Petrolio, prezzo potrebbe salire ancora: intanto IA sta cambiando il mercato

Le probabilità di un picco dei prezzi del petrolio quest’anno sono molto più alte rispetto al consenso prevalente nel mercato. Secondo un nuovo rapporto della Bank of America, condotto da Merrill Lynch.

Il mercato petrolifero si sta rapidamente restringendo quest’anno. Tra i tagli dell’approvvigionamento dal mercato dell’Opec, interruzioni in Iran e Venezuela e un rallentamento negli Stati Uniti. IMRE, che non è ancora disponibile, ma è un inventore globale del mercato in contrazione. E’ una situazione da sfruttare per i trader, ad esempio la piattaforma Plus500 (clicca qui per aprire un conto demo) permette di fare trading sulle principali piattaforme come il petrolio in modo professionale.

“Ora, il mondo ha esaurito la capacità di raffinazione del diesel” ha scritto la Banca d’America Merrill Lynch in una nota il 12 aprile. “Allora, quando l’Arabia Saudita ha sollevato la pesante produzione grezza per soddisfare la crescente domanda globale di distillati, diesel-to- gli spread dei combustibili del bunker sono esplosi e così anche gli spread di greggio leggero-pesante, una situazione simile potrebbe svilupparsi nei prossimi mesi, i proprietari dovrebbero essere in grado di farsi strada fino alle nuove regole IMO2020 “.

Vi sono importanti differenze tra il picco del 2008, le banconote della Bank of America, inclusa una maggiore capacità inutilizzata nel 2019, ulteriori 1,1 milioni di barili al giorno (mb / g) di capacità di raffinazione impostata online e l’aspettativa che lo shale americano possa aggiungere rapidamente fornitura a prezzi del petrolio più alti.

“Tuttavia, il graduale irrigidimento nei mercati diesel del 2007/08, il mondo si trova di fronte a un importante salto di qualità nella domanda di distillazione”, afferma Bank of America, riferendosi alle normative mondiali sui carburanti per uso marittimo che entreranno in vigore all’inizio del 2020.

Le regole abbassano il limite di concentrazione di zolfo nei combustibili marini dal 3,5 percento a appena lo 0,5 percento, che verrà spedito per abbandonare gli oli combustibili pesanti. Invece, le alternative includono la tecnologia di lavaggio e un maggiore uso di combustibili a basso tenore di zolfo, compresi i distillati.

Bank of America afferma che le regole potrebbero aumentare la distillazione di 1,1 mb / g anno su anno, che si aggiunge al tasso di crescita tendenziale annuo di 0,5 mb / g, oltre al massimo ciclico durante l’inverno. Una maggiore domanda di distillazione potrebbe spingere al rialzo i prezzi del greggio mentre i raffinatori corrono per trasformare il greggio in distillati.

“Circa il 60% del barile grezzo medio può essere trasformato in distillato con il giusto kit di strumenti di raffinazione, ma quella cifra scende al di sotto del 50% per il petrolio pesante, riducendo potenzialmente l’offerta”, ha scritto Bank of America.

La linea di fondo è che c’è una possibilità che i prezzi del petrolio aumentino molto più quest’anno. “A nostro avviso, il rischio di un picco dei prezzi del greggio è significativamente più alto di quanto suggeriscano le opzioni di mercato”, ha avvertito Bank of America.

Ci sono molti fattori che potrebbero far fronte a un picco dei prezzi, compresa una maggiore produzione di shale negli Stati Uniti, un rallentamento economico, una decisione dell’OPEC + di abbandonare i tagli, una decisione degli Stati Uniti di estendere le deroghe alle sanzioni iraniane o una liberazione di petrolio dalla riserva strategica di petrolio degli Stati Uniti, solo per citarne alcuni.

“Tuttavia, mentre la transizione dei corrieri verso IMO2020, una ripresa ciclica guidata dal commercio combinato con il freddo inverno potrebbe comportare il più grande aumento della domanda di distillazione: se aggiungiamo un dollaro più debole al mix, abbiamo tutti gli ingredienti per un picco in raw prezzi del petrolio “, ha detto Bank of America.

La banca d’investimento era scettica sul fatto che lo shale statunitense potesse colmare il divario, almeno nel breve periodo. Le discipline capitali hanno già portato a un rallentamento e l’industria potrebbe aver bisogno di prezzi più alti per future a più lungo termine al fine di incentivare realmente le nuove perforazioni.

In ogni caso, ciò che la banca ha notato è “l’aumento dei prezzi del petrolio oggi comincerà a influenzare la produzione di petrolio nel 4 ° trimestre del 19 ° e nel 2020”, ha osservato la banca. Di conseguenza, mentre gli shale statunitensi potrebbero aggiungere nuovi prezzi e tenere sotto controllo i prezzi globali, potrebbe arrivare un po ‘in ritardo per evitare il picco dei prezzi.

Bank of America ha detto che il mercato delle opzioni del Brent implica solo il 2% di possibilità che il Brent raggiunga i 100 dollari al barile. La banca dice che tutti potrebbero sottovalutare queste probabilità. La “massiccia ondata di richieste di distillazione” alla fine di quest’anno potrebbe “potenzialmente spingere i prezzi del petrolio sopra i $ 100 al barile”, ha concluso la banca.

Migliori piattaforme per investire sul Petrolio (trading)

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>

I fattori che potrebbero spingere al ribasso prezzi petrolio

I prezzi del petrolio greggio hanno continuato a scendere al ribasso, sulla base della debolezza di venerdì. La mossa ha sembrato riflettere il follow-through sulla risposta dei mercati dopo che la Chevron acconsentì ad acquistare Anadarko Petroleum, che i mercati sembravano vedere più probabile che aumentasse la produzione.

Il rapporto mensile sulla produttività delle trivellazioni EIA ha rafforzato questa idea. Ha previsto che la produzione totale di shale negli Stati Uniti raggiungerà il record di 8,46 milioni di barili al giorno il mese prossimo.

Nel frattempo, i prezzi dell’oro sono andati un po ‘più in basso, ma alla fine la sessione è cambiata. I rendimenti dei titoli del Tesoro e il dollaro USA sono stati indeboliti in modo serrato in ristrette gamme di consolidamento. Ciò suggerisce che il metallo giallo non è stato in grado di trovare sviluppi adeguatamente accattivanti per generare un convincente vantaggio direzionale per le tendenze della domanda di asset anti-fiat e infruttifere.

Guardando al futuro, un tono preoccupato in pochi minuti dalla riunione RBA di aprile potrebbe alimentare i timori di rallentamento globale. L’umore deludente potrebbe essere rafforzato se il sondaggio tedesco sul sentiment degli analisti di ZEW e i dati sulla produzione industriale statunitense non siano all’altezza delle previsioni, a riprova della tendenza a deludere le recenti notizie macroeconomiche. Ciò potrebbe innescare un’ampia avversione al rischio.

In questo scenario i prezzi del greggio sensibili al ciclo possono scendere, sebbene i dati di flusso di inventario settimanali API possano intorbidire un po ‘le acque. Sarà giudicato contro le aspettative di un aumento di 1 milione di barili da riportare nei dati ufficiali del DOE mercoledì. Come in precedenza, la risposta dai prezzi dell’oro alle mosse guidate dal sentiment continuerà a dipendere dalla grandezza relativa delle mosse divergenti nei rendimenti e dal dollaro USA.

I prezzi dell’oro stanno testando il supporto per la scollatura a 1281,31, con una chiusura giornaliera inferiore a quella che conferma un modello ribassista di testa e spalle (H & S). Ciò inizialmente esporrà l’area 1260.80-63.76, ma l’impostazione generale implica un successivo calo verso la cifra di $ 1200 / oz. In alternativa, una rottura al di sopra della resistenza nella zona 1303.70-09.12 punta sulla regione 1323.40-26.30 successiva.

I prezzi del petrolio greggio stanno cautamente ritirandosi dalla resistenza a supporto nella zona 63.59-64.88. La conferma di un’inversione maggiore richiede una chiusura inferiore a 60,39. Ciò violerebbe la tendenza rialzista di fine dicembre e esporrà la zona 57.24-88.

In alternativa, una spinta superiore alla resistenza e una successiva barriera nella regione 66.09-67.03 preparano il terreno per un test della cifra di $ 70 / bbl.

L’Intelligenza artificiale sta modificando anche il mercato del petrolio

L’intelligenza artificiale si sta facendo strada nell’industria petrolifera e del gas da un po ‘di tempo, dopo che l’industria ha realizzato tutti i vantaggi che potrebbe trarre dallo sviluppo di queste tecnologie.

Ora, ha iniziato a cambiare anche il commercio di petrolio e gas. In primo luogo, indica il termine “intelligenza artificiale” che si è trasformato in un termine generico per una serie di tecnologie predittive e analitiche che sono ben lontane dall’idea media del laico dell’IA cioè macchine capaci di pensiero indipendente.

Non siamo ancora arrivati. Eppure la tecnologia è progredita sufficientemente per iniziare a trasformare l’industria del petrolio e del gas, compreso il commercio di queste materie prime e prodotti. Per ora, lo spazio dei fornitori di trading di energia abilitati all’IA è relativamente vuoto. Una recente aggiunta di rilievo è stata OilX, una startup di oiltech che fornisce agli operatori un’analisi analitica del petrolio in tempo reale basata su una combinazione di dati di tracciamento satellitare e rapporti di varie organizzazioni ufficiali, tra cui dogane, JODI e agenzie statistiche. Grazie a AI, la La piattaforma OilX è in grado di elaborare e offrire ai trader dati molto più completi e quindi più affidabili dei fondamentali petroliferi in una frazione del tempo. L’analisi della domanda e dell’offerta petrolifera tradizionale è molto veloce.

La precisione e l’accuratezza sono ciò che, secondo i fondatori di OilX, rende la piattaforma unica e questi due le caratteristiche evidenziano anche le principali priorità dei commercianti moderni in generale. Eppure questo è solo un mercato nascente con un enorme potenziale. Come ha detto l’amministratore delegato di OilX, Florian Thaler, a Oilprice:

“Teoricamente, le soluzioni abilitate AI possono essere trovate ovunque in un’organizzazione commerciale, dal fronte al centro al back office nelle operazioni di trading. Dall’analisi, all’esecuzione commerciale, alla gestione del rischio, alle risorse umane. Riteniamo che il cambiamento derivi da una serie di soluzioni piccole, altamente focalizzate e specializzate che – una volta messe insieme – formano una soluzione completa.”

Ma l’IA sta invadendo anche le pratiche tradizionali nella previsione dei prezzi. Questa non è una sorpresa dato che uno dei principali vantaggi degli algoritmi rispetto agli umani è nelle capacità predittive superiori del primo.

Altre piattaforme per fare trading sul prezzo del petrolio WTI

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY