Pasta Agnesi: prodotto l’ultimo chilo di fusilli ad Imperia

Imperia perde un pezzo della sua storia, nonostante i due anni trascorsi tra incontri politici, scioperi e lotte sindacali, il Gruppo Colussi venerdì chiuderà il pastificio ligure.

Ieri mattina, la semola proveniente dal mulino è passata come di consueto dalle trafile trasformandosi nei famosi Fusilli 102 Agnesi, arrivando alle tramogge da cui verrà prelevata tra oggi e venerdì per essere confezionata per l’ultima volta, infatti, nella serata di venerdì gli impianti verrano spenti per sempre.

agnesi

Dipendenti Agnesi

Nel pastificio Agnesi erano rimasti in servizio cento dipendenti di cui la maggior parte è stata licenziata e avviata agli ammortizzatori sociali, circa una quindicina è stata trasferita alla sede di Fossano, mentre una paio di dipendenti sono passati al pastificio Plin di Albenga, nel quale il Gruppo Colussi ha acquisito alcune quote.

Venerdì pomeriggio terminerà l’ultimo turno di lavoro per i dipendenti che hanno scelto la mobilità,  probabilmente diversi cittadini si raduneranno davanti allo stabilimento che è parte di Imperia dal 1824, per salutare i dipendenti, che quest’anno come sottolinea Gigi Lazzarini della Rsu Cisl, si troveranno a festeggiare un Natale molto triste.

Per quanto riguarda le fasi della dismissione sono ancora tutte da chiarire, intanto sono iniziate le procedure di pulizia e di messa in sicurezza dei macchinari, lo smantellamento degli impianti potrebbe essere avviato durante le vacanze di Natale o nei primi mesi del nuovo anno.

L’intento di realizzare un museo della pasta al quinto piano del pastificio non ha avuto ancora nessuna conferma ufficiale.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY