Netflix, nuovi abbonati internazionali e titolo in rialzo del 20%

Il colosso della tv on demand ha chiuso la trimestrale con utili per 51,5 milioni di dollari, contro i 40,75 dello stesso periodo del 2015, e raccoglie altri 3,57 milioni di abbonati, contro i 2 milioni previsti. Deludente il mercato statunitense

La piattaforma per lo streaming online di film e serie TV, Netflix, dopo un primo periodo di incertezza ha concluso il terzo trimestre dell’anno con un netto rialzo di utenti, grazie ai quali gli utili ed i ricavi hanno battuto il consensus. Nonostante il lento aumento degli abbonati a Netflix e le stime degli analisti che puntavano al ribasso, il colosso dello streaming ha visto volare in alto il titolo in Borsa.

Netflix: i dati dell’ultimo trimestre

L’ultimo trimestre conclusosi il 30 settembre, ha registrato utili per un totale di 51,5 milioni di dollari (12 cent ad azione), rispetto ai 40,75 milioni di dollari (9 cent ad azione) dello stesso periodo dell’anno precedente, a dispetto dei 6 cent ad azione previsti dagli analisti. Per quanto riguarda i ricavi, Netflix, ha ottenuto 2,29 miliardi di dollari rispetto ai 2,1 miliardi di dollari del settembre 2015.

netflix nuovi abbonati internazionali rialzo in borsa

In aumento i nuovi abbonati

L’obiettivo aziendale fissava l’aumento degli abbonati a 2,3 milioni di persone, ma i dati sulla crescita hanno fatto emergere un incremento pari a 3,57 milioni di nuovi abbonati. A livello mondiale Netflix ha ottenuto 3,2 milioni di utenti a differenza delle stime che prevedevano 2 milioni di nuovi utenti. Al 30 settembre 2016 gli utenti paganti sono stati stimati in 83,3 milioni ed un totale di 91,9 milioni di iscritti, i conti pubblicati dopo la chiusura dei mercati hanno fatto ottenere un rialzo del 20% al titolo.