Opzioni Binarie: successo e semplicità

opzioni-binarie

Tra le operazioni finanziarie hanno di recente conquistato un certo successo le opzioni binarie. Per opzioni binarie si intende quella operazione finanziaria che si basa, per l’appunto, su due opzioni. Il broker sceglie un asset e fa una previsione sul trend che avrà percorso a un dato momento. Punta una somma, che può essere anche molto contenuta, e aspetta. Se la sua previsione si avvera vince il 185% della posta ma se perde… Beh, perde tutto.

Le opzioni binarie vengono apprezzate in particolare per la loro semplicità, per le laute possibilità di guadagno e per la loro coloritura user-friendly. Piacciono soprattutto ai neofiti ma anche a chi ama il rischio. Quando si parla di operazioni binarie, infatti, si vince tanto o si perde tutto. Non c’è una terza possibilità (e infatti vengono chiamate anche “opzioni a due vie”).

Caratteristiche

Accessibilità. Le opzioni binarie possono essere utilizzate anche da chi non si intende di finanza, di economia e di borsa. Il meccanismo è incredibilmente simile a quello della roulette. Si scommette su un evento, semplicemente. Non c’è nulla da capire, nulla da studiare. Certo, se ci si vuole approcciare in maniera tecnica lo si può fare, e le possibilità di guadagnare ovviamente aumentano, ma non è obbligatorio. Al massimo va studiato “il passato” dell’asset su cui si punta, il suo modo di reagire a determinati stimoli esterni (es. interesse medio die btp in relazione a una crisi di governo) ma nulla più. Molti siti offrono addirittura un’account demo per fare pratica senza perdere nemmeno un centesimo.

Velocità. Si può iniziare subito e subito si può iniziare a guadagnare. In pochi minuti si può registrare un account e si può impostare la data di scadenza abbastanza liberamente (quindici minuti, un’ora, un giorno, una settimana e così via).

Guadagno. Visto che le opzioni sono due, la probabilità di vincere è del 50%, quindi molto alta. E’ vero che se si perde si perde l’intera posta giocata, ma se si vince si vince quasi il doppio della posta (85%) o addirittura di più. Il rischio è presente ma come al solito la riuscita dell’esperienza “opzione binaria” è demandata al buon senso di ognuno. Proprio qui sta il rischio più grande: esagerare. Farsi prendere la mano è facile, perché il meccanismo è quello della scommessa, dunque del gioco d’azzardo . E la passione per l’azzardo può diventare una malattia.

Esempi

operazioni-binarie

Questa è la classica interfaccia che consente di svolgere un’opzione binaria. Si possono notare le seguenti voci:

Attività. Permette di selezione l’asset su cui puntare.

Scadenza. Permette di scegliere la data e l’orario di scadenza. In quel preciso momento l’andamento dell’asset avrà dovuto rispettare la “previsione” fatta dall’utente.

Alto e Basso (Call e Down). Permette di scegliere il trend. Se si clicca su Alto si scommette sulla valutazione dell’asset. Se si clicca su Basso si scommete sulla sua svalutazione.

Investimento. Permette di selezionare la cifra da puntare.

Ritorno. Permette di conoscere l’entità della futura vincita. Come si può notare, con un investimento di 100 dollari se ne guadagnano 181.

Il grafico, infine, esibisce il trend sostenuto dall’asset negli ultimi tempi. Strumento utile per fare previsioni con cognizione di causa.

Varianti

Esistono alcune varianti di opzioni binarie che complicano un po’ l’operazione ma che la rendono più interessante o meno rischiosa. La prima è One Touch, che in inglese significa “colpo solo”. Si tratta di un’operazione ad alto rischio. In buona sostanza, il broker non punta sul trend – positivo o negativo – ma su un valore specifico. Se a una data stabilita l’asset stabilito avrà acquisito un valore fissato, si vince. Le probabilità di vincere sono scarsissime, a meno di avere un grande intuito o una grande fortuna, ma il guadagno è veramente alto: fino a quattro volte la posta.

La seconda variante è quella del “rimborso”. Si è già detto che se si perde nell’opzioni binarie si perde tutto. Ebbene, alcune piattaforme offrono un rimborso minimo. In genere è del 15%. Non tanto, anzi è molto poco, ma questa possibilità permette all’utente di piangere con un occhio solo.

Piattaforme

Di seguito i siti universalmente riconosciuti come i migliori per operare con le opzioni binarie.

Trader XP. E’ uno dei primi siti ad aver offerto una piattaforma per le opzioni binarie. E’ completo, permette di “scommettere” su una quantità vastissima di asset, contempla tutte e tre le varianti più conosciute (tradizionale, One Touch, Rimborso). L’unico difetto è l’interfaccia: un po’ complicata per i neofiti.

24Option. Istituito nel 2009, si è dimostrato all’altezza di Trader XP anche se si è differenziato – positivamente – per spirito d’innovazione. Di recente è stata infatti inserita l’opzione “60 secondi” che permette di selezionare una scadenza estremamente ravvicinata (a tutto vantaggio della velocità quindi).

AnyOption. Questa è una piattaforma che fa dell’accessibilità la sua stella polare. L’interfaccia è semplice e ogni pagina è arricchita da commenti tutorial, oltre ai più classici video che offrono istruzioni per diventare dei bravi broker e per utilizzare lo strumento opzioni binarie.