Milano: boom di turisti stranieri grazie all’Expo

Expo 2015 si sta rivelando un vero e proprio successo. Circa un mese fa abbiamo commentato il boom tra i visitatori italiani (più di nove milioni di accessi tra il 1° maggio e la fine di agosto). Ora i nuovi dati registrano grande afflusso anche tra gli stranieri. A settembre sono, infatti, giunti a Milano 910 mila turisti dall’estero, con un +35% rispetto al 2014 (673 mila presenze). Crescita ragguardevole anche se si prende in esame il periodo maggio-settembre: si sono avuti 736 mila arrivi in più rispetto allo scorso anno (+ 23,5%). Questo è quanto è emerso dalla conferenza stampa di ExpoinCittà tenuta dagli assessori Franco D’Alfonso (Commercio e Turismo) e Cristina Tajani (Sviluppo Economico).

Sulla base dei dati forniti, si viene a sapere che, dei circa 4 milioni di turisti giunti nel capoluogo lombardo nei primi cinque mesi di Expo (46% italiani e 54% stranieri), al primo posto si collocano gli americani (12,9%), seguiti da francesi (9,8%), cinesi (7,7%), inglesi (6,5%), tedeschi (5,7%), svizzeri (5,5%), giapponesi (4,3%), russi (3,2%), spagnoli (2,8%) e brasiliani (2,2%). Nel complesso, tra luglio e agosto, i turisti hanno speso in città 190 milioni di euro.
Un vero e proprio record di presenze che viene dimostrato dalle strutture alberghiere che hanno fatto il tutto esaurito (tasso di occupazione delle camere pari all’89% contro il 75% di settembre 2014, con un aumento del 18%) e dal conseguente aumento dell’occupazione nel settore.

Gli assessori milanese hanno spiegato che la formula vincente è data dalla “sinergia creata con Expo in città e il mondo della moda milanese” e si sono detti pronti a replicarla con il Salone del Mobile e la finale di Champions League. L’assessore Tajani ha sottolineato in particolar modo il successo della settimana della moda che “è stata solo l’apice di un intenso mese che ha visto Milano affermata protagonista internazionale dell’intero comparto moda. Dalla presentazione dei tessuti, agli accessori sino alle collezioni, che fanno della nostra città il palcoscenico migliore dove presentare le produzioni mondiali”.
Anche il mondo della cultura ha vissuto un periodo da incorniciare: le mostre hanno avuto 88.560 visitatori, il 58,14% in più rispetto al 2014; i musei civici hanno rilevato oltre 115 mila ingressi, con un aumento del 67% sullo stesso mese dell’anno scorso. Rimane al vertice dei musei più visitati il Castello Sforzesco, mentre tra le mostre più apprezzate “Giotto, l’Italia”, con oltre 30 mila visitatori solo in settembre.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY