Oro: 5 motivi per non investire e possibile correlazione col Bitcoin

L’oro ha visto un declino quasi del 10% negli ultimi tre mesi. Il recente punto di controllo vicino a $ 1,258 / oz può essere visto a posteriori come un launchpad o come punto di consolidamento e rifiuto. Siamo cautamente ottimisti sul fatto che il tecnico, COT, e altri segnali sono allineati per un minimo, ma gli investitori dovrebbero fare attenzione qui. Questa idea è stata discussa in modo più approfondito dai membri della comunità di investitori privati, Commodity Conquest.

Sono stati tre mesi difficili per i tori d’oro. Dopo aver toccato ancora una volta circa $ 1,370 l’oncia, l’oro ha registrato un costante calo nel passato di $ 130 l’oncia (quasi il 10%). Durante la scorsa settimana, l’oro si stava formando su ciò che a posteriori potrebbe sembrare un fondo, ma dovrà superare in modo convincente il prezzo di $ 1.260 per i tori per essere nuovamente eccitato. Il grafico giornaliero mostra che il MACD ha recentemente avuto un cross rialzista, che è una buona notizia per i tori. Il punto di controllo (dove è stata scambiata la più alta quantità di volume) nel 2018 è superiore a $ 1,335.

Una cosa che ci rende meno rialzisti nel breve periodo è il crescente interesse aperto nel mercato dei future sull’oro COMEX. Lunedì 9 luglio, l’open interest è aumentato di oltre 9.000 contratti in un giorno che ha avuto un rally mattutino che è svanito nel pomeriggio. Il punto di controllo degli ultimi 20 giorni è vicino a $ 1,258. È possibile che guarderemo indietro al livello di $ 1,258 come trampolino di lancio per prendere il prezzo più alto o il soffitto che ha catapultato l’oro ad un nuovo minimo.

Sommario

Cinque motivi per non investire nell’oro

Fin dai tempi degli antichi, l’oro è stato apprezzato, ambito e considerato in tutto il mondo come una risorsa con un valore intrinseco reale. È ancora molto stimato oggi e investire in oro è considerato a vario titolo una copertura contro l’inflazione, uno strumento di diversificazione e una valuta a sé stante. Ma l’oro è un buon investimento? Molti goldbug citano la preoccupante natura deprecativa delle valute cartacee che non sono tsostenuto da qualcosa di reale. Quanto può essere preziosa una moneta, dicono, se la si può stampare in quantità illimitate?

Warren Buffett, CEO di Berkshire Hathaway (tickere: BRK.A, BRK.B) e forse il più grande investitore di tutti i tempi comprende l’attuale paura. Gli investitori d’oro, dice, “hanno ragione di temere la carta moneta, la premessa di base che la carta moneta in tutto il mondo varrà sempre meno nel tempo è assolutamente corretta, hanno le giuste premesse di base.” “Ma dove vanno a finire è l’errore “, aggiunge Buffett.

Osservando da vicino le qualità dell’oro come un investimento, è facile capire perché l’Oracolo di Omaha è rimasto bloccato alle scorte. Ecco cinque caratteristiche che mostrano perché un investimento in oro è un errore.

I rendimenti a lungo termine sono scadenti

Iniziamo con il più grande. Gli investitori hanno familiarità con la frase “le performance passate non sono necessariamente indicative dei risultati futuri”, che è un sobrio promemoria secondo cui i fondi comuni e i conti gestiti spesso invertono (o tornano alla media). Tuttavia, questo avvertimento implicito tiene meno quando si guarda al rendimento di intere classi di attività nel tempo. Ciò, dice Robert R. Johnson, principale del Fed Policy Investment Research Group, è dove l’inferiorità dell’oro è chiara.

John e i suoi colleghi nel libro “Invest with the Fed” hanno scritto che l’oro ha sottoperformance le azioni in tutti gli ambienti di tassi d’interesse, nonostante celebrato lo status popolare come copertura contro l’inflazione. “Dal 1972 al 2013, le azioni ordinarie hanno restituito il 14,68% in termini di tassi discendenti mentre i future sull’oro hanno raggiunto il 7,85%. Negli ambienti a tasso crescente, le azioni hanno reso l’8,47% mentre l’oro ha guadagnato solo il 4,86%. piatta, le scorte hanno fornito un guadagno del 10,61% e l’oro ha reso l’8,61% “, dice Johnson.

Il primo anno intero in cui il dollaro non era legato a un prezzo fisso dell’oro era il 1972, quindi è un anno importante per il confronto.

Come giudichi l’oro?

I nerd delle finanze ti diranno che il valore di qualsiasi asset è il valore attuale di tutti i flussi di cassa futuri. Le aziende della vecchia scuola di Wall Street vivono e muoiono con questo concetto, e molte azioni blue-chip vengono acquistate o vendute quando i “modelli” – truccati con ipotesi di crescita e tasso di interesse – lampeggiano “compra” o “vendi”. Allo stesso modo, ci sono tutti i tipi di rapporti – prezzo-guadagno, valore del prezzo di listino, valore dell’impresa-prezzo, ecc. – che gli investitori usano per valutare se uno stock è un furto o una truffa.

Queste metriche non esistono per l’oro, dice Tom Cassidy, capo degli investimenti della Peoples Security Bank.

Gli investimenti in oro non producono denaro

Uno degli aspetti migliori delle azioni è la loro capacità di produrre reddito per l’azionista. Nel corso del tempo, non solo riuscirai a mantenere il tuo capitale in una società in crescita, ma riceverai anche i dividendi azionari distribuiti negli anni.

Johnson pone semplicemente il dilemma: “Uno dei principali svantaggi dell’investimento in oro è che lì non sono previsti flussi di cassa periodici per l’investitore, diversamente dalla maggior parte delle azioni e obbligazioni non sono previsti dividendi in contanti o pagamenti cedolari a investitori d’oro”.

Inoltre, i contanti non sono utilizzati esclusivamente per i dividendi. Può anche essere utilizzato per riacquistare azioni o reinvestire nel business, nessuna delle quali si applica a un bene non produttivo come l’oro.

L’oro ha poca utilità reale

OK, quindi il famoso metallo prezioso non produce denaro. Ma nessuno dei due fornisce davvero molta utilità circa il modo in cui producono valore, alcuni sostengono. Il famoso metallo morbido perde ad altri metalli come l’argento a questo proposito, che viene frequentemente utilizzato in prodotti che vanno dall’elettronica ai dispositivi medici ai pannelli solari. D’altra parte, non ha molti usi finali industriali.

L’oro è inefficiente

L’ultima ragione per non investire nell’oro è la sua estrema inefficienza. Dal momento che è un bene fisico che le persone hanno la tendenza ad accaparrarsi, ci sono costi di stoccaggio e spesso costi di sicurezza in quanto i malcontenti tendono a rubarlo. E in un tocco ironico, il metallo che dovrebbe proteggere gli investitori dall’inflazione galoppante e anche la Federal Reserve, felice per la stampa, sta registrando un aumento dell’offerta. Sempre più, dopo tutto, viene estratto ogni anno, aumentando la riserva d’oro utilizzabile nel mondo.

E poi c’è l’intera faccenda delle tasse. Tom Cassidy ci va duro: “Il rendimento dell’oro è basato esclusivamente sul prezzo che sale, quindi quando vendi oro crei un guadagno in conto capitale, che nella maggior parte dei casi sarà tassato alle plusvalenze più favorevoli aliquota fiscale “, dice. “Tuttavia, se si investe in oro in un conto dilazionato, i guadagni che si ricevono saranno tassati in base alla propria fascia di reddito, che è in genere superiore al loro tasso di capital gain. Quindi, se un investitore vuole possedere oro dovrebbe essere fatto usando beni tassabili.”

Tutto sommato, l’oro è un investimento difficile. Fornisce la diversificazione? Sicuro. Può essere pensato come una valuta? Questo fatto sembra quasi innegabile. Ma è una copertura contro l’inflazione e fornisce un’alternativa di investimento redditizia a lungo termine al mercato azionario? Warren Buffett è uno “stock man”.

Oro, comportamento attuale

L’oro normalmente si correla negativamente al dollaro, alla coppia USD / JPY e ai tassi di interesse del Tesoro, mentre correlando positivamente a TIP. Ancora, l’oro ha invertito la sua correlazione con i tassi di interesse e TIP. La conversione alla media dovrebbe verificarsi quando l’oro riprende il suo trend ribassista.

Questa idea è stata discussa in modo più approfondito dai membri della comunità di investitori privati, Away From The Herd. Oro normalmente si correla negativamente al dollaro, al rapporto FOREX / USD / JPY e ai tassi di interesse, pur correlando positivamente le aspettative di inflazione. All’inizio di quest’anno, le correlazioni dell’oro con i tassi di interesse e l’inflazione si sono invertite, mentre la correlazione con le valute è rimasta normale. A maggio, l’oro era tornato alle normali correlazioni, ma recentemente ha, ancora una volta, disaccoppiato dai suoi normali schemi commerciali. Inoltre, il commercio dell’oro è relativo al dollaro e tutte e tre le parti della curva dei tassi d’interesse. Il dollaro continua la sua correlazione negativa con l’oro, e se si rompe più in alto (~ 95), o forma un rovesciamento testa-e-spalle prima di salire più in alto, allora l’oro continuerà a venire sotto pressione.

La correlazione con i tassi lunghi, che è tornata ad essere positiva, dovrebbe tornare alla media (negativa) alla fine. Può farlo in due modi: l’oro aumenta mentre i tassi continuano a scendere, o l’oro continua a scendere mentre i tassi iniziano a salire. Poiché riteniamo che i tassi abbiano una tendenza al rialzo, quest’ultimo scenario sembra più probabile. Come il dollaro, la coppia FOREX USD / JPY continua con la sua correlazione negativa con l’oro.

Tecnicamente, la coppia di valute è sovra-acquistata (stocastica) che, sebbene possa rimanere elevata per qualche tempo, è probabile che supporti un rimbalzo del prezzo dell’oro.

Piattaforme per fare trading sull’oro

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Oro, eppur si muove…

Le teorie fondamentali isolate hanno poco peso su ciò che sta realmente accadendo nel mercato stesso. Un mercato in movimento tende a rimanere in movimento a meno che una nuova forza non agisca su di esso. Dobbiamo valutare costantemente da dove siamo dal punto di vista tecnico se speriamo di catturare segnali che cambiano tendenza man mano che arrivano.

La nostra speranza è che capirai lo scopo e il luogo di questi articoli nelle tue decisioni di investimento. Ci sono dozzine se non centinaia di fonti che puoi scegliere di trasformare in ogni settimana per leggere teorie sul perché i prezzi dell’oro possono aumentare, perché i mercati azionari dovrebbero calare, o perché il dollaro americano possa o meno mantenere il suo status di valuta di riserva mondiale per un altro anno o un’altra generazione. Le teorie fondamentali isolate sono affascinanti e costituiscono una buona narrazione, ma hanno poco peso su ciò che sta effettivamente accadendo nel mercato stesso.

Il mercato è la somma di milioni di individui unici, ognuno sperando, credendo, ricercando e alla fine decidendo come agire nel loro modo unico. Potremmo conoscere alcuni fondamenti, ma non possiamo sapere cosa pensano ciascuno dei milioni di individui che partecipano al mercato. E quindi non possiamo possedere una conoscenza fondamentale completa. Gli analisti tecnici riconoscono la propria incapacità di conoscere tutti i fondamentali del mercato – ma cercano un altro modo per superare questa limitazione intrinseca.

Tutti gli individui, indipendentemente da cosa credano in un mercato, devono riunirsi in un unico luogo comune – e quel luogo è il prezzo corrente di il bene. Se una persona sceglie di acquistare, vendere o aspettare ai margini, lo fa al prezzo corrente di mercato. Il prezzo corrente è il singolo punto dati che contiene la somma delle conoscenze di tutti gli investitori al momento attuale.

Sebbene non possiamo conoscere tutti i fondamentali, possiamo studiare le tendenze e gli indicatori di tendenza all’interno dei punti dati più semplici ma potenti: il prezzo. L’analisi del trend ottiene il suo merito dalla prima legge del moto di Newton: “Un oggetto in movimento tende a rimanere in movimento a meno che una nuova forza agisce su di essa “.

Lo stesso si può dire dei mercati: “Un mercato in movimento tende a rimanere in movimento a meno che una nuova forza non agisca su di esso.”

Quindi applichiamo analisi del trend o del movimento al mercato dell’oro e cerchiamo segni che possono indicare che una nuova forza può o non può iniziare ad agire.

