Oscillatore ROC: Ecco come si utilizza nel Trading

Cos’è l’oscillatore ROC? Come si usa l’oscillatore ROC? Cosa significa oscillatore ROC?

In questo articolo ci occupiamo di questo Indicatore, molto utile nel trading online al fine di misurare la variazione in percentuale del prezzo che intercorre tra due intervalli di tempo.

Rientra tra gli strumenti dell’analisi tecnica, al fine di identificare un trend e così individuare i punti di ipercomprato e quelli di ipervenduto.

Insomma, può essere individuato come un indicatore Momentum espresso in percentuale.

Vediamo come usarlo nel migliore dei modi, anche su quali Broker conviene.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Oscillatore ROC cos’è

Cos’è l’Oscillatore ROC? Benché sia definito dalla vulgata generale un oscillatore, in realtà siamo in presenza di un indicatore vero e proprio.

Ciò in quanto, a differenza degli oscillatori, non è delimitato da livelli superiori e inferiori ben definiti. Che vanno da un estremo zero ad un estremo cento.

Il ROC è fortemente collegato al prezzo, soprattutto a quello di chiusura. Pertanto, se i prezzi aumentano, i valori dell’indicatore restano al di là del livello 0 (chiamato zero-line). Arrivando così ad indicare un momentum positivo.

Se invece i prezzi seguono l’andamento contrario, quindi scendono, l’oscillatore va sotto lo zero, facendo registrare un momentum negativo.

L’escursione dell’indicatore non ha limiti. Tuttavia, questi ultimi potrebbero essere individuati nei valori storici (sempre massimi o minimi) raggiunti i quali l’indicatore inverte la sua direzione.

Oscillatore ROC a cosa serve

A cosa serve l’Oscillatore ROC? Viene utilizzato nell’analisi tecnica per:

  • identificare la nascita di un trend, al rialzo o al ribasso che sia
  • la sua “spinta” direzionale (momentum) e per individuare situazioni di ipercomprato e ipervenduto.

Oscillatore ROC come si usa

Come si usa l’Oscillatore ROC? E’ incentrato sulla linea dello zero, e i segnali di acquisto e di vendita partono in questi casi:

  • quando viene attraversato lo zero
  • in presenza di divergenze
  • quando vengono individuate situazioni estreme, di ipercomprato o ipervendut

Riguardo il primo caso, i segnali si rivelano molto sensibili ai picchi improvvisi di prezzo. Ma si rivelano utilissimi al fine di interpretare il trend di un asset che sta partendo.

Quindi, se il momentum positivo è quello sopra lo zero. Il momentum negativo si pone invece al di sotto dello zero.

Quando il ROC resta sopra lo zero, il prezzo dell’asset che vogliamo controllare è destinato a rialzarsi ancora.

Se invece i valori del ROC continuano a permanere nella sua area negativa (sotto lo zero), i prezzi dell’asset continuano a deprezzarsi.

Gli intervalli di tempo migliori per riconoscere ipercomprato o ipervenduto sono i 12 periodi per il breve termine ed i 25 giorni nel medio-lungo periodo.

Un indicatore va comunque sempre usato correttamente. E bisogna saperlo interpretare (oltre al suggerimento di usare più indicatori, perché ciascuno ci farà cogliere un aspetto diverso del trading online).

Dunque, si consiglia di non aprire subito una posizione sul segnale ma aspettare che si compiano due opzioni:

  • effettiva inversione del trend
  • ulteriore conferma utilizzando un altro indicatore

Per quanto riguarda il secondo aspetto, molto utile potrebbero rientrare i Volumi di trading. Si tratta di quanti trader stanno realmente investendo e quindi credendo sull’asset. O, viceversa, lo stanno vendendo e quindi si stanno disfacendo di esso.

I volumi di trading ci dicono quindi se effettivamente un trend rialzista o ribassista è realmente sostenuto o si tratta di un fuoco di paglia.

Indicatore ROC limiti

Quali sono i limiti dell’indicatore ROC? Abbiamo detto che l’oscillatore ROC, che in realtà sarebbe meglio chiamare indicatore, non ha livello di massimo né di minimo. Quindi, potrebbe risultare difficile individuare i punti di ipercomprato e di ipervenduto.

Tuttavia, per ovviare a questa mancanza, si possono utilizzare le indicazioni passate. Quindi i livelli minimi e quelli massimi storici che l’indicatore ha segnato in precedenza.

Ciò è un grande limite però e rende questo indicatore meno oggettivo. E quindi, potrebbe dare adito a falsi segnali.

Oltretutto, i livelli storici di eccesso, tanto al rialzo quanto al ribasso, sono spesso e volentieri oggetto di modifiche nel tempo. In maniera scollegata da fattori come la volatilità e la forza del trend.

Inoltre, tali fattori cambiano per tutte le categorie di asset. Dato che, come abbiamo detto stesso, ciascuna categoria risponde a fattori influenti diversi.

Ecco perché rinnoviamo l’invito ad utilizzare altri indicatori a supporto del ROC. In quanto, non esistono indicatori esaustivi.

Fare trading con eToro

Un buon modo per testare la bontà dell’oscillatore ROC è il Broker eToro (clicca qui per il sito ufficiale).

Si tratta di una piattaforma di trading online molto sicura, in quanto vanta sia licenza CySEC che FCA.

Offre servizi come il Social trading, un social network come quelli più popolari, ideato appositamente per i trader.

Il CopyTrader, ossia il più comunemente chiamato copy trading, mediante il quale i trader neofiti possono copiare quanto fanno i trader più bravi. Così da guadagnare quando sono ancora alle prime armi.

Il tutto, potendo comunque modificare il trading tramite stop loss, take profit o interruzione della posizione manualmente quando lo si ritiene giusto.

I CopyFunds sono invece dei panieri che raccolgono asset appartenenti alla stessa categoria. Selezionati da algoritmi automatici, che decretano chi entra ed esce dagli stessi. Sempre con la supervisione di tecnici in carne ed ossa.

Gli eWallet sono invece portafogli digitali dove poter inserire le criptovalute.

Ottima anche la parte dedicata alla formazione, intitolata in pompa magna eToro Accademy.

Il Broker eToro è user-friendly, con commissioni vantaggiose.

Per aprire un conto gratuito su eToro clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading con Investous

Il Broker Investous (clicca qui per il sito ufficiale) è una piattaforma di trading online anche essa user-friendly, con ottime commissioni e vari servizi appannaggio del trader iscritto.

Si pensi ai segnali di trading elaborati dal colosso del settore Trading Central, ormai diventato una multinazionale che si occupa di vari aspetti del trading online dal 1999.

Investous ha sia licenza CySEC che FCA, un Conto che mette a disposizione fino a 100mila euro virtuali, così da consentire al trader di fare pratica in tutta sicurezza e senza perdere i propri soldi reali.

Non manca comunque una parte dedicata alla formazione teorica, tramite eBook.

Infine, Investous offre una varietà di asset sui quali investire, comodamente tramite CFD.

Per aprire un conto gratuito su Investous clicca qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here