Opzioni binarie: 24option lascia il mercato per concentrarsi su Forex e CFD

La notizia ha fatto subito il giro del web, scatenando perplessità tra i trader. Il portale per il trading online, 24option, ha deciso di abbandonare il mondo delle opzioni binarie per dedicarsi del tutto al settore Forex e CFD.

Alla luce di questa decisione, 24option dapprima non ha accettato nell’immediato i depositi da parte di nuovi clienti residenti nei Paesi dell’Unione europea. Successivamente, il diniego ha riguardato anche gli utenti che arrivano dal resto del Mondo. Per chi è già registrato al sito, comunque, i depositi sono ancora accettati.

Un vero e proprio cambiamento di attività per 24option. Ma prima di entrare nel merito della notizia, conosciamo meglio 24option e il mondo delle opzioni binarie.

Come funziona 24option

Conosciamo meglio 24option, descrivendo la sua attività prima di questa clamorosa scelta di abbandonare le opzioni binarie. 24option è un broker leader mondiale del trading online. Giusto per farsi un’idea, basta dire che è sponsor della squadra di calcio italiana più titolata: la Juventus. Ma, soprattutto, 24Option è regolamentato dalla CySEC, regolamento a livello Europeo ed Italiano secondo la direttiva dell’Unione euorpea per gli strumenti finanziari MiFID.

Cosa vuol dire ciò? Che questo broker è sottoposto a più controlli al fine di accertarne la qualità e la trasparenza dei servizi offerti appannaggio dei suoi trader.

Naturalmente, anche per il trading online vale la pena: provare per credere. Sul web infatti si può leggere di tutto, da recensioni denigratorie a quelle positive. Da quelle scritte da esperti del settore a quelle scritte da persone improvvisate. Pertanto, il suggerimento per “testare” 24Option è quello di aprire un conto Demo. Ossia, un conto aperto con denaro virtuale, che non comporta perdite reali. Un rischio per chi inizia nel mondo del trading online ancor più elevato del solito. Proprio perché si tende ad operare per istinto ed entusiasmo smisurato, oltre che mossi da inesperienza tecnica. Oltre al conto demo, meglio anche leggere molto ed informarsi. Su 24Option è prevista proprio una Sezione formativa sul trading binario. Ma ora lo sarà anche sui nuovi strumenti su cui sarà possibile investire su questo portale.

Iscriversi a 24Option è molto semplice e una volta inseriti tutti i dati negli appositi campi, bisogna spuntare la sezione relativa all’accettazione dei termini e le condizioni del sito. Vi arriverà una mail all’indirizzo scelto (se non arriva, controllare in Spam) dopo confermare l’iscrizione pigiando sull’apposito link. Insomma, come si fa per ogni sito a cui ci si registra. Infine, Clicca sul link all’interno della email per confermare l’iscrizione.

All’interno del sito, è possibile notare facilmente che all’interno della sezione dedicata all’elenco delle opzioni, è possibile scegliere tra diversi asset sottostanti. Si ha a disposizione una vasta gamma di asset sottostanti legati a questi mercati:

Mercato valutario:

  • Euro-Dollar;
  • Pound-Dollar;
  • Euro-Japanese Yen;
  • Dollar – Japanese Yen;
  • Pound – Japanese Yen;
  • Pound – Euro;
  • Euro – Pound;
  • Australian Dollar – USD;
  • USD – Canadian Dollar;
  • Euro- Turkish Lira;
  • Swiss Franc – American Dollar;
  • American Dollar – New Turkish Lira;

Mercato delle materie prime:

  • Oro;
  • Argento;
  • Petrolio;
  • Dow Jones;
  • Nasdaq Composite;
  • IBEX-30;
  • CAC 40 Future;
  • S&P 500;
  • Nikkei 225;
  • SMI Future;
  • MIB-30 Future;
  • Nifty Future;
  • ASX 200 Future.

Mercato di tipo azionario:

  • Vodafone;
  • Lloyds;
  • British Petroleum PLC (BP);
  • Barclays PLC;
  • Google Inc;
  • Apple Inc;
  • Telefonica SA;
  • France – Telecom;
  • Societe Generale.

Forex

Le tipologie di opzioni binarie disponibili sono le seguenti:

Alto/basso

Trattasi delle tradizionali opzioni binarie su cui scommettere se il valore dell’asset tenderà a salire o scendere entro la scadenza che l’utente stesso stabilisce. In media, per questa tipologia di opzioni il ritorno medio è pari all’ottanta percento per trade vincente.

Breve termine

Questa tipologia di opzioni binarie hanno una scadenza che oscilla tra i sessanta e i centoventi secondi. Con le opzioni a breve termine è possibile sfruttare i più piccoli movimenti di prezzo che avvengono sul mercato. In questo caso, il rendimento è un po’ più inferiore del precedente tipo di opzione binaria, ossia del 70-79% per trade vincente.

Ancora, le opzioni binarie hanno sempre una scadenza divisa in tre modi: Intraday (all’interno dello stesso giorno); 2. Fine del giorno (quando chiude la giornata della borsa); 3. Fine della settimana. È possibile aggiungere l’opzione di versamento al 100%: i trader possono ottenere fino al cento percento di pagamenti per un trading di successo, ma corrisponde di contro un rischio più elevato di perdita di capitale.

Come operare su 24option

Tralasciando la parte relativa alle opzioni binarie, ormai inutile da riportare per la scelta di questo trader di rinunciare a questo genere di investimento, vediamo meglio come funziona 24Option.

Subito sotto il pannello che mostra le cinque migliori operazioni di trading, è possibile trovare un link che collega direttamente ai video-corsi di 24option. Trattasi di una serie di brevi video che spiegano il mondo delle opzioni binarie messi in ordine seriale. Sarà sufficiente pigiare sul primo video per poi far riprodurre in modo automatico tutti i video sottostanti.

I video trattano i seguenti temi:

  • Introduzione;
  • Il mondo del trading globale;
  • Le caratteristiche delle opzioni binarie;
  • Il trading è una forma d’arte;
  • Possibilità e rischi;
  • Emotività nel trading;
  • Distribuzione del rischio.

Dunque, viene presentato il mondo delle opzioni binarie a 360 gradi: dal suo fascino (viene addirittura paragonato ad una forma d’arte) fino ai rischi che esso comporta per il trader. Ancora, 24Option offre altri contenuti multimediali per formarsi. Così da rendere la vita dei meno esperti un po’ meno complicata. Questi i materiali messi a disposizione dalla piattaforma:

  • Trading eBooks: trattasi di eBook scaricabili dal sito, ricchi di informazioni utili per ampliare la propria conoscenza commerciale. Secondo molti recensori, quelli offerti da questa piattaforma sono i più completi in circolazione;
  • Ebook interattivo: vanno oltre il classico ebook in Pdf: con questo tipo di ebook innovativo, è possibile interagire direttamente per comprendere al meglio le basi trading in opzioni binarie;
  • Video di trading: all’interno del centro di formazione multimediale è presente un link che permette l’accesso ai video-corsi presentati in precedenza. In questa sezione però, non mancano video destinati agli utenti più esperti;
  • chiusura anticipata: in questa sezione si illustra una funzione molto importante di 24Option, ossia quella che permette di limitare le perdite, mediante la risoluzione anticipata delle transazioni commerciali. Occorre però ammettere che non sia sempre accessibile;
  • calcolare la scadenza: infine, esiste una sezione rivolta all’utilizzo appropriato delle scadenze delle opzioni binarie, ma anche dei migliori orari per effettuare un investimento.

Come effettuare versamenti e prelievi su 24Option

Vediamo ora come versare denaro sulla piattaforma e come prelevarlo. Occorre però fare una distinzione tra deposito minimo e importo minimo:

  • deposito minimo: si tratta della somma minima che è possibile depositare per accedere alla piattaforma di trading. Su 24 Option è di 250 euro;
  • importo minimo: si tratta della somma minima con cui si può investire su ogni operazione effettuata con le opzioni binarie. Su 24 Option è di 24 euro.

Ci si può registrare in maniera gratuita e inserendo pochi dati. E’ possibile farlo o dal menù principale “apri un conto“, o mediante il widget che si trova nella parte alta del sito. Una volta inseriti i dati, viene inviata una mail di conferma all’indirizzo che si è scelto per la registrazione. Meglio quindi utilizzare dati veri, il trading è una cosa seria e non una chat di incontri.

Fatto ciò, occorre depositare il denaro. E’ possibile farlo in tre modi:

  • Carta di credito: il sito accetta Visa, MasterCard, Carte Bleue, Dankort, CartaSi, Laser e Discover;
  • Pagamenti elettronici: 24 Option accetta MoneyBookers, Money Gram;
  • Bonifico bancario: per questa opzione è possibile contattare direttamente il proprio tuo account manager, che sarà possibile conoscere non appena sarà effettuata la registrazione.

Per prelevare denaro, invece, esistono alcuni accorgimenti da tener presenti. I ritiri sono processati senza ritardi indebiti dopo la verifica completa del proprio account. Il tutto avviene via web, basterà semplicemente caricare i file all’interno del sito. E’ consigliabile eseguire questa procedura subito dopo aver aperto il conto, così da essere già un utente verificato. Un obbligo imposto dalla normativa europea anti-riciclaggio. In virtù di ciò, meglio evitare i broker che non prevedono questa procedura, in quanto è illegale e non è certo un buon segno sulla sua affidabilità. E’ possibile utilizzare sia carte di credito che di debito, bonifico o conti elettronici.

I prelievi sono sottoposti a dei costi, tecnicamente chiamati commissioni, a seconda dello strumento scelto per eseguirli:

  • Carta di credito: 3.5%;
  • Skrill (Moneybooker): 2%;
  • PayPal & Neteller: 3.5%;
  • bonifico bancario: (a seconda della valuta) 30 dollari; 25 euro; 20 sterline. In caso di bonifico bancario, però, possono esserci ulteriori commissioni in base alla banca di intermediazione.

L’importo minimo ritirabile su 24Option è di 10 dollari, 10 euro e 10 sterline. Per quanto concerne i costi di prelievo imposti da 24 Option, essi variano a seconda del tipo di conto aperto:

  • conto BASIC: Primo prelievo gratuito;
  • conto SILVER: Primo prelievo gratuito;
  • conto GOLD: Primo prelievo del mese (solare) gratuito;
  • conto PLATINUM e conto DIAMOND: Prelievi sempre gratuiti.

Da questo elenco si evince quindi come il primo prelievo sia sempre gratuito a prescindere dal tipo di conto.

Assistenza clienti offerta da 24 Option

24Option offre un’assistenza diversificata per ogni Paese. Quindi non bisogna sforzarsi di parlare e capire l’inglese per l’esistenza di un call center centralizzato per tutti. Ecco i vari modi per raggiungere l’assistenza clienti per i trader italiani:

  • Tel: +39 06 9480 0588;
  • Fax: +44 207 657 3101;
  • Servizio clienti: +357 25 262063;
  • Affiliato: +357 25 262025;
  • Email: info@24option.com.

Cosa sono e come funzionano le Opzioni binarie

In questo paragrafo ci occupiamo più da vicino delle Opzioni binarie, da qualche giorno non più proposte da 24Option. Le opzioni Binarie sono un tipo di investimento che consentono di guadagnare nel caso in cui la propria previsione sulla direzione del prezzo entro il tempo di chiusura è esatta. Viceversa, si perde quanto scommesso. Sono uno strumento finanziario di tipo derivato ed estremamente semplice. E’ sufficiente scegliere un asset, scegliere un importo da investire e intuire quale sarà la direzione dell’investimento.

Da ciò deriva anche il loro nome di opzioni binarie: la previsione sull’asset è di solito di due tipi:

  • al Rialzo, se si scommette che la quotazione andrà verso il rialzo rispetto al prezzo di partenza;
  • al Ribasso, se, viceversa, si prevede che la quotazione si abbasserà rispetto al prezzo attuale.

Da ciò si evince quanto le opzioni binarie siano estremamente facili da utilizzare, adatto da parte dei neofiti degli investimenti finanziari. Altro vantaggio è che le opzioni binarie permettono di investire su una pluralità di strumenti: azioni, valute forex, materie prime, indici. Per poterlo fare, occorre registrarsi a una piattaforma per il trading online. Tra le più consigliate c’era appunto 24Option, che, come detto, vi ha rinunciato in questi giorni. Una valida alternativa è Iq Option. L’importante, comunque, è scegliere sempre piattaforme con licenza Consob, esposta sulla Home page del sito. Attenzione però: dire che investire sulle Opzioni binarie sia facile, non vuol dire che questi strumenti facciano guadagnare altrettanto facilmente.

Nate da un’idea del professor Sanford J. Grossman, docente della Pennsylvania University, il quale ha realizzato complessi modelli matematici e probabilistici, le Opzioni binarie si basano su una nozione molto semplice e vista in precedenza. Per poterci investire, occorre dapprima individuare l’asset sottostante, il quale può essere una materia prima quale oro o petrolio, un’azione, una coppia di valute forex, ecc; scegliere l’importo da investire; scegliere la scadenza dell’opzione (che può andare da un minimo di 15 minuti ad un mese); scegliere il tipo di previsione, ovvero se il prezzo dell’asset salirà o scenderà. Se abbiamo azzeccato la previsione, potremmo guadagnare anche più dell’80% dell’importo originario investito.

