Osmosis (OSMO): come funziona l’AMM su Cosmos

In questa guida parliamo di Osmosis, che può essere considerato uno dei progetti più importanti dell’ecosistema di Cosmos. E’ in pratica un AMM (Automated Market Maker) costruito sull’architettura di Cosmos.

Cosmos è un progetto che consente di sviluppare e costruire, tramite il Cosmos Sdk, altre blockchain. Osmosis è una di queste. Per questo motivo è definita come Internet of blockchain, ovvero fa layer 0 per la costruzione di altri progetti e protocolli.

Con l’arrivo di Cosmos 2.0 anche Osmosis sta attirando l’attenzione del mondo crypto. Parliamo di un protocollo che ha raccolto un enorme liquidità negli anni scorsi e che consente di finanziare liquidity pool ottenendo dei rendimenti, mettere in staking il suo token di governance OSMO e sfruttare funzionalità avanzate come il Superfluid Staking.

Cerchiamo di capire allora come funziona Osmosis, perché è importante per l’ecosistema di Cosmos e come poter investire.

Che cos’è Osmosis?

Osmosis è l’exchange decentralizzato di riferimento del sistema Cosmos. E’ in pratica un protocollo AMM (automated market maker) che consente la creazione di pool di liquidità a tutte le blockchain compatibili con IBC (Inter-Blockchain Communication) ovvero il protocollo di comunicazione del mondo Cosmos.

Osmosis

In pratica tutte le chain compatibili con IBC possono creare la propria pool di liquidità fornendo incentivi.

Il modello di consenso è il Proof of Stake e la sua criptovaluta nativa si chiama OSMO.

Osmosis è stata creata col framework di sviluppo di Cosmos che è il Cosmos SDK.

👍 Cosa èProtocollo Defi sviluppato tramite Cosmos SDK. E’ l’automated market maker (AMM) di riferimento per Cosmos
✅ CaratteristicheLiquidity Pools / Commissioni basse / Superfluid staking
💰TokenOSMO
🥇Migliori piattaforme per fare trading su cryptoeToro / ActivTrades
🥇Miglior exchange per comprare cryptoBitpanda

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

Prima di vedere quelle che sono le caratteristiche principali di Osmosis vi segnaliamo alcune delle piattaforme certificate per investire sulle criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHE
VANTAGGI
ISCRIZIONE
Broker consigliato
commissioni basse
Copy trading e conto demo
Trading Bitcoin, criptovalute

79% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD.

broker premiato
demo gratuita
Migliori spread del mercato
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificiale
Corso di trading / Commissioni basseAzioni frazionate
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualità

A proposito di Cosmos

Cosmos è una blockchain decentralizzata che consente di costruire blockchain parallele. Il centro di tutto ed è anche la blockchain principale è Cosmos Hub che funziona come una sorta di fulcro, un po’ come funziona Ethereum che fa da layer 1 per molti progetti.

Le diverse blockchain sono collegate alla blockchain principale tramite l’hub. E quindi anche le applicazioni Defi possono essere costruite su Cosmos Hub.

Si tratta dunque di una blockchain unica fa dell’interoperabilità la sua caratteristica principale.

Permette infatti di mettere in comunicazione blockchain eterogenee grazie al suo protocollo IBC (Internet Blockchain Communication).

Altro problema che cerca di risolvere è quello della scalabilità. Su Cosmos le fees sono bassissime e le transazioni sono velocissime. La rete è in grado di supportare migliaia di transazioni al secondo.

Nell’ecosistema Cosmos il token di riferimento è ATOM che può essere utilizzato per vari scopi. Cosmos è costruita anche per l’esecuzione di Smart Contract e dunque si presta bene allo sviluppo di applicazioni decentralizzate.

Con l’arrivo di ATOM 2.0 ci saranno importanti modifiche alla tokenomics oltre all’introduzione dell’Interchain Security, ma ne parleremo in un articolo dedicato.

Per saperne di più potete consultare la nostra guida su come comprare Cosmos.

Architettura di Cosmos

Alla base di tutto troviamo Cosmos Hub che si propone di superare i limiti delle blockchain tradizionali.

Come sapete per costruire una blockchain sono necessarie alcune componenti:

  1. lo sviluppo della rete
  2. l’algoritmo di consenso
  3. le applicazioni

Ad esempio in Ethereum hanno creato la EVM (Ethereum Virtual Machine), una tecnologia che semplifica lo sviluppo di applicazioni decentralizzate. Non ha però semplificato lo sviluppo generale di una blockchain e come sappiamo molte di queste presentano ancora dei limiti.

Ad esempio Ethereum consente di eseguire smart contract ma non è ottimizzato per scalare a causa del numero di transazioni limitato (oltre a costi altissimi).

In più c’è un problema di governance in quanto per fare una modifica è necessario il consenso della piattaforma sottostante.

Cosmos, quindi, ha creato una architettura modulare con due tipi di blockchain:

  1. zone: ovvero blockchain eterogenee tradizionali
  2. hub: ovvero blockchain speciali che consentono di collegare varie zone tra loro.

Il primo hub lanciato per la costruzione della rete si chiama appunto Cosmos Hub. ATOM è il suo token.

Come comunicano tra loro? Attraverso connessioni IBC, il protocollo cross chain che sta per Internet Blockchain Comunication. Quindi ogni zona stabilisce delle connessioni limitate con pochi hub e dunque questo meccanismo consente la scalabilità.

Ecco come si compone l’architettura di Cosmos.

Cosmos Architettura

Per approfondimenti potete consultare la nostra guida su Cosmos, che spiega anche tutti i dettagli del funzionamento del Cosmos SDK e di IBC.

Come funziona Osmosis

Abbiamo detto che Osmosis è un Automated Market maker ed il DEX di riferimento del mondo IBC.

L’applicazione è per molti versi simile a quella di altri protocolli come ad esempio Uniswap per Ethereum. Il mercato e la crescita della Defi hanno reso però necessario l’introduzione di nuove soluzioni per reagire alle condizioni di mercato in maniera efficace.

Pensiamo ad esempio alle commissioni per fare lo swap. Uno swap ottimale dipende da vari fattori come:

  • lo slippage
  • le commissioni di transazione
  • la volatilità del mercato

ma questo non va bene in ogni situazione perché ogni blockchain ha delle sue caratteristiche diverse e dunque vari fattori possono determinare la strategia ottimale per i fornitori di liquidità.

Osmosis ha una propria blockchain su cui girano le applicazioni e dunque utilizza la sua coin che è OSMO, un token che viene usato per pagare le fees.

Osmosis Swap

Come le altre applicazioni Osmosis permette di eseguire alcune funzionalità:

  • Trade: che consente di fare lo swap dei token
  • Pool: in cui abbiamo le pool di liquidità su cui possiamo depositare i nostri fondi. Ci sono delle pool con degli APR molto interessanti come ad esempio ATOM/OSMO oppure CRO/OSMO, ATOM/CRO e così via. Troviamo le coin di Crypto.com perché vi ricordo che Cronos è stata creata con il Cosmos SDK e dunque fa parte del mondo IBC
  • Assets: possiamo vedere sia gli asset che deteniamo sulla chain di Osmosis sia quelli su cui possiamo e presenti su altre blocckchain.. Cliccando su Deposit vicino ad ogni asset è possibile fare il trasferimento sulla chain di Osmosis tramite IBC.

Si tratta quindi di una applicazione simile ad altre, ma non per questo chiusa. Facendo parte del mondo Cosmos, Osmosis è in grado di comunicare con altre chain senza passare da un bridge grazie ad IBC.

Come vedremo più tardi è infatti possibile depositare sulla blockchain di Osmosis un qualunque token compatibile. Possiamo ad esempio depositare ATOM su Osmosis oppure Cronos (CRO).

Gli strumenti messi a disposizione da Osmosis mirano ad aiutare chi partecipa al protocollo creando un equilibrio ottimale tra commissioni e liquidità.

In questo senso il token OSMO e lo staking rivestono un ruolo centrale.

Il token OSMO

Il token OSMO è il token di governance di Osmosis. Permette agli stakers di mantenere in sicurezza il protocollo.

Viene utilizzato per:

  1. Votare sugli aggiornamenti del protocollo
  2. Fissare la tariffa base (fee) per lo swap
  3. Ottenere ricompense dalle pool di liquidità. Partecipando ad una Pool si ricevono infatti le rewards direttamente in token OSMO

OSMO può risultare poco appetibile a causa della sua tokenomics che è supportata da un modello di emissione inflattivo. La supply totale è di circa 1 miliardo ed ogni anno si riduce secondo una schema di emissione fisso come vedete in questo grafico:

Tokenomics OSMO

Come vedete OSMO è molto inflazionistico sopratutto nei primi anni, tuttavia rimane un token di fondamentale importanza per Osmosis che riveste un ruolo centrale nell’ecosistema di Cosmos.

Come possiamo vedere da questo secondo grafico:

Distribuzione Token OSMO

circa un 25% dell’offerta totale è stato distribuito al team, un’altra parte è stata erogata con un aidrop e poi ci sono altre percentuali dedicate alle rewards per lo staking e alla costituzione di una riserva.

Ecco come sta andando il prezzo di OSMO attualmente:

Non possiamo dire con certezza se OSMO rappresenta un buon investimento. Vi consigliamo come sempre di fare le vostre ricerche e valutazioni personali prima di investire su qualunque asset.

Il Wallet Keplr

Sul sito del Cosmos Network possiamo trovare nella sezione Wallets, una serie di portafogli digitali che ci consentono di operare con i token di Cosmos Network.

I wallets sono utilizzabili anche da smartphone e sono disponibili sia per iOS Iphone che per Android.

Il wallet più utilizzato è sicuramente Keplr, che può essere utilizzato sia in versione desktop che come estensione di Chrome. Ovviamente è possibile utilizzarlo come Metamask, oppure collegarlo ad un hardware wallet come il Ledger.

Keplr Wallet

Come vedete i questa schermata abbiamo la Dashboard con le seguenti informazioni:

  • In alto a Sinistra una volta collegato il wallet possiamo vedere l’indirizzo del nostro portafoglio che inizia con ‘cosmos’ seguito da altri caratteri. Se cambiamo chain e andiamo su Osmosis avremo un indirizzo che inizia per ‘osmo’
  • Total Asset Value: ci indica il controvalore in dollari dei token depositati su Cosmos
  • Total Claimable Rewards: ci indica il controvalore dei token guadagnati tramite staking. Cliccando su una Chain possiamo vedere l’elenco dei validatori e l’APR dello staking disponibile
  • Sulla sinistra troviamo l’elenco delleblockchain Chain disponibili: vediamo Cosmos, Osmosis, Secret Network e così via.

Cliccando su una Chain, ad esempio Cosmos possiamo vedere questa schermata:

Keplr: Cosmos Chain

che sintetizza varie informazioni come il Total Balance, i fondi messi in staking, i guadagni eventuali che possono essere reclamati (“claim”) e l’elenco dei validatori a cui delegare i fondi in staking.

Cliccando su una singola scheda di un validatore, ad esempio Stake.fish di apre una finestra in cui vediamo le commissioni ed un pulsante Delegate per mettere in Staking i nostri fondi.

Cosmos Staking

Se avete dei fondi da mettere in staking inserite l’importo e cliccate su Delegate. Dopo 21 giorni circa è possibile sbloccarli e toglierli dallo staking.

Ricordiamo che si tratta di un vero staking e non di earning come avviene su Crypto.com o Binance. Cioè delegando i propri fondi si partecipa alla governance della rete e si può anche votare.

Infatti nella sezione Governance di ogni blockchain possiamo vedere le proposte di modifiche attualmente in corso di votazione.

Trading e swap di token su Osmosis

Cerchiamo ora di capire come scambiare token tramite la piattaforma di Osmosis.

Nella schermata principale abbiamo la voce Trade che ci consente di fare lo swap di token.

Come vedete nella schermata possiamo fare trading sui token supportati seguendo questi semplici passi:

  • In “From” selezioniamo la coin da scambiare (swap) ed impostiamo la quantità manualmente oppure scegliamo il massimo (MAX)
  • In “To” invece selezioniamo la coin da ricevere

Osmosis ci informa in tempo reale di alcune informazioni come il tasso di cambio col quale verrà fatto lo swap, le fees da pagare e lo slippage che si può modificare prima di confermare l’operazione.

Fatto questo possiamo cliccare sul pulsante e confermare l’operazione firmando col wallet Keplr o col wallet che si sta utilizzando. Grazie all’efficienza di questa chain vedremo che l’operazione verrà completata in pochi istanti.

Grazie all’IBC su Osmosis è possibile fare lo swap di tutti i token nativi.

Pool di liquidità su Osmosis

Osmosis è un Automaded Market Maker e dunque consente di finanziare delle pool di liquidità per ottenere rendite passive dalle proprie criptovalute.

Come sapete è possibile guadagnare criptovalute fornendo liquidità ad una piattaforma o con lo staking sulle applicazioni decentralizzate. Osmosis è una piattaforma veloce e con fees molto ridotte e dunque una ottima scelta per chi vuole operare sula Defi di Cosmos.

Come vediamo in questa schermata:

Osmosis Pools

nella sezione Pools possiamo avere accesso a tutte le pool di liquidità disponibili, che forniscono degli APR molto interessanti.

Prendiamo ad esempio la Pool ATOM/OSMO e supponiamo di voler depositare della liquidità.

Vediamo come funzionano gli incentivi di Osmosis.

Possiamo scegliere di fare un bonding ovvero bloccare i nostri fondi:

  1. se vogliamo uscire dopo un giorno riceveremo l’APR indicato
  2. possiamo scegliere poi 7 giorni
  3. o per 14 giorni attivando tra l’altro un ulteriore incentivo con il Superfluid Staking che vedremo tra poco

Questo ovviamente significa che blocchiamo i fondi per il tempo che vogliamo e li possiamo sbloccare ad esempio dopo un minimo di 14 giorni. Ovviamente chi vuole finanziare le pool ha interesse a fare staking per molto più tempo ma comunque questi sono i tempi di unbonding.

Le operazioni di Bond e Unbond come vedremo sono a fees zero quindi gratuite.

Come potete vedere scegliendo il bonding a 14 giorni possiamo attivare il SuperFluid staking, la soluzione di liquidity mining proposta da Osmosis di cui parleremo tra poco.

Prima fase: swap

Come prima cosa facciamo lo swap. Scambiamo la metà dell’importo in ATOM. E clicchiamo Approve.

Come potete vedere non ci sono fees da pagare. Confermiamo la transazione ed ora avremo degl ATOM.Facciamo la stessa cosa scambiando il 50% in OSMO perché ci serve la coppia al 50% tra ATOM e OSMO.

Andiamo su Trade scegliamo la coin e scambiamo con OSMO. Clicchiamo su Swap.

Approviamo la transazione.

Seconda fase: Aggiunta liquidità

Bene ora che abbiamo i nostri fondi per finanziare la liquidity pool andiamo nella sezione Pools.

Osmosis Pools
  • Scegliamo la coppia ATOM/OSMO e clicchiamo in alto su Add/Remove Liquidity.
  • Selezioniamo il massimo disponibile e clicchiamo su “Add Liquidity”. E possibile poi togliere liquidità scegliendo “Remove Liquidity”
  • Approviamo la transazione. Anche in questo caso le fees sono 0.

Come possiamo vedere vicino al tasto Start Earning abbiamo i nostri fondi che sono stati depositati nella pool e potremo iniziare a fare farming.

Quello che dobbiamo fare è banalmente cliccare su Start Earning. A questo punto la piattaforma ci fornirà gli LP token depositati che in Osmosis si chiamano GAMM.

Selezioniamo il massimo e scegliamo 14 giorni per avere a disposizione sia l’APR base che quello derivante dal Superfluid staking.

Terza fase: Bonding e Unbonding degli LP token

Come possiamo vedere da questa schermata:

abbiamo l’elenco degli LP token (GAMM) messi in staking in My Bondings.

E’ possibile in ogni momento cliccare su “Unbound All” per poter prelevare i fondi depositati. Come vedete sono indicati i tempi per lo sblocco che sono di un giorno, 7 giorni oppure il massimo di 14 giorni.

Le liquidity pools consentono di ottenere rendite passive pagate in OSMO. Non essendoci funzioni di auto compounding sarà necessario farà il “claim” degli interessi maturati che sono in OSMO.

Se volessimo rimettere in stake gli LP token dovremmo convertire le rewards nei due token della pool con uno swap e poi fornire nuovamente liquidità facendo il bonding.

Ricordiamo che finanziando pool di liquidità c’è sempre il rischio di impermanent loss. Trovate un approfondimento su questo argomento nel link che vi abbiamo segnalato.

Superfluid Staking

Come sappiamo la Proof of Stake è uno dei meccanismi di consenso più utilizzati dalle criptovalute moderne. La Proof of Stake basa la sua sicurezza sul consenso distribuito e sullo staking.

Con il liquid staking in pratica possiamo delegare i nostri fondi ad un nodo validatore

In cambio riceviamo una sorta di Derivato “liquido” (con una ricevuta) che possiamo impiegare sui protocolli Defi come vogliamo. Ad esempio usando Curve o prendendo in prestito altre coin con un Borrow. E’ quello che succede quando usiamo piattaforme come Lido Finance. Se mettiamo in staking Ethereum quindi token ETH su Lido otteniamo in cambio stETH che è il token derivato.

Capite bene che si tratta di un meccanismo diverso dallo staking classico.

Il SuperFluid staking è una ulteriore evoluzione della Proof of Stake che permette di fare un ulteriore staking dei token bloccati nelle liquidity pool.

Questo meccanismo consente di delegare gli OSMO sottostanti ai liquidity token messi in staking per rafforzare la sicurezza della rete.

Come sappiamo, nel momento in cui finanziamo una pool di liquidità, dobbiamo depositare una coppia costituita al 50% dai due token della pool.

Vediamo ad esempio una pool costituita da ATOM (il token di Cosmos) e OSMO (il token di Osmosis).

Superfluid Staking

Riceviamo in cambio degli LP token (su Osmosis questa operazione si chiama Bonding) che possiamo mettere in staking ricevendo delle ricompense in token OSMO.

Con il superfluid staking possiamo utilizzare una parte degli OSMO bloccati nella pool di liquidità (in una percentuale data da un fattore di sconto, inizialmente era stato fissato al 50%) per metterli ancora in staking, una sorta di staking dello staking.

Ovviamente l’APR non sarà lo stesso ma sarà calcolato su questa percentuale bloccata e si aggiungerà all’APR totale.

Attivandot il Superfluid Staking guadagneremo l’APR dello staking degli LP token + l’APR del Superfluid.

Stake OSMO su Osmosis

Cosa possiamo fare con il token OSMO? Oltre ad utilizzarlo nelle pool di liquidità per fare farming è possibile anche metterlo in stake.

Facendo staking nativo di OSMO si partecipa all sicurezza della chain e si possono votare anche le proposte di governance.

Cliccando sulla voce Stake, l’applicazione rimanda al wallet di Kepler e alla chain di Osmosis.

Keplr Wallet

Abbiamo l’elenco di validatori a cui possiamo delegare i nostri fondi ricevendo ricompense per lo staking. Cliccando su una singola scheda si apre una finestra in cui vediamo le commissioni ed un pulsante Delegate per mettere in Staking i nostri fondi.

Fondi che saranno bloccati per circa 21 giorni.

Scegliamo dunque il numero di token e clicchiamo su Delegate se vogliamo fare staking.

Ma come si sceglie un validatore? E’ possibile confrontare i parametri che troviamo in elenco come le commissioni applicate e l’APR offerta.

Ci dovremmo inoltre assicurare che il validatore non abbia problemi di connessioni e non abbia un potere di voto eccessivo per garantire la decentralizzazione.

Per rimuovere i fondi in stake invece dovremo selzionare il validatore e cliccare sul pulsante “Undelegate” ed i fondi saranno sbloccati dopo 21 giorni in media.

Video Tutorial su Osmosis Crypto

Sul nostro canale YouTube trovate inoltre un video tutorial che spiega come funziona Osmosis , come finanziare pool di liquidità e mettere in staking il token OSMO:

Osmosis Crypto: come funziona il DEX di Cosmos | 🚀 Staking OSMO e Tutorial Keplr 🚀
In questo video parliamo di Osmosis, un AMM (Automated Market Maker) costruito sull’architettura di Cosmos.Cosmos è un progetto che consente di sviluppare e …
Osmosis Crypto: come funziona il DEX di Cosmos | 🚀 Staking OSMO e Tutorial Keplr 🚀

The video was uploaded on 10/11/2022.

You can view the video here.

The video lasts for 21 minutes and 11 seconds.

Osmosis (OSMO): le domande frequenti

Che cos’è Osmosis?

E’ l’automated market maker (AMM) di riferimento per Cosmos, un protocollo Defi sviluppato tramite Cosmos SDK.

Quali funzionalità offre Osmosis?

Osmosis offre una chain indipendente ed applicazioni per finanziare pool di liquidità, fare lo swap di token e mettere in staking OSMO, il token di governance della chain.

Dove comprare Osmosis Crypto?

E’ possibile comprare OSMO facendo lo swap dall’applicazione di Osmosis con altri token oppure comprandola su Exchange centralizzati come Binance o Bitget.

Conclusioni

Abbiamo visto in questa guida come funziona Osmosis e la sua importanza per l’ecosistema di Cosmos.

Si tratta di un protocollo Defi molto utilizzato che consente di finanziare pool di liquidità ottenendo degli incentivi nel token nativo OSMO, fare lo swap di token e fare staking oltre ad utilizzare funzionalità innovative come il Superfluid Staking.

Naturalmente questi protocolli espongono sempre al classico rischio di Impermanent Loss anche se comunque è una piattaforma da studiare e conoscere grazie all’importanza che ricopre nel mondo Cosmos.

Seguiremo naturalmente lo sviluppo di Osmosis e le novità che arriveranno su Cosmos sopratutto nella versione 2.0 che è in fase di sviluppo. Per investire in criptovalute potete sempre utilizzare gli exchange per comprare ATOM o fare trading sulle piattaforme regolamentate.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.