NZD/USD, analisi tecnica al 29 marzo

Il ddollaro neozelandese è caduto durante le negoziazioni di mercoledì, superando il livello di 0,7250. Per questo motivo, abbiamo testato il livello 0,72, che è un livello che dovrebbe essere a conoscenza di come ha visto il supporto in precedenza. Se riusciamo a superare il livello di 0,7250, il mercato dovrebbe quindi raggiungere il livello di 0,7350.

Questo è un mercato che continuerà a reagire all’atteggiamento generale dei trader, quindi prestando attenzione ai mercati azionari e, naturalmente, ai mercati delle materie prime, è possibile farsi un’idea su dove potrebbe andare la coppia NZD / USD al di sotto del livello di 0,72. Il mercato probabilmente scenderà al livello di 0,7150, che è stato un massiccio sostegno negli ultimi tempi.

Secondo gli analisti, l’atteggiamento generale del mercato è probabilmente rialzista, quindi alla fine dovremmo vedere gli acquirenti entrare nella prima occasione. Il livello di 0,7350 sopra dovrebbe essere una resistenza massiccia, ma quella è un’area che è stata rotta già. Indipendentemente da ciò che accade, ci si aspetta che il mercato sia molto volatile e difficile, quindi è consigliabile mantenere le dimensioni della propria posizione ridotte. Ma probabilmente ciò è una buona idea per la maggior parte delle coppie di valute in questo momento, dato che i mercati Forex sono stati molto instabili in generale.

Il dollaro USA si trova di fronte a molti ostacoli diversi, anche se, se siamo fortunati, potremmo ottenere una mossa impulsiva, forse perché i segnali della guerra commerciale sono stati completamente evitati. Questo dovrebbe ovviamente spingere tale mercato più in alto.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here