Tuttavia, oltre alle sopra descritte opzioni binarie top / down esistono anche altri due tipi di opzioni binarie più complesse e adatte ai trader più navigati:

  • interval: occorre intuire in quale intervallo di prezzo verrà a trovarsi l’opzione alla scedenza;
  • touch: in questo caso, occorre prevedere se l’asset, anche per un solo istante, assumerà un determinato valore.

Opzioni binarie: falsi miti e truffe

Come già detto, non bisogna ritenere che il mondo delle opzioni binarie sia tipo il Paese dei Balocchi. O forse, in un certo senso, lo sono. Perché per chi ricorderà la favola di Collodi, Pinocchio, avrà anche a mente che il Paese dei Balocchi era una pacchia solo all’apparenza, ma in realtà celava una triste realtà per i bambini.

In effetti, quando si decide di investire sulle Opzioni binarie, bisogna ugualmente essere preparati ed avere un capitale da investire superfluo e non costituito dai risparmi di una vita. O da denaro che serve per cose molto importanti per la famiglia. Occorre poi dire che anche le Opzioni binarie possono essere oggetto di truffa qualora non si scelgano piattaforme per il trading online certificate. Esistono infatti broker che sottraggono soldi dal conto degli utenti, prodotti civetta che illudono i meno esperti di ottenere facili guadagni ma in realtà gli fregano solo i soldi (e qui ritorna la favola di Pinocchio, ricordando l’albero di monete millantato da Il gatto e la volpe). O, infine, guide fasulle a pagamento che insegnano cose improbabili.

Tra queste, e qui siamo ad una terza criticità, circola anche il falso mito della falla nel sistema. Una presunta falla tecnica insita nelle piattaforme di trading che permetterebbe di guadagnare. Questa falla viene millantata da presunti geni informatici, ma in realtà è una pia illusione.

Perché 24Option ha abbandonato le opzioni binarie

Dopo aver parlato di 24Option e delle opzioni binarie, cerchiamo di capire i motivi del loro divorzio. Secondo il parere degli esperti, 24Option vuole entrare in un mercato molto più competitivo: quello dei CDF e del Forex. Che presenta un altissimo numero di trader ben consolidato. A tal fine, la società avviato anche una partnership con Alpesh Patel, un rinomato analista oltre che rubricista del Financial Times e di Bloomberg; al fine di consolidare questa offerta e migliorare anche l’aspetto informativo. In realtà, 24Option ha già lanciato Forex e CFD diversi mesi fa. La piattaforma ha anche aggiornato il proprio processo di registrazione al fine di evitare un’erronea conoscenza della materia ed evitare agli utenti esperienze di trading negative con i nuovi strumenti offerti. Ciò conferma quanto questa piattaforma ci tenga alla formazione dei trader che ivi operano.

In virtù di ciò, 24option offre una soluzione standard MT4 e un’alternativa proprietaria con un’interfaccia di trading semplificata. Il trader troverà sulla piattaforma nuovi strumenti quali:

  • un pulsante di acquisto e di vendita;
  • l’ammontare del rischio per ogni pip di movimento dei prezzi:
  • campi di stop loss e profit taking.

Perchè tutti stanno preferendo i CFD? Perché questi ultimi non danno scadenze, ma, al contrario, offrono la possibilità di speculare sulla volatilità dei sottostanti senza avere l’ansia proprio delle scadenze. E’ possibile chiudere e aprire una operazione legata ad un sottostante o ad un bene, quando lo si ritiene più opportuno.

Per quanto concerne la scelta di 24 Option, ci sarebbe però anche un’altra ragione: l’accanimento dell’ente CySEC nei suoi riguardi e le eccessive restrizioni imposte ai broker di opzioni binarie. Del resto, buona parte delle società di trading binario avevano sede in Israele e il governo di questo Paese mediante l’organo nazionale ISA (acronimo di israel security authority) aveva dapprima vietato le opzioni binarie nello stato israeliano ed ora ha vietato il marketing delle società aventi sede nel Paese mediorientale.

Le considerazioni finali da fare sono due. Non è detto che chiuso 24Option non sia possibile più investire sulle opzioni binarie. Esistono infatti altre piattaforme di trading online molto valide per farlo. Secondo aspetto, però negativo, è che molti malintenzionati coglieranno la palla al balzo per fregare il prossimo tramite le opzioni binarie. Millantando facili guadagni. Occhio dunque.

Per saperne di più su 24option clicca qui.

LEAVE A REPLY