Netflix vola oltre le attese: 75 milioni di abbonati

Netflix ha chiuso il quarto trimestre 2015 con 5,6 milioni di abbonati in più (1,56 milioni di persone negli Stati Uniti e 4,04 milioni nel resto del mondo), ben oltre le previsioni aziendali di 5,15 milioni, arrivando ad un totale di 75 milioni. E per il trimestre in corso il gruppo stima di aggiungere altri 6,1 milioni di sottoscrittori. Numeri che vanno ben oltre le più ottimistiche previsioni. A favorire questo incremento è stata la corsa agli abbonamenti al servizio di video-streaming fuori dai confini americani.

Un mercato globale

Lo scorso ottobre, Netflix ha ottenuto un ottimo risultato nei nuovi mercati europei, tra cui Italia, Spagna e Portogallo. Nei giorni scorsi, inoltre, il gruppo ha annunciato di volersi espandere in altri 130 paesi, raggiungendo in questo modo quota 190. Nei prossimi mesi aprirà anche in Corea del Sud, Singapore, Hong Kong e Taiwan anche se i costi dovrebbero essere più alti a causa della volatilità dei mercati. La Cina, invece, rimane uno degli ultimi grandi mercati mondiali in cui Netflix non è ancora presente.
Il grande successo mondiale è dato dal fatto che negli ultimi anni la società a stelle e strisce ha investito molto denaro in programmi originali: tra questi «Orange is the New Black», «Narcos» e il film «Beasts of No Nation». Oltre a questi ha continuato la produzione del successo «House of Cards».

Azioni e ricavi

Le azioni del gruppo, negli ultimi 12 mesi, sono cresciute del 5,2%. L’utile per azione si è attestato a 10 cent per azione, aldilà delle attese degli analisti finanziari che prevedevano uno 0,02 cent.
Ieri, i conti hanno spinto i titoli Netflix nelle contrattazioni after hours, dove sono arrivati a guadagnare il 9,63% sulla Borsa americana. In attesa dei conti arrivati a mercati chiusi avevano terminato la seduta in rialzo del 3,7% a 107,89 dollari.
Per quanto riguarda i ricavi, il gruppo californiano ha fatto registrare 1,82 miliardi di dollari, il 23% in più rispetto ai 1,49 miliardi dello stesso periodo del 2014. Misurati sull’intero 2015 la società ha realizzato revenues per 6,78 miliardi, in crescita del 23,16%. Complessivamente i profitti hanno toccato quota 112,6 milioni di dollari nel complessivo del 2015, scesi dai 266,8 del 2014.