Moneyfarm: cos’è, come funziona, opinioni, se conviene

Cos’è Moneyfarm? Come funziona Moneyfarm? Quali sono le opinioni su Moneyfarm? Quali sono le recensioni su Moneyfarm? Moneyfarm conviene? Moneyfarm è una truffa? Moneyfarm fa guadagnare?

In questo articolo, parleremo di Moneyfarm, considerata la più grande società di Consulenza finanziaria a livello europeo. Offre altresì servizi di gestione patrimoniale, piani di accumulo di capitale e analisi del portafoglio di investimento.

Prima di iniziare, è giusto anticipare dicendo che, se è vero che è possibile iniziare ad investire con qualunque capitale, occorre però fare attenzione in quanto su capitali bassi le commissioni sono pesanti. Una volta iscritti, si può fare un questionario online utile per individuare i propri obiettivi di investimento e così identificare il profilo di rischio.

In effetti, si sta facendo sempre più strada la cosiddetta Fintech, con i Robo Advisor che stanno diventando sempre più popolari. E questi servizi automatici stanno minacciando di sottrarre enormi quantità di attività ai tradizionali consulenti finanziari. Molti diversi segmenti del pubblico degli investitori hanno già approfittato di questi sistemi per una serie di motivi.

Molti consulenti finanziari tradizionali hanno deciso di collaborare con i Robo Advisor piuttosto che cercare di competere direttamente con loro, e questa strategia ha aiutato a snellire il processo e a ridurre i costi. I trader usano i robo advisor perché rimuovono il “lavoro di supposizione” percepito nell’investimento, che fornisce una misura di conforto agli investitori esitanti.

Inoltre, spesso i robo advisor offrono tariffe più economiche rispetto ai consulenti umani, il che li rende anche attraenti per questo gruppo. E i pensionati e gli high net worth individuals possono spesso testare questi consulenti robo perché hanno più reddito disponibile.

La diffusione dei Robo Advisor sta portando anche alla diffusione di truffe, in quanto molte piattaforme millantano di far guadagnare soldi facili tramite consulenti virtuali.

Per completezza faremo riferimento anche alle alternative possibili a MoneyFarm, tra cui citeremo la piattaforma eToro che permette di fare investimenti in modo alternativo e più remunerativo.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fatta questa premessa, occupiamoci dunque di Moneyfarm.

Moneyfarm cos’è

Cos’è Moneyfarm? Moneyfarm viene spesso definito appunto un robo advisor. È essenzialmente un software in grado di darti un piano di investimento personalizzato e ti aiuta a metterlo in azione. In breve, Moneyfarm fa quello che farebbe un consulente finanziario tradizionale.

Determina il tuo profilo da investitore e decide su una linea d’azione. Ti consente quindi di attuare questo consiglio comodamente da casa tua. Moneyfarm investirà i tuoi soldi per te in quello che ritiene sia il modo migliore per te personalmente. Puoi avviare un conto di investimento generale o persino trasferire il tuo account ISA esistente alla piattaforma.

Tutto quello che devi fare in seguito è sederti e guardare i tuoi soldi “lavorare”. Non devi preoccuparti di scegliere asset o tenere traccia dei mercati su base giornaliera. Il che è veramente una grande opportunità.

Inoltre, con Moneyfarm stai beneficiando della conoscenza combinata degli investimenti di un team esperto. E sappiamo tutti che due teste sono meglio di una.

Una delle cose più apprezzare dagli utenti di Moneyfarm è il fatto che sia una macchina che fa tutto il lavoro. Spesso i consulenti finanziari stanno semplicemente cercando modi di fare soldi velocemente e in realtà non si preoccupano molto di offrirti le migliori opzioni esistenti sul mercato e offriranno invece i prodotti con cui ottengono la maggior parte delle commissioni.

Purtroppo, se è vero che ci sono molti consulenti che fanno attenzione ai loro clienti e giocano dalla loro parte, sfortunatamente però la maggior parte sono semplicemente venditori addestrati che hanno giustamente guadagnato il soprannome di “squali”.

Al contrario, Moneyfarm offre un servizio semplice, con commissioni inferiori e nessun incentivo da offrire diverso ciò che può soddisfare i clienti. Non sono solo le tasse basse, ma sono anche azioni facili da capire e non avrai sorprese nascoste. E, allo stesso tempo, hai anche un enorme supporto umano, grazie al loro centro di consulenza e al team di assistenza clienti. In questo senso, ottieni davvero il meglio di entrambi i mondi con Moneyfarm: quello tradizionale e, appunto, il succitato Fintech.

MoneyFarm come funziona

Come funziona MoneyFarm? Quando ti iscrivi a Moneyfarm, ti verrà chiesto di rispondere a un modulo.

Le domande su questo modulo servono per determinare il profilo dell’investitore. Questo profilo determinerà quali raccomandazioni Moneyfarm ti darà quando è il momento di creare il tuo portafoglio.

Investire non è una soluzione valida in maniera univoca. Persone diverse hanno diverse preferenze e avversione personale al rischio.

Ecco alcuni esempi delle domande che incontrerai:

  • Perché stai investendo?
  • Quanto stai investendo?
  • Quanto puoi risparmiare su base mensile / annuale?
  • Qual è la tua principale fonte di reddito?

Moneyfarm ti assegnerà quindi uno dei 6 diversi profili di rischio. Tuttavia, è importante capire che la decisione spetta a te. Moneyfarm ti chiede di porre domande, in conformità con i regolamenti FCA (organo di controllo sui mercati finanziaria che opera in Gran Bretagna. Praticamente la nostra Consob), ma spetta a te accettare i loro consigli.

Una volta ottenuto il modulo, è possibile aprire uno dei tre account con Moneyfarm; ISA, Pension o General.

Tutto ciò che rimane è sul tuo account, che puoi utilizzare come carta di credito o bonifico bancario.

MoneyFarm registrazione

Moneyfarm è disponibile per tutti i residenti nel Regno Unito o in Italia che abbiamo più di 18 anni. Siamo insomma maggiorenni. Tutto ciò che serve per iscriversi è un documento di identità valido, ma la vera particolarità è che servono 5mila euro minimo di deposito iniziale. Una cifra non certo alla portata di tutti e che lo pone lontano dalla media di mercato. Ci sono Broker come 24Option che chiedono 100 euro, o addirittura meno come Plus500 (trovi qui il sito ufficiale).

Allo stesso tempo, Moneyfarm può essere utilizzato anche da individui con un alto patrimonio netto poiché offre un modo semplice per mantenere traccia di tutti i tuoi investimenti e può anche essere un ottimo modo per diversificare ulteriormente il proprio portafoglio.

Se stai cercando un modo semplice per controllare i tuoi investimenti e farlo in modo economicamente efficiente, Moneyfarm potrebbe essere sicuramente quello che stai cercando. Sebbene il capitale di inserimento possa scoraggiare l’utente alle prime armi.

MoneyFarm commissioni

Quali sono le commissioni su MoneyFarm? Ecco quelle che sono riportate sul sito ufficiale della piattaforma:

  • Investimento minimo: 5.000€
  • Costi della consulenza: 0,3%-1,00% in base al valore dell’investimento
  • Costi di transazione: Nessuno
  • Costi strumenti: Costo medio del fondo 0,26%
  • Costi accessori: Nessuno

Insomma qui si tratta di investire veramente cifre altissime. Per guadagnare occorrerebbe investire Milioni di Euro! Consideriamo poi che c’è lo spread da considerare ovvero la differenza bid-ask che si applica a tutti gli asset finanziari.

Dunque cosa conviene? E’ più conveniente in questi casi partire bassi e utilizzare piattaforme di investimento che applicano spread bassi. Con la piattaforma eToro, per citare un esempio, parliamo di spread veramente bassi come 0,07% del capitale che sono veramente cifre bassissime.

E poi parliamo di investimento minimo. Con piattaforme come eToro (trovi qui tutti i dettagli) o 24option (trovi qui tutti i dettagli) arrivi massimo ad investire 200 euro di capitale iniziale.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Con MoneyFarm addirittura parliamo di migliaia di euro per non parlare delle commissioni, non c’è proprio paragone.

MoneyFarm storia

Qual è la storia di MoneyFarm? La piattaforma è stata fondata nel marzo 2011 da Paolo Galvani, Presidente, e Giovanni Daprà, CEO. Con l’idea di offrire una piattaforma di gestione patrimoniale digitale che offra ai clienti servizi di consulenza di investimento indipendente ai piccoli risparmiatori.

Nel marzo 2018 è stato invece lanciato il Sipp digitale, una pensione personale auto-investita.

Ha iniziato come startup italiana nel Regno Unito, ma opera anche in Italia e in Germania. Il capitale sociale di MoneyFarm convolge anche investitori importanti:

  • United Ventures: una società indipendente di Venture Capital che supporta imprenditori visionari per reinventare le industrie attraverso la tecnologia
  • Cabot Square Capital: un fornitore di capitale di investimento per piccole e medie imprese nel Regno Unito e nell’Europa occidentale con particolare attenzione alle imprese nei servizi finanziari, immobiliari e infrastrutturali
  • Allianz: una società di servizi finanziari europea con sede a Monaco di Baviera, in Germania. È la prima Compagnia al mondo nel settore delle assicurazioni, prima della francese AXA, e dell’italiana Assicurazioni Generali

Come si evince da questo elenco, dietro il progetto Moneyfarm ci sono istituzioni finanziarie importanti che hanno creduto in questo progetto e hanno investito pesantemente.

MoneyFarm conviene?

Conviene utilizzare MoneyFarm? Probabilmente, la risposta è sì ma se si posseggono importanti cifre da investire. Ad esempio, lo 0,30% di commissioni, devi investire 2 milioni di euro. Se hai solo poche centinaia o migliaia di euro, sale al 1%.

A ciò occorre poi aggiungere il costo medio dei fondi, pari al 0,26%. Si tratta di un costo fisso, quindi non collegato al capitale in deposito.

Ancora, occorre anche dire che vige un Bid-Ask spread che è la differenza fissa che si applica nell’acquisto di tutti gli strumenti finanziari, pari al massimo allo 0,07%. Lo spread è comunque un costo ineludibile, visto che è il modo con cui una piattaforma seria e onesta guadagna. Quindi lo troverete sempre.

Nel caso di MoneyFarm, comunque, la buona notizia è che è più basso della media di mercato.

Ricapitolando, se si vuole investire con questa piattaforma con cifre basse, occorre affrontare vari costi come 1% di costi fissi, più 0,26% di costi legati ai fondi, più 0,07% di spread. Dunque, una trattenuta dell’ 1,33% annuo.

Alla luce di ciò, senza dubbio questa piattaforma mostra tutti i suoi svantaggi rispetto ad alcuni Broker come eToro (qui trovi il sito ufficiale) che non ha alcuna commissione né costì strani.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

MoneyFarm opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni su Moneyfarm? Quali sono le recensioni su Moneyfarm? Dato che siamo di fronte ad una piattaforma onesta e non certo truffaldina, le opinioni e le recensioni sono collegate alle esperienze di ognuno. Chi ci ha guadagnato, ne parla bene. Chi ci ha perso, ne parla ovviamente male. Se non altro, come avviene in caso di truffe, non siamo di fronte a commenti falsi di affiliati.

Anche gli addetti ai lavori, ne sottolineano la trasparenza e la convenienza rispetto alle Banche. Ma non mancano di sottolineare quanto sia meno conveniente rispetto ai Broker più rinomati, come Plus500 o eToro. Tenendo sempre però in conto che offrono anche altro, ove più, ove meno.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Il consiglio è quello di capire bene come funziona, tutti i costi e rapportare il tutto alle proprie reali possibilità di investimento.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY