Pensione: opzione donna, nessuna proroga sugli anni di contributi

Nella nuova Legge di Bilancio 2017, non è stata introdotta nessuna proroga sulla data di raggiungimento dei 35 anni di contributi per ottenere la pensione di anzianità, ma solo in relazione ai requisiti anagrafici per includere tutte le lavoratrici autonome nate negli ultimi tre mesi del 1957 e le lavoratrici dipendenti nate nell’ultimo trimestre del 1958.

Cosa prevede l’Opzione Donna

Raggiungimento pensione vecchi requisiti

I vecchi requisiti per ottenere la pensione prevedevano:

  • lavoratrici autonome dovevano aver maturato 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2015 e un età di 58 anni e 3 mesi.
  • Lavoratrici dipendenti dovevano aver maturato 35 anni di contributi e 57 anni e 3 mesi di età, da raggiungere entro il 31 dicembre 2015.

Ne rimanevano dunque escluse le lavoratrici autonome nate nell’ultimo trimestre del 1957 e le dipendenti nate nell’ultimo trimestre del 1958.

Nuovi requisiti pensione opzione donna

I nuovi requisiti prevedono pertanto la modifica ai fini di includere le lavoratrici precedentemente escluse, pertanto:

  • le lavoratrici autonome che abbiano raggiunto i 58 anni e 7 mesi entro il 31 luglio 2016
  • le lavoratrici dipendenti che abbiano raggiunto i 57 anni e 7 mesi entro il 31 luglio 2016.

Tuttavia la data dei 35 anni di contributi non ha subito modifiche, la data valida resta dunque il 31 dicembre 2015.

LEAVE A REPLY