Carte prepagate e di debito: migliori del 2019 a confronto

Cosa sono le carte prepagate? Quali sono le migliori carte prepagate del 2019? E quali quelle di debito?

Sono tanti a porsi questa domanda, alla luce della comodità di possedere carte prepagate. Infatti, queste carte, per la loro flessibilità e i pochi paletti che impongono, sono preferite soprattutto da giovani e giovanissimi. I quali possono portarle con sé quando viaggiano o fanno acquisti online.

Le società questo lo sanno. Non a caso, il mercato delle carte prepagate si è molto ampliato. Con diversi tipi che offrono anche un codice Iban. Così da poterle utilizzare come un vero e proprio conto corrente bancario. E poter così effettuare bonifici e riceverli.

Vediamo un confronto tra le migliori carte prepagate del 2019. Vedendo prima cosa sono e come funzionano le carte prepagate.

Carte prepagate cosa sono

Cosa sono le carte prepagate? Le carte prepagate funzionano quasi come una combinazione di una carta di credito e un conto corrente. Sono emessi da una holding bancaria e sono marchiati da importanti compagnie di carte di credito, come Visa, MasterCard, Discover o American Express.

Il denaro viene caricato sulla carta prepagata come una carta regalo. La carta può quindi essere utilizzata come una carta di credito ed è accettata nella maggior parte dei casi in cui sono accettate carte di credito. Mentre la parte di utilizzo è come una carta di credito, il lato finanziario è come un conto corrente.

Il denaro speso viene detratto dal saldo totale. Non è possibile spendere oltre questo saldo.

Le carte di debito pagate possono essere una soluzione conveniente quando è richiesta una carta di credito per varie transazioni. Soprattutto per le persone che non hanno accesso ai servizi bancari, mancano di conoscenza o si fidano di come bancari funziona, o è bloccato fuori dal sistema bancario a causa di punteggi di credito poveri. Sono anche un’opzione popolare per i regali a causa della protezione in caso di smarrimento o furto. In realtà, stanno sostituendo il denaro come regalo preferito per questi motivi.

I contanti non possono essere spesi online, ma i soldi nelle carte di debito prepagate possono. E, al contrario delle carte regalo, è possibile utilizzare carte prepagate prepagate presso un bancomat per recuperare denaro. Le carte di debito prepagate sono una delle nicchie in più rapida crescita nel settore finanziario.

Si prevede che il numero di carte vendute crescerà del 22% annuo dal 2015 al 2020, secondo le proiezioni del Consumer Financial Bureau.

Carte prepagate come funzionano

Come funzionano le carte prepagate? Le carte di debito prepagate funzionano come le carte di credito quando fai acquisti, ma c’è una grande differenza: invece di prendere a prestito denaro (come fai con una carta di credito), stai spendendo i tuoi soldi.

Prima di poter utilizzare una carta prepagata, puoi caricarla con fondi in modo da poter spendere quei fondi nel tempo.

Le carte prepagate hanno lo stesso aspetto delle normali carte di credito e di debito. Le carte di plastica hanno una banda magnetica (e possono anche avere un chip intelligente per la sicurezza) e usano la rete di pagamento Mastercard o Visa, il che significa che assomigliano molto a una tipica carta di credito.

Per comprare qualcosa, lo usi come se fosse una carta di credito o di debito: fai scorrere la carta se sei presso un rivenditore o digita il numero della carta se stai acquistando online.

Da dove vengono i soldi? Per spendere soldi con una carta prepagata, devi prima “caricare” la carta con i soldi, proprio come devi ricaricare una batteria prima che tu possa trarne energia. L’emittente della carta è in genere una banca e apre un conto per te, nel quale depositi i fondi.

Potresti aggiungere fondi alla carta al momento dell’acquisto o potresti aggiungere fondi in seguito.

Una volta che hai aggiunto fondi alla tua carta, puoi spendere quei soldi e prelevare contanti agli sportelli automatici. Le carte prepagate funzionano diversamente dalle carte di credito, però, perché con una carta prepagata non puoi spendere soldi che non hai. Una volta utilizzati tutti i fondi caricati, la carta non funzionerà fino a quando non ne carichi più (anche se alcune carte offrono protezione da scoperto e funzionalità simili).

Migliore carta prepagata 2019: Hype

Quali sono le migliori carte prepagate del 2019? Dopo aver visto cosa sono e come funzionano le carte prepagate, vediamo una delle carte più apprezzate del momento: Hype (clicca qui per visitare il sito ufficiale).

Hype caratteristiche

Queste, in sintesi le caratteristiche della carta Hype:

  • Emittente: Banca Sella
  • Tipologia: Carta prepagata
  • Circuito: MasterCard
  • Canone Hype Start: Gratuito
  • Canone Hype Plus: € 1 / mese
  • Prelievi: Gratuiti
  • IBAN: Sì
  • Invio P2P: Gratuito
  • Apple Pay e Google Pay: Sì
  • Pre-autorizzazioni: Sì
  • Addebiti diretti: Solo Hype Plus

Carta Hype tipi

Quali sono i tipi di carte Hype? Le versioni previste sono due:

  • Hype Start (gratuita)
  • Hype Plus (con canone mensile)

Entrambe dispongono di IBAN per inviare e ricevere bonifici.

Le funzioni Invia denaro e Richiedi denaro permettono di scambiare istantaneamente somme tra amici e familiari titolari di un’altra carta Hype. O di ripartire le spese con loro.

Nella sezione Offerte, invece, è possibile usufruire di sconti esclusivi sotto forma di cashback da poter spendere in maniera libera con la prepagata di Banca Sella.

Hype Plus, come dice il nome stesso, offre però alcune funzioni aggiuntive rispetto alla tipologia Start.

Carta Hype app

La carta Hype (clicca qui per saperne di più) può essere gestita facilmente dal proprio smartphone o dal proprio tablet. Scaricabile sia su App store che su Google Play, a seconda del sistema operativo del proprio device mobile.

Queste sono le tante operazioni che è possibile svolgere con la app di Carta Hype:

  • Sospendere e riattivare la carta in qualsiasi momento
  • Controllare tutti i movimenti
  • Impostare un piano di risparmio automatico
  • Inviare e ricevere bonifici
  • Inviare denaro a familiari e amici
  • Dividere le spese con gli amici in modo automatico
  • Pagare bollettini
  • Ricarica telefonica
  • Pagamento di bollette (anche CBILL e PagoPA), MAV e RAV

Carta Hype come utilizzarla

La carta Hype di Banca Sella è collegata al circuito MasterCard.

È compatibile con Apple Pay e Google Pay. Oltre che sfruttabile per i pagamenti tramite Pos. La carta Hype è contactless. Può eseguire pagamenti anche sul circuito FastPay per il pedaggio autostradale.

L’utente ha la facoltà di scegliere in fase di registrazione tra carta virtuale e carta fisica. Come si può evincere, la prima è utilizzabile solo online. Ma dato che la seconda è anch’essa gratuita, meglio scegliere la seconda.

Per trasferire in maniera immediata denaro dal credito della propria carta a quello di un altro utente Hype (hyper), l’applicazione si serve dei contatti registrati in rubrica. Entrati nell’app sarà sufficiente selezionare l’apposita icona sulla barra del menù, fare tap su Invia denaro, dunque selezionare il contatto dell’altro hyper.

Nella sezione dedicata agli scambi P2P compare inoltre l’opzione Richiedi denaro, da utilizzare con la stessa procedura appena descritta.

Altra interessante funzione disponibile con carta Hype è la divisione delle spese tra hypers.

La persona che paga l’intero conto potrà selezionare la spesa dall’elenco delle transazioni, fare tap sulla voce Dividi spesa con gli amici, scegliere tutti gli hypers che intendono dividere la spesa.

Altra comodità è che il calcolo è automatico. Così come l’invio della richiesta agli amici selezionati. Dunque, dite addio a calcoli tra amici per stabilire le quote e agli immancabili furbetti che cercano di pagare meno.

Carta Hype novità 2019

Due sono le grandi novità che Banca Sella ha riservato a chi utilizza la carta Hype quest’anno.

In primis, la possibilità di assicurare il proprio smartphone. Questa possibilità è riservata per ora agli utenti Plus. Ma in futuro anche quelli Start.

Selezionando la voce Assicurazione, si avrà accesso ad una schermata attraverso cui si potrà stipulare in pochi clic una polizza per proteggere il proprio telefono.

L’assicurazione è fornita da Simplesurance, partner del gruppo Allianz.

Chi sottoscrive il servizio sarà rimborsato in caso di questi tipi di danni arrecati al proprio amato telefono:

  • causati da cadute
  • causati da liquidi
  • causati da fiamme
  • causati da terzi

Per assicurare il telefono è necessario indicare marca e modello dello smartphone e il suo valore di acquisto.

In questo modo, sarà possibile assicurare uno smartphone di fascia alta, che però non gode di una garanzia estesa del produttore. Che in genere costa anche molto attivarla.

L’altra novità è il Credit Boost. Sempre riservato agli utenti della versione Plus.

In cosa consiste? Gli utenti possono richiedere un prestito fino a 2mila euro al fine di poter incrementare in modo immediato il saldo disponibile sulla propria carta.

Occorrerà effettuare una registrazione con i dati che verranno richiesti. Per poi scattare una foto alla propria tessere sanitaria, al fine di verificare dell’identità.

Addetta alla verifica dei dati è Consel S.p.a., società del gruppo Banca Sella che esegue gli accertamenti. L’accettazione arriva in genere entro pochi giorni.

Attenzione però: la sola registrazione al servizio non coincide già con la richiesta di un prestito in modo automatico.

Per poter accedere ad un prestito, occorre entrare nella apposita sezione Usa Credit Boost. Nella quale appariranno le seguenti voci:

  • Rata mensile
  • Totale da restituire
  • Tasso d’interesse

Quest’ultimo è una commissione espressa in percentuale sulla somma richiesta in prestito. Il TAEG (tasso annuo effettivo globale) è attualmente pari al 20,53%.

L’addebito della rata mensile si verifica il giorno 20 di ogni mese sulla stessa carta Hype. Chi può, potrà anche rimborsare l’intera somma in un’unica soluzione contattando il servizio clienti.

Il prestito non va preso con leggerezza. Infatti, ritardi e mancati pagamenti implicano serie conseguenze legali, oltre che la segnalazione al CRIF (Centrale Rischi Finanziari). Proprio come qualsiasi prestito finanziario attivato.

Carta Hype è sicura?

In tutti i suoi utilizzi, la carta Hype è sicura. Oltretutto, è possibile mettere in pausa una delle attività o tutte. Quindi acquisti online, prelievi ATM, acquisti in negozio.

Per ottenere gratuitamente una carta HYPE clicca qui e visita il sito ufficiale.

Migliori carte di debito 2019: N26

In questo paragrafo, nei relativi sottoparagrafi, occupiamoci di una carta di debito considerata dagli esperti tra le migliori del mercato per questo 2019 ovvero carta N26 (clicca qui per saperne di più).

N26 Banca chi è

Chi è la Banca N26? N26 (nome esteso Number 26) è una moderna banca tedesca che gode di licenza bancaria Europa. La quale vanta già oltre 1 milione clienti.

La sua mission aziendale è creare una banca amata dai suoi clienti. Mediante la sua capacità di soddisfare tutte le loro esigenze, specie di quanto preferiscono usare gli smartphone per gestire le proprie finanze personali in maniera quindi istantanea e rapida. Come dovrebbero essere tutti i servizi online.

N26, infatti, offre ai suoi clienti un conto corrente solo digitale. Gestibile mediante una moderna app bancaria. N26 è già operativa in Irlanda, Francia, Germania, Italia, Spagna, Austria, Belgio e tanti altri paesi europei. È arrivata anche nel Regno Unito e ha in programma di affermarsi pure negli Stati Uniti.

N26 carta come funziona

Come funziona la carta di debito N26? Essa è collegata al circuito MasterCard ed è contactless.

N26 offre un account base gratuito, oltre a due opzioni premium: Black e Metal.

Le sue caratteristiche includono quanto segue:

  1. Effettua trasferimenti. Invia, ricevi e richiedi denaro dagli amici all’istante.
  2. Google Pay. N26 supporta Google Pay, quindi puoi utilizzare il telefono per effettuare pagamenti nei negozi e utilizzare Google Pay per effettuare acquisti online.
  3. Trasferimenti internazionali. Collaborando con TransferWise, N26 supporta i trasferimenti internazionali in 19 valute estere direttamente all’interno dell’app. È più che più economico rispetto all’utilizzo di banche tradizionali.
  4. Sicurezza in-app. Imposta e modifica i limiti di spesa / prelievo giornalieri, reimposta il PIN, blocca o sblocca la carta e attiva o disattiva i pagamenti online.
  5. Statistiche di spesa. Ottieni la categorizzazione automatica e le interruzioni dei tuoi acquisti. Puoi anche creare i tuoi tag personali per organizzare le tue transazioni.
  6. Spazi. Risparmiare per un obiettivo particolare, come comprare un’auto o una vacanza? Metti i soldi in piccoli sotto-conti lontani dal tuo piatto principale di spesa. Come si suol dire: lontano dagli occhi, lontano dalla mente.
  7. MoneyBeam. Consente di inviare denaro ai contatti dello smartphone, senza nemmeno conoscere i dettagli del proprio conto bancario. Il denaro viene trasferito dagli altri utenti N26 all’istante o entro due giorni se non sono clienti N26.
  1. f) Sarai in grado di istituire addebiti diretti e effettuare pagamenti con banche tradizionali.

Clicca qui per ricevere gratuitamente la carta N26.

Cart N26 è sicura?

Possiamo rispondere tranquillamente con un Sì. Ogni conto bancario N26 ha la protezione sui depositi. In Germania è impostato uno schema di compensazione fino a € 100.000 per gli istituti di credito.

N26 offre anche un programma Bug Bounty. Che consiste in premi in denaro per incoraggiare la scoperta di bug o ogni altra vulnerabilità nel sistema.

L’app stessa ha una procedura di sicurezza a tre livelli per proteggere il tuo account e le tue transazioni.

Il tuo account può essere abbinato a un solo smartphone alla volta.

In caso di furto o smarrimento della carta, è possibile disabilitarla dalla app con un semplice click. Per poi poterla riattivare sempre con un tap.

N26 commissioni

Quali sono le commissioni previste da N26? N26 non addebita alcuna commissione per la ricezione di trasferimenti o pagamenti o dello stipendio.

Prevede invece l’imposta di bollo, che ricordiamo essere un’imposta di bollo su un conto corrente, dovuta sulle giacenze superiori a 5000 euro depositate su conti postali e bancari in misura pari a 34,20. Pertanto, non si tratta di una spesa esclusiva di questo circuito bancario. La troverete ovunque. Eccetto sconti ed offerte in alcuni casi per i nuovi clienti.

Ancora, ai clienti Italiani non viene addebitato alcuna commissione prelevando in Euro. Invece, quando si preleva denaro all’estero in valuta diversa dall’euro, N26 addebita ai titolari del conto base una commissione dell’1,7%. Una percentuale comunque bassa.

Infine, non sono previsti costi o commissioni per effettuare acquisti in valuta estera.

Per saperne di più su carta N26 clicca qui e visita il sito ufficiale.

Migliori carte 2019: meglio N26 o Hype?

Ora vi starete chiedendo: meglio N26 o Hype? Difficile dire quale sia la migliore tra le due. In effetti, offrono grosso modo le stesse cose e si basano sul moderno concetto di banca online.

Tuttavia, la carta N26 è molto più benevola riguardo i limiti imposti ai clienti rispetto a Hype. Ecco un confronto:

  • Limite giornaliero sui versamenti: N26: Illimitato , Hype: 1.000€
  • Limite mensile sui versamenti: N26: Illimitato, Hype: 2.500€
  • Limite annuale sui versamenti: N26: Illimitato, Hype: 2.500€
  • Importo massimo disponibile sul conto: N26: Illimitato , Hype: 2.500€
  • Limite spesa singola operazione: N26 5.000€, Hype: 999€
  • Limite prelievi giornalieri da sportelli bancari: N26: 2.500€, Hype: 250€
  • Limite prelievi mensili da sportelli bancari: N26: 75.000€, Hype: 1.000€

In ogni caso si tratta delle migliori carte in circolazione, a voi la scelta.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY