque si tratta di un’ottima opportunità, che ci può essere molto utile nel caso in cui dovessimo affrontare una spesa per un importo non eccessivamente alto, ma che possiamo preferire affrontare dilazionando il pagamento su più mesi. Non sarà necessario specificare la finalità del finanziamento che vogliamo richiedere, perciò potremo utilizzare l’importo per fare un viaggio, per acquistare un prodotto di elettronica, o qualsiasi altro acquisto. Come abbiamo detto, il Mini Prestiti BancoPosta sono rivolti soltanto ai possessori della PostePay Evolution, che dovranno avere un’età compresa tra i 18 anni e i 76 anni non compiuti al momento della fine del rimborso. Inoltre, essendo una sottocategoria dei prestiti BancoPosta, dovranno essere rispettati anche i requisiti che abbiamo descritto in precedenza: essere lavoratori dipendenti oppure percepire una pensione Inps.

Calcolare la rata di rimborso in questo caso è ancora più semplice. Come abbiamo detto, infatti, la durata è fissata a 22 mesi, dunque il solo dato che determinerà l’importo della nostra rata sarà la somma che andremo a richiedere. Per ricevere un preventivo immediato, potremo utilizzare il simulatore disponibile sul sito internet di Poste Italiane. In alternativa, molto utile è anche il servizio che ci viene offerto dall’App delle poste, disponibile sia per smartphone che per tablet, e compatibile sia con sistema operativo iOS che Android.

Una volta calcolata la rata di rimborso potremo finalmente procedere con la richiesta del Mini Prestito BancoPosta. Per farlo, tutto ciò che dovremo fare sarà recarci presso uno dei tanti uffici postali che troviamo in Italia. A questo proposito, può essere utile consultare la lista degli uffici, in modo da poter trovare quello più vicino a casa nostra. Sempre tramite il sito internet di Poste Italiane, sarà possibile fissare un appuntamento, specificando la data e l’ora che preferiamo, in modo da evitare una lunga fila. Infine, una volta effettuata la richiesta del prestito di cui abbiamo bisogno, basteranno poche ore per ricevere una risposta da parte della compagnia, che in caso di esito positivo accrediterà immediatamente l’importo da noi richiesto sulla nostra PostePayEvolution.

Cessione del Quinto Poste Italiane: calcolo e vantaggi

Se siete interessati a ricevere un prestito ed avete iniziato ad informarvi sul web riguardo i prodotti disponibili, allora sicuramente avrete letto qualcosa riguardo la cosiddetta cessione del quinto. Quinto BancoPosta è il prodotto offerto da Poste Italiane a tutti coloro che siano alla ricerca di un finanziamento con cessione del quinto. Vediamo a chi si rivolge questa forma di finanziamento e quali sono le caratteristiche e i vantaggi.

Quinto BancoPosta è rivolto a tutti i dipendenti pubblici e pensionati Inps, così come gli altri finanziamenti delle Poste Italiane. Il vantaggio principale di questa forma di finanziamento è sicuramente relativo alla modalità di rimborso della somma che andremo a richiedere in prestito. Come descritto dal nome stesso del prodotto, le rate che pagheremo per restituire alla compagnia l’importo prestatoci, oltre ovviamente ai relativi interessi, non supereranno mai il quinto del nostro stipendio o della pensione che percepiamo, al netto di tasse e contributi.

>>> HAI BISOGNO DI UN PRESTITO ? CONFRONTA TUTTE LE OFFERTE CLICCANDO QUI <<<

Questo ci garantirà rate leggere, che non modificheranno eccessivamente il budget mensile a nostra disposizione. I documenti necessari per procedere con la richiesta del prestito tramite cessione del quinto saranno sempre gli stessi, dunque la carta d’identità, la tessera sanitaria e l’ultima busta paga o cedolino della pensione. Nel caso del Quinto BancoPosta, questi ultimi documenti determineranno la somma massima alla quale potremo aver accesso. Per calcolare quanto potremo richiedere, infatti, quello che dovremo fare sarà moltiplicare la rata massima che potremo pagare, dunque il 20% di quanto percepiamo mensilmente, per il numero di mesi in cui intendiamo effettuare il rimborso.

LEAVE A REPLY