Paysafecard: è sicura? Come funziona e Recensioni 2018

Se sei alla ricerca di una prepagata che ti consenta di pagare e concludere tutte le transazioni commerciali online senza necessità di apertura di alcun conto corrente e di alcuna carta di credito, sei capitato nel posto giusto.

In questa guida, la Redazione di WebEconomia ha raccolto tante utilissime informazioni utili sul funzionamento di Paysafecard, uno dei leader principali del mercato globale nel settore del pagamento prepagato online, facente parte del gruppo societario Paysafe Holding UK Limited.

Paysafecard: come funziona?

Sebbene la denominazione Paysafecard indichi e faccia riferimento ad una carta, occorre precisare che questa ricaricabile altro non è che un codice PIN a 16 cifre, equiparato al denaro contante. Con Paysafecard è possibile pagare presso gli shop online operanti in diversi settori quali entertainment (musica, film e intrattenimento), social network e community. Non viene richiesto alcun conto corrente né alcuna carta di credito.

Considerato uno dei principali metodi di pagamento più sicuri su Internet, il PIN Paysafecard è un sistema di pagamento disponibile in tutto il mondo in 45 Paesi, utilizzabile nelle diverse valute locali, a seconda del paese di destinazione.

In pratica, la prepagata Paysafecard funziona come uno strumento di pagamento non nominativo o al portatore che si utilizza solo mediante inserimento del PIN identificativo. È possibile acquistare un PIN Paysafecard del valore di 10, 25, 50 o 100 EUR presso uno dei 600.000 punti vendita dislocati in tutto il mondo e si può pagare presso migliaia di shop online.

Basta inserire semplicemente il codice PIN a 16 cifre ed il possessore del PIN Paysafecard può acquistare e concludere transazioni online con gli esercenti che accettano questa modalità di pagamento.

L’importo presente sul PIN a 16 cifre rimane a completa disposizione dell’utente per il pagamento; nel caso in cui non si utilizzi tutto l’importo disponibile, il restante importo rimane come credito residuo utilizzabile per acquisti e transazioni successive.

Se non utilizza il credito entro un anno, a partire dal 13° mese viene addebitata una commissione mensile di 3 euro dal credito residuo.

Recensioni Paysafecard: i pagamenti con PIN sono sicuri?

Mediante il PIN a 16 cifre è possibile eseguire ogni transazione ed ogni pagamento in modo assolutamente sicuro ed affidabile. È possibile pagare con più PIN Paysafecard e, al momento del pagamento, si può inserire più PIN consecutivamente per utilizzare i vari crediti residui.

Sono tantissimi gli shop online nei settori dei giochi, delle community, della musica, dei film e dell’intrattenimento che accettano Paysafecard. Ecco una lista dei principali esercenti commerciali che consentono di pagare mediante PIN Paysafecard.

Per il pagamento con PIN Paysafecard non sono richiesti dati personali, conto corrente o carta di credito, per questo la sicurezza dell’utilizzatore è sempre perennemente e costantemente protetta.

Di qui ben si comprende che l’utilizzo della Paysafecard sia molto simile a quello di altre prepagate (Postepay) ed è sufficiente concludere l’acquisto direttamente dal sito di E-Commerce che propone, fra le modalità di pagamento accettate, anche quello della Paysafecard.

Una volta inserita la merce sul Carrello, procedendo con la scelta della modalità di pagamento, occorre inserire le 16 cifre numeriche della prepagata e confermare l’acquisto. L’importo dell’ordine viene addebitato alla Paysafecard e stornato dal credito residuo a disposizione per i successivi acquisti.

La particolarità e la peculiarità di Paysafecard è quella di funzionare come uno strumento di pagamento al portatore e di non dover presentare alcuna documentazione personale per il suo rilascio.

Dalle Recensioni “pagare online con paysafecard è sicuro in quanto si paga come in contanti e senza fornire dati personali né coordinate bancarie o dati della carta di credito”. Nonostante sia uno strumento di pagamento sicuro, occorre comunque prestare la dovuta attenzione e seguire le 4 Best Practice per evitare brutte sorprese:

  1. fornire il PIN paysafecard solo ed esclusivamente alla lista degli esercenti commerciali autorizzati paysafecard (quelli reperibili nella lista),
  2. non comunicare MAI il PIN paysafecard via e-mail o telefono,
  3. autorità, istituzioni, avvocati e tribunali non sono shop online autorizzati per contratto,
  4. richiedere il blocco immediato nel caso di attività sospette sul Conto my paysafecard.

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza del PIN paysafecard, la stessa Società ha reso disponibile sul sito istituzionale l’Opuscolo sulla Sicurezza.

Oltre al PC e laptop, sempre più user attualmente utilizzano i device mobile (smartphone e/o tablet): proprio per fare fronte a questa esigenza e necessità è stata sviluppata la soluzione con l‘app paysafecard che consente di verificare il credito rimanente di una PIN paysafecard e/o trovare i punti vendita. L‘app paysafecard è scaricabile gratuitamente sui sistemi operativi mobili iOS e Android

Paysafecard: commissioni applicate

Per quanto concerne le condizioni economiche, l’utilizzo di Paysafecard e i pagamenti con esso effettuati sono gratuiti. Oltre alla commissione di disponibilità addebitata a partire dal 13esimo mese, viene addebitata una commissione sul rimborso o sull’importo da accreditare pari a 7,50 euro.

Per ricevere ulteriori informazioni, la Redazione di WebEconomia consiglia di compilare il Form online. In alternativa, è possibile procedere con il contatto tramite e-mail, utilizzando il seguente indirizzo e-mail: [email protected].

 

LEAVE A REPLY