Oro rimane in una interessante giuntura

In un aggiornamento sulle giacenze di oro a metà giugno, abbiamo sottolineato che sono emerse alcune divergenze interessanti che tradizionalmente rappresentano un testa a testa che indica che un cambiamento di tendenza è vicino (vedi l’articolo “Divergenze d’oro emergono” per i dettagli). Lo abbiamo fatto dopo un grande down day nel prezzo dell’oro, che in realtà ha contribuito a impostare la divergenza rialzista; questo può essere sembrato controintuitivo, ma questi sistemi lo fanno sempre.

Le scorte di oro hanno continuato a scendere per quasi due settimane, ma i lettori che osservavano il settore hanno senza dubbio notato che:

1) le scorte di oro sono diminuite solo a malincuore e il settore ha mostrato forza interna (cioè, anche nei giorni di ribasso, numerose scorte gestite guadagnare terreno); e

2) le divergenze che abbiamo discusso sono rimaste al loro posto. Da allora, c’è stato un lieve rimbalzo del prezzo dell’oro da un livello di supporto laterale creato dal minimo del dicembre 2017, ma la forza relativa delle scorte d’oro ha continuato ad aumentare, che è un chiaro cambiamento di carattere.

Il rapporto HUI-oro ha persino gestito una sorta di “breakout” passando sopra una linea laterale di resistenza di supporto formata da un precedente minimo e due precedenti alti (nella misura in cui si può persino parlare di “supporto e resistenza” rispetto al rapporto grafici, che è discutibile).

Oro, ci sono segnali di una inversione rialzista

L’oro ha raggiunto il suo fondo? Questa è la domanda che gli analisti di materie prime si stanno ponendo dopo che gli ultimi dati Commodity Futures Trading Commission mostrano un modesto cambiamento nel posizionamento speculativo netta short del metallo giallo, nonostante i prezzi siano scesi ad un minimo di 12 mesi durante il periodo di indagine.

Il rapporto disaggregato di Commitments of Traders della CFTC per la settimana terminata il 3 luglio ha mostrato che i money manager hanno aumentato le loro posizioni lunghe lorde speculative sui future d’oro di Comex per 9.430 contratti a 104.275. Allo stesso tempo, le scommesse corte sono aumentate di 10.660 contratti a 105.529. Il posizionamento short netto dell’oro è attualmente pari a 1.254 contratti, il più alto netto dal 2015.

“Gli investitori finanziari speculativi sono rimasti pessimisti nella settimana al 3 luglio, sebbene l’aumento delle posizioni nette corte in oro non fosse così pronunciato come si sarebbe potuto dare il prezzo scivola”, hanno detto gli analisti delle materie prime di Commerzbank. In una recente intervista con Kitco News, Ronald-Peter Stoeferle, gestore del fondo presso la società di gestione patrimoniale Incrementum AG e autore dell’annuale relazione In Gold We Trust, ha detto che è sicuro che l’oro ha raggiunto il suo un minimo per l’anno. Ha aggiunto che a causa dell’attuale posizione speculativa, sarà difficile che cresca negativamente nello spazio d’oro.

Gli analisti di TD Securities hanno detto che l’oro ha faticato a causa della crescente debolezza delle valute dei mercati emergenti, oltre a una politica monetaria divergente della banca centrale, quali sono due fattori critici che hanno spinto il dollaro USA al suo massimo livello in un anno. Tuttavia, gli analisti vedono il potenziale per l’oro radunarsi nella seconda metà dell’anno.

“L’oro sembra aver trovato un fondo proprio mentre i funzionari cinesi hanno raffreddato le preoccupazioni dello yuan che viene armato”, hanno detto gli analisti. TDS ha detto che vede i prezzi dell’oro salire a $ 1,300 l’oncia entro la fine del quarto trimestre. Baruch, presidente di Blue Line Futures, ha detto che la sua azienda rimane rialzista sull’oro mentre il mercato continua il suo processo di fondo. “Ha un valore tremendo in oro in quest’area “, ha detto.

Mentre l’ottimismo sta crescendo nel mercato dell’oro, l’argento continua a lottare dopo essere stato colpito da una nuova ondata di vendite allo scoperto. Il rapporto disaggregato ha mostrato posizioni lunghe lorde speculative gestite dal denaro Comex silver futures è sceso di 2.010 contratti a 72.263. Allo stesso tempo, le posizioni corte sono aumentate di 10.030 contratti a 62.242. L’ondata di vendite pressanti ha ridotto la lunghezza netta dell’argento quasi della metà, attestandosi attualmente a 10.021 contratti. Durante il periodo del sondaggio, i futures dell’argento di settembre sono scesi al livello più basso da metà dicembre dato che i prezzi scendevano al di sotto del supporto psicologico critico a $ 16 l’oncia.

Oro e Argento a confronto

Mercoledì i metalli preziosi oro e argento sono stati scambiati in rosso nelle trattative del mattino. I futures dell’MCX Gold scambiavano 0,13%, o Rs 39 inferiori a Rs 30,489 per 10 grammi alle 10:54 (IST), mentre i futures su MCX Silver erano in calo dello 0,39%, o Rs 156, a Rs 39,637 per 1 kg a contemporaneamente. SPDR Gold Trust GLD, il più grande fondo scambiato in oro, ha dichiarato che le sue partecipazioni si attestano a 799,02, in calo di 1,75 tonnellate, rispetto al giorno lavorativo precedente.

Le partecipazioni del più grande fondo negoziato con argento (ETF), l’iShares Silver Trust SLV di New York, si sono attestate a 10113,38 tonnellate, rimanendo invariate rispetto al giorno lavorativo precedente.

L’intermediazione di Nirmal Bang Securities nelle sue prospettive quotidiane sulle materie prime dice: “I metalli preziosi sono scambiati al ribasso su COMEX oggi. Prevediamo che i prezzi scambieranno più bassi per il giorno, appesantiti da un dollaro USA più forte e potrebbero rivalutare un minimo di sette mesi dopo un tentativo fallito di rompere più in alto nella sessione precedente. Sul fronte globale, i prezzi dell’oro si sono abbassati nei primi scambi”.

La società estrattiva Pretium torna alla grande, preludio all’Oro?

Le risorse di Pretium hanno annunciato una produzione di grado benchmark nel secondo trimestre. Le stime di Costo sono più elevate di quanto si pensasse in precedenza. La debolezza dei prezzi dell’oro crea opportunità di acquisto. Questa idea è stata discussa in modo più approfondito con i membri della mia comunità di investitori privati, Azioni, Shock & Rocks.

A partire dal 2014 le preoccupazioni per la proprietà principale di Pretium Resources (PVG), Brucejack, hanno perseguitato l’azienda. Continua oggi poiché ci sono ancora contributori qui a Seeking Alpha che credono che il pretium sia, se non addirittura una truffa, almeno sicuramente una raccolta sopravvalutata di beni. Il dibattito discende dalla polemica sulla società di ingegneria Strathcona che rifiuta di classificare Brucejack come un deposito cauzionale. Contemporaneamente un’altra ditta Snowden emise una valutazione economica preliminare.

Ciò costò all’azienda tempo e denaro in quanto l’amministratore delegato Robert Quartermain ebbe un massiccio campionamento del minerale utilizzato per colmare il divario tra le due aziende. Da allora teme che questo sia l’approccio sbagliato e che Pretium non sarebbe mai stato in grado di estrarre il deposito in modo redditizio.

Parlando con un numero di persone del settore in quel momento ho avuto la sensazione che tutti sentissero che Brucejack avesse un enorme potenziale. Sarebbe anche un deposito molto difficile a causa della sua geologia. Nel 2017 l’azienda è entrata in produzione e tale valutazione si è rivelata corretta. I primi trimestri della performance di Pretium come compagnia mineraria sono stati meno che stellari. E alimentò l’argomento degli orsi secondo cui questa compagnia sarebbe caduta dietro la curva e avrebbe dovuto recuperare il volume, estraendo più minerale, ciò che non poteva raggiungere attraverso l’estrazione di alta qualità.

Il più recente comunicato stampa di Pretium ha finalmente iniziato a mettere la maggior parte di quelle persistenti paure da parte. La società ha preannunciato la produzione di Q2 con risultati che erano in linea con il grado di valutazione delle risorse di 14,5 g / tonnellata. Da quel comunicato stampa: “Con oltre 187.000 once prodotte nella prima metà del 2018, abbiamo consegnato la nostra prima metà del 2018 con una guida da 150.000 a 200.000 once d’oro”, ha dichiarato Joseph Ovsenek, Presidente e CEO di Pretium.

“Il successo dell’integrazione del nostro programma di controllo di qualità nel nostro processo di estrazione ha comportato un aumento del grado al mulino con una produzione che supera le stime di controllo del livello per il trimestre. Brucejack ha ora raggiunto una produzione allo stato stazionario e ci aspettiamo di consegnare da 200.000 a 220.000 once d’oro per la seconda metà del 2018.”

Esiste una correlazione Oro-Bitcoin?

Una possibile correlazione tra il prezzo del Bitcoin (BTC) e quello dei metalli preziosi, compreso l’oro, sta giocando nei mercati, e ha attirato l’attenzione dei commercianti e degli analisti. Il valore di BTC e oro si sono rispecchiati l’un l’altro dal 26 di giugno. Durante il periodo di due settimane, entrambe le attività sono diminuite e aumentate all’incirca nello stesso periodo, suggerendo una possibile correlazione.

Parlando con Crypto Briefing, Mati Greenspan, analista senior di mercato di eToro, ha detto di aver notato la relazione durante l’ultimo ciclo orso. Come il Bitcoin, anche il mercato dei metalli stabilisce aspettative di prezzo approssimative utilizzate come parametri per una volatilità accettabile dei prezzi. Tuttavia, come ha osservato Greenspan, nella stessa settimana in cui BTC è sceso sotto i $ 6.000 – considerato il suo prezzo base – l’oro ha toccato anche un minimo pluriennale, scendendo a $ 1250 il 3 luglio. Alla fine della scorsa settimana, entrambe le attività hanno messo in scena una ripresa misurata, prima di subire forti cali di prezzo nel trading di oggi.

Perché esiste una possibile correlazione Bitcoin / oro? Una delle principali attrazioni dei metalli preziosi è che l’accettazione quasi universale li ha trasformati in utili riserve di valore. I bassi tassi di interesse e i rendimenti all’indomani della crisi economica del 2008 hanno portato al valore del raddoppio dell’oro perché i mercati richiedevano un bene stabile per detenere la ricchezza: non può pagare dividendi, ma ha agito come un rifugio sicuro nel prossimo futuro. Bitcoin condivide caratteristiche simili ai metalli preziosi.

A differenza delle valute legali o di altre criptovalute, non esiste un’organizzazione centrale che supporti o controlli il suo valore: è completamente alla mercé del libero mercato. Un rapporto pubblicato congiuntamente da eToro e Imperial College London ha anche sostenuto criptovalute come Bitcoin, erano negozi di valore perché consentivano agli utenti “di fare scelte intemporali su quando spendere il loro potere d’acquisto”. Questo è ancora un punto controverso tra le autorità finanziarie; la Bank of International Settlements (BRI) sostiene che il suo valore è artificiale e fondamentalmente infondato. Detto questo, nei paesi che mancano di valute stabili, come Venezuela, Iran e Zimbabwe, la popolarità tra Bitcoin è aumentata vertiginosamente.

In Afghanistan, dove la moneta di stato non è stata quasi mai un mezzo di scambio efficace, l’interesse per il Bitcoin è aumentato notevolmente. Simile alla criptovaluta, Greenspan non vede una spiegazione onnicomprensiva dietro le declinanti sorti dei mercati dei metalli. Tuttavia, un possibile suggerimento è che i tassi di interesse negativi dell’anno scorso spingessero le persone a correre un rischio e investissero i loro risparmi in oro o criptovaluta . Ora che i tassi stanno cominciando a salire di nuovo, quelle stesse persone stanno convertendo i loro risparmi in monete fiat: tenuti in conti bancari regolari. Il blocco Genesis per la rete BTC contiene un link a un articolo pubblicato su The Times intitolato: “Cancelliere all’ora del secondo piano di salvataggio per le banche “. Generalmente interpretato come sfiducia per le istituzioni centralizzate, evidenzia che il Bitcoin è stato creato in un periodo di grande incertezza economica, quando il valore delle valute legali, come il dollaro, l’euro o la sterlina, non poteva più essere dato per scontato.

Robert Shiller, che ha denunciato il BTC come una “bolla speculativa”, recentemente ha affermato su Bloomberg che la sua popolarità non è contenuta all’interno delle linee geografiche. L’instabilità economica ha portato alla creazione di Bitcoin in primo luogo e da allora è stato il principale motore di adozione. Se il Bitcoin ha una forte correlazione con l’oro, questo è probabilmente perché entrambi sono stabili riserve di valore, indipendentemente dalle fortune economiche di un paese o una banca centrale.

LEAVE A REPLY