Pensione sociale e assegno sociale 2016: ecco quali requisiti bisogna avere

La pensione sociale e l’assegno sociale sono molto importanti per tutti coloro che ne hanno i requisiti per farne richiesta. Si tratta di un bisogno di una forma di assistenza che e che dal 1996 l’Inps riconosce solo come assegno sociale (e non più come pensione sociale).

L’assegno sociale è una prestazione assistenziale destinata ai cittadini aventi un reddito inferiore ad un limite stabilito. I requisiti di tali cittadini però non si fermano solo al reddito, ma riguardano anche il mancato diritto alla pensione di vecchiaia, anticipata, di anzianità o ad altri trattamenti previdenziali. L’assegno sociale può essere richiesto senza aver per forza versato i contributi all’Inps, poiché non è un trattamento di previdenza, ma bensì di assistenza.

Pensione sociale e assegno sociale: ecco i requisiti di chi ne ha diritto

Per riscuotere l’assegno sociale bisogna possedere alcuni requisiti:

  • Dal primo gennaio 2016 per quanto riguarda l’età, bisogna avere almeno 65 anni e 7 mesi, questo requisito vale sia per le donne che per gli uomini, mentre dal 2018 l’età richiesta per l’assegno sociale sarà di 66 anni e 7 mesi, stando a quanto stabilito dalla Legge Fornero.
  • La cittadinanza richiesta deve essere italiana o di un Paese UE, se il richiedente ha effettuato l’iscrizione all’anagrafe del comune di residenza. Può inoltre essere presa in considerazione anche la cittadinanza di un Paese Terzo, se il richiedente possiede il permesso di soggiorno CE, destinato a soggiornati di lungo periodo.
  • La residenza del richiedente deve essere effettiva, stabile e continuativa da almeno 10 anni in Italia, mentre il reddito di un richiedente non coniugato non deve essere superiore a 5.824,91 Euro all’anno, qualora invece il richiedente sia coniugato, il reddito annuo non deve essere superiore a 11.649,82 Euro.

In attesa di maggiori dettagli da parte del ddl che è in discussione alla Commissione lavoro della Camera, l’assegno sociale rimane per ora legato a determinati limiti dell’indicatore Isee.

Rimane dunque di primaria importanza per poter richiedere l’assegno sociale, il proprio reddito, che in questo caso include anche i redditi esenti, come le rendite dell’Inail e le pensioni erogate agli invalidi civili.

pensioni assegno sociale

Pensione sociale e assegno sociale: ecco cosa viene escluso dai requisiti

Per calcolare il limite di reddito utile per richiedere l’assegno sociale, non devono essere computate:

  • TFR (trattamento di fine rapporto, ovvero la liquidazione) incluse le relative anticipazioni, e altre indennità di fine rapporto, come ad esempio il TFS (trattamento di fine servizio), o l’IPS (indennità premio di servizio).
  • Il reddito dell’abitazione principale, arretrati da lavoro dipendente soggetti a tassazione separata, compresi gli arretrati per attività prestata all’estero; indennità di accompagnamento per chi è portatore di invalidità civile, per i non vedenti (in generale, sono escluse le indennità di accompagnamento di ogni tipo), indennità di comunicazione per i non udenti, assegni per l’assistenza personale e continuativa erogati dall’Inps ai pensionati per inabilità.

Assegno sociale: a quanto ammonta

L’assegno sociale ammonta a 448,07 Euro, e viene erogata come la pensione, ogni mese, con la tredicesima mensilità in più, questo significa, che l’assegno sociale è pari a 5.842,91 euro annui.

Rispetto ad alcuni requisiti, l’assegno sociale può essere erogato in modo parziale o totale: l’assegno sociale intero è riservato ai beneficiari non coniugati privi di reddito, ai beneficiari coniugati con reddito inferiore a 5.842,91 euro annui. L’assegno sociale in misura ridotta spetta invece ai non coniugati con reddito sino a 5.824,91 euro annui, e ai coniugati con reddito sino a 11.649,82 euro annui.