Nuova banconota da 20 euro: in circolazione dal 25 novembre

Tra poco più di un mese, entrerà in circolazione la nuova banconota da 20 euro. Al fine di rendere più arduo il lavoro dei falsari sono stati introdotti un “numero verde smeraldo” e una “finestra con ritratto” integrata nell’ologramma. Praticamente, guardando la banconota in controluce, su entrambi i lati del biglietto, si potrà vedere il ritratto della figura mitologica di Europa da cui deriva il nome del Vecchio Continente.
La nuova banconota è protagonista della mostra «La Banconota delle idee: creatività, tecnologia e sicurezza» che, promossa dalla Banca d’Italia, con il patrocinio di Expo 2015, è iniziata lunedì 19 ottobre e finirà il 31 nella sede di Milano. La mostra ruota intorno ad una installazione multimediale che condurrà il visitatore anche alla scoperta dei nuovi 20 euro, serie Europa, in circolazione dal 25 novembre.

Le banconote in euro sono in circolazione dal 1 gennaio 2002 e sono disponibili in 7 diversi tagli; a differenza delle monete, caratterizzate da una faccia che cambia nei diversi paesi, le banconote presentano un aspetto grafico uniforme in tutti gli stati membri dell’Unione, secondo quanto stabilito dalla Banca Centrale Europea. Secondo l’articolo 128 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, la Banca Centrale Europea ha infatti il diritto esclusivo di autorizzare l’emissione di banconote in euro all’interno dell’Unione. Gli Stati membri possono invece coniare monete metalliche in euro con l’approvazione della BCE.

Ciascuno dei tagli presenta un colore e dimensioni distintive che negli ultimi due anni hanno subito un restyling per rendere più complicata la vita a chi di mestiere falsifica denaro.
La grafica delle banconote ha come tema comune l’architettura europea in vari periodi storici; il fronte mostra finestre o passaggi, mentre sul retro sono disegnati dei ponti, simbolo di collegamento tra i diversi stati. Al fine di non creare controversie in merito alla scelta di rappresentare monumenti specifici a discapito di altri, si è badato a far sì che gli esempi architettonici riprodotti non ricordino alcun monumento esistente.
Il 2 maggio 2013 è entrata in circolazione la nuova banconota da 5 euro. Seguita a ruota da quella da 10 euro. Il nuovo tema prevede l’inserimento di alcuni elementi mitici relativi al mito di Europa.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY