Paypal espande Xoom: come funziona e se conviene

In queste ore, gli utenti che utilizzano il servizio per il trasferimento di fondi rapido e sicuro, PayPal, sono stati raggiunti da una mail con questo annuncio: la piattaforma ha lanciato la sua app per i pagamenti mobili in tutta Europa. Allo scopo di fornire trasferimenti internazionali più veloci ed economici. Si chiama Xoom.

Con questa nuova offerta, Paypal si lancia a capofitto nei servizi di trasferimento di denaro all’estero (molto utilizzati, ovviamente, per chi è costretto a lasciare la propria terra d’origine e invia le rimesse ai propri familiari). Cercando così di dare un servizio che sia più conveniente non solo di quelli tradizionali, ma anche delle stesse criptovalute. Ripple in primis, molto apprezzata e famosa proprio per questo scopo.

E’ un momento favorevole per chi vuole investire sulle azioni Paypal. Ad esempio è conveniente sfruttare piattaforme certificate come 24option (trovi qui il sito ufficiale) che grazie ai suoi servizi come i segnali permette subito di iniziare con ottimi consigli. Per il servizio di segnali visita il sito ufficiale qui.

Xoom di Paypal come funziona

Come funziona Xoom di PayPal? La piattaforma permetterà ai residenti di 32 paesi europei di inviare denaro a persone in più di 130 paesi in tutto il mondo. Tuttavia, occorre sapere che se tali destinatari non rientrano nei 30 paesi previsti, i fondi non possono tornare indietro. Quindi meglio informarsi bene prima di inviarli.

Xoom ha collaborato con le principali banche e altre società finanziarie per facilitare i trasferimenti di denaro, con i clienti in grado di trasferire fino a circa 10mila euro per transazione. L’app per i pagamenti mobili offre trasferimenti di denaro il giorno successivo a tariffe inferiori alla sua piattaforma di pagamento principale PayPal. Secondo il sito web, i trasferimenti su Xoom costano circa 3 euro in Europa e 9 euro in altri paesi.

Xoom di PayPal conviene?

Se paragonato a XRP di Ripple, possiamo dire che PayPal sia in linea con i servizi internazionali di rimessa di denaro, come TransferWise e MoneyGram che fanno pagare commissioni rispettivamente $ 5-12 e $ 4-10. Xoom si contrappone dunque anche ai rivali basati su blockchain come Ripple.

Tuttavia, se vuole competere con questi player, sarà necessario accelerare le cose e abbassare il prezzo in modo significativo. L’invio di transazioni crittografiche basate su blockchain tramite Ripple richiede meno di un minuto, a condizione che i blocchi giusti siano in atto prima di iniziare la transazione e costi di centesimi.

La terza più grande banca europea, il Banco Santander, utilizza la tecnologia Ripple (ma non XRP) per facilitare i pagamenti transfrontalieri sulla sua app One Pay FX. Su questa piattaforma, gli utenti sono in grado di effettuare trasferimenti nello stesso giorno, gratuitamente. Non essendo basata su blockchain, l’ultima innovazione di PayPal sembra già una notizia superata.

Azioni Paypal: è il momento di investire?

Nel grafico che segue vediamo come sta crescendo Paypal e la sua quotazione in tempo reale:

Denaro all’estero, un mercato a cui PayPal non vuole rinunciare

Con questa mossa, PayPal fa sì che Xoom sarà disponibile in Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna, Portogallo e in molti altri paesi, portando il servizio in oltre 130 mercati in tutto il mondo.

La mossa non è casuale: il mercato delle rimesse globali ha raggiunto $ 689 miliardi nel 2018, rispetto ai $ 633 miliardi del 2017. Quest’anno, le rimesse ai Paesi a basso e medio reddito dovrebbero raggiungere $ 550 miliardi, il che rende essa la loro più grande fonte di finanziamento esterno. La maggior parte dei fondi proviene da membri della famiglia che vivono in tutto il mondo sviluppato.

Spostare denaro attraverso le frontiere è storicamente privo di velocità ed efficienza, ei destinatari non sapevano quando potevano vedere i soldi, se non del tutto. L’espansione di Xoom offre ai clienti esistenti e potenziali un modo per inviare denaro ai paesi non abbonati e meno sviluppati in tutto il mondo.

I fondi possono essere inviati da qualsiasi computer o dispositivo mobile e quindi accessibili in tutto il mondo. I soldi possono essere depositati su un conto bancario, essere disponibili per il prelievo o essere consegnati direttamente alla porta del destinatario.

A guardare gli investimenti di PayPal negli ultimi anni dimostra che la società sta intraprendendo un percorso molto eclettico per estendersi.

iZettle ha garantito a PayPal un enorme punto d’appoggio in Europa. Al momento dell’acquisizione, la società ha servito più di 500.000 aziende in Europa e nelle Americhe. Ancora più importante, ha dato l’ingresso di PayPal nei mercati in cui aveva poca o nessuna presenza. Jefflet ha fornito un’analisi predittiva basata su AI che aiuta i trader a ottimizzare sia i contenuti che le comunicazioni con i clienti, aiutando a prevedere le scelte di colore, le dimensioni e gli stili per ciascun cliente molto probabilmente si tradurrà in un acquisto.

Il servizio era già utilizzato da alcuni dei maggiori rivenditori al mondo. Hyperwallet si è specializzata nella distribuzione di pagamenti a privati e commercianti che vendono prodotti su mercati online. Questo potrebbe non sembrare molto, ma la società può erogare pagamenti in più valute e in più di 200 paesi in tutto il mondo. Questi pagamenti possono essere effettuati tramite conti bancari, prelievi in contanti, carte prepagate e prepagate, assegni e, soprattutto, tramite PayPal.

La possibilità ha fornito a PayPal una tecnologia basata sull’intelligenza artificiale che aiuta i commercianti a rilevare le frodi migliorando il loro profilo di gestione del rischio. PayPal ha realizzato un investimento strategico di $ 750 milioni in MercadoLibre (NASDAQ: MELI) il più grande e di maggior successo fornitore di e-commerce in America Latina. Collaborando con il leader regionale, PayPal ha visto l’opportunità di “integrare le nostre rispettive capacità per creare esperienze di pagamento uniche e preziose per i nostri 500 milioni di clienti in tutta la regione e in tutto il mondo”, ha dichiarato Dan Schulman, presidente e CEO di PayPal.

Espansione di Xoom ultima fase di una costante espansione

Il singolo thread che unisce ciascuna di queste acquisizioni è che ognuno ha aiutato PayPal ad espandersi in diversi modi, fornendo ulteriori strumenti per i commercianti, funzionalità per i consumatori o opportunità internazionali. Aggiungendosi all’ecosistema già robusto di PayPal, puoi vedere come l’approccio di ampia portata dell’azienda lo sta portando in tutti gli angoli dell’ecosistema dei pagamenti e in tutto il mondo.

Dunque, non resta che valutare come Xoom si inserirà nel dinamico mercato del trasferimento di denaro. Come detto, però, rinunciando alla Blockchain sarà un po’ difficile che riesca a stare al passo di altri sistemi. In primis, Ripple. Oltretutto, il prossimo anno arriverà Libra, la criptovaluta di Facebook, che permetterà di inviare denaro anche tramite le popolari app di messaggistica WhatsApp e Messenger.

Comunque, tutte queste novità grazie ad una concorrenza a colpi di tecnologia, non può che fare solo bene agli utenti. Che così ricevono servizi sempre più veloci e convenienti.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY