Michelin rileva colosso degli pneumatici indonesiano

Michelin ha promesso di ottenere un ulteriore guadagno in termini di profitto operativo quest’anno nonostante le difficili condizioni nei suoi principali mercati di pneumatici. Con risultati migliori del previsto per il 2018. Le vendite di pneumatici speciali per l’industria mineraria e agricola hanno spinto in aumento dello 0.3% il fatturato del gruppo a 22,03 miliardi di euro (24,9 miliardi di dollari), ha detto il costruttore di pneumatici. Nonostante il forte calo delle vendite di pneumatici per autocarri e autovetture.

Le vendite alle case automobilistiche scenderanno ulteriormente nel 2019, Michelin ha previsto. Il che sarà compensato da una “modesta crescita” nella domanda di sostituzione. Poiché la domanda di pneumatici per autocarri ha visto una continua crescita piatta e specialistica, la società si è impegnata ad aumentare il profitto operativo ricorrente prima che anche gli effetti valutari si aspettassero positivi.

“In un contesto economico difficile, Michelin ha dimostrato la sua capacità di aumentare il reddito operativo”, l’Amministratore delegato uscente della società Jean-Dominique Senard ha detto. I nervosismi delle negoziazioni e un indebolimento delle prospettive economiche globali hanno colpito i risultati del quarto trimestre nel settore automobilistico e non solo. Concentrando l’attenzione sulle prospettive degli utili per il 2019.

L’utile operativo corrente per il 2018 è aumentato dell’1,2 percento a 2,78 miliardi di euro, sostiene Michelin. Gli analisti si aspettavano un utile operativo di 2,68 miliardi di euro con un fatturato di 21,74, basato sulla media di otto stime intervistate da Infront Data per Reuters. Il reddito netto è sceso dell’1,3 percento a 1,67 miliardi di euro. Sempre in questo mese, il produttore di pneumatici Goodyear ha pubblicato il quarto trimestre risultati che hanno mancato le aspettative degli analisti, inviando le sue azioni al ribasso.

Ma arriva una buona notizia dalla Svizzera. L’introduzione annuale Michelin delle sue guide gastronomiche continentali infatti non è ancora finita. Questa settimana, la compagnia di pneumatici francese ha annunciato la sua guida 2019 alla Svizzera. La guida quest’anno è più grande che mai, con nuovi ristoranti a due stelle e 21 nuovi ristoranti a una stella nella lista, portando il totale a 128 ristoranti stellati. Focus a Vitznau, in Svizzera, una città sul Lago dei Quattro Cantoni, riapparsa sul elenco con due stelle nel 2019. Il raffinato ristorante del Park Hotel aveva tenuto due stelle sotto lo chef Nenad Mlinarevic dal 2014, ma è stato lasciato fuori dalla guida nel 2018.

Ora, sotto lo chef Patrick Mahler, il ristorante è apparentemente tornato al suo ex standard. Pavillon, un ristorante francese dell’hotel Baur au Lac di Zurigo, ha ottenuto una seconda stella, una stella l’anno scorso. Il gruppo di 21 nuovi ristoranti a una stella comprende selezioni europee da tutto il paese, ma Zurigo vede la più grande sorpresa nelle sue stelle con tre nuovi ristoranti a una stella: ristorante mediterraneo Gustav, ristorante italiano Ornellaia e opzione svizzera 20/20 di Mövenpick.

Anche il Berceau des Sens, il ristorante dell’École Hôtelière di Losanna, diventa una stella, e per la prima volta la Michelin ha premiato un ristorante di scuola alberghiera nel paese. La Svizzera ha ora 105 ristoranti a una stella, 20 ristoranti a due stelle, e tre ristoranti a tre stelle.

Michelin, donna muore dopo aver mangiato in un ristorante stellato a Valencia

Secondo The Telegraph, una donna è morta dopo aver mangiato al RiFF, un ristorante stellato Michelin a Valencia, in Spagna, sabato. Almeno altre 23 persone che erano al ristorante hanno riferito di essere state malate dopo aver mangiato lì.

María Jesús Fernández Calvo, 46 anni, è morta domenica mattina dopo “attacchi di vomito e diarrea”, riferisce il giornale. Secondo quanto riferito al RiFF, suo marito e il loro giovane figlio festeggiavano il compleanno del marito. I suoi due membri della famiglia sono tra coloro che affermano di essere ammalati, anche se secondo loro hanno sofferto di attacchi più miti della malattia e da allora hanno recuperato.

La Calvo ha ordinato un piatto di riso e funghi dal menù, suggerendo immediatamente che questi ultimi fossero velenosi. Anche se non è stato confermato. Il quotidiano spagnolo El Pais riferisce che il ristorante rimarrà chiuso fino a quando i funzionari sanitari non saranno in grado di confermare la causa ufficiale di morte di Calvo. La responsabile della sanità regionale, Ana Barceló, ha avvertito la gente di saltare alle conclusioni e ha detto che un esame primario del ristorante era “normale”.

Ha aggiunto: “Verranno effettuati test analitici sui prodotti alimentari. Dovremo aspettare l’autopsia per essere effettuata sulla donna prima che possiamo determinare se è stata l’ingestione di un alimento che ha causato direttamente la sua morte, o se ha provocato uno stato che ha portato a questo esito fatale, o se avesse una condizione esistente.”

Lo chef e il proprietario di RiFF Bernd H. Knöller ha rilasciato una dichiarazione dopo la morte trasmettendo il suo “profondo rammarico” per quello che è successo e confermando che stava collaborando con il dipartimento della salute “per il chiarimento dei fatti, sperando che il prima possibile le cause di ciò che è accaduto possa essere stabilito. ”

Michelin acquista colosso degli pneumatici indonesiano per 439 milioni di dollari

Il produttore francese Michelin acquisirà la multinazionale indonesiana Multistrada Arah Sarana per 439 milioni di dollari per incrementare la produzione nel paese del Sudest asiatico. Prevede di acquisire una partecipazione dell’80% nella società e quindi di lanciare un’offerta di acquisto per ottenere le rimanenti azioni in circolazione dell’unità quotata in borsa del gruppo conglomerato Salim.

Fondata nel 1988, Multistrada ha una capacità produttiva annua di oltre 180.000 tonnellate nel 2017 e ha generato vendite per $ 281 milioni. Previsioni prevede di raccogliere sinergie di $ 70 milioni all’anno entro tre anni dal completamento dell’acquisto, in aree come produzione, vendite e acquisti. Nel tentativo di rafforzare le operazioni di vendita, la società francese otterrà una quota del 20% nella catena di vendita di pneumatici indonesiani Penta Artha Impressi.

Con una popolazione superiore a 250 milioni, l’Indonesia è il mercato più grande del Sud-est asiatico per le nuove automobili. Le vendite hanno superato 1 milione di unità nel 2018. È seconda nella regione dopo la Tailandia nel volume di produzione. Le case automobilistiche giapponesi come Toyota Motor, Daihatsu Motor e Honda Motor gestiscono fabbriche nel paese.

L’amministratore delegato Jean-Dominique Senard ha dichiarato martedì: “L’acquisizione di Multistrada rappresenta un’eccellente opportunità per Michelin di espandere le sue attività in Indonesia, la più popolosa paese nel sud-est asiatico, e ottenere immediatamente capacità di produzione competitiva e di buona qualità senza dover creare nuovi impianti di produzione.”

Multistrada è nota per essere sponsor della popolare squadra francese di calcio Paris Saint-Germain dal 2016.

Jean-Dominique Senard della Michelin diventa presidente della Renault

Con il pieno appoggio di tutti i partecipanti al sistema di governance di Michelin, Jean-Dominique Senard, CEO del gruppo Michelin, ha accettato di diventare presidente del consiglio di amministrazione della Renault, a partire dal 24 gennaio.

I rapporti sulla media hanno annunciato che Carlos Ghosn si era dimesso da il ruolo di presidente e CEO di Renault all’inizio di questa settimana, nel suo attuale scandalo finanziario. È stato amministratore delegato della casa automobilistica francese dal 2005. Senard continuerà a ricoprire la carica di CEO del gruppo Michelin fino alla scadenza del mandato nel maggio 2019.

La transizione di leadership del gruppo Michelin annunciata a febbraio 2018 è in corso dal maggio 2018.

Con il passaggio di consegne a poche settimane di distanza, Florent Menegaux, managing partner e futuro CEO, ha già assunto un ruolo sempre più significativo nella guida del Gruppo, in perfetta collaborazione con Senard. Per garantire che la transizione proceda in linea con i più rigorosi standard etici, verranno applicate procedure speciali essere implementato in Michelin, ha dichiarato l’estetista.

Inoltre, Senard ha chiesto che la politica di compensazione applicabile a lui in questo periodo in Michelin dovrebbe tenere conto del fatto che terrà due posizioni contemporaneamente, chiedendo così una riduzione del suo compenso .Menegaux succederà a Jean-Dominique Senard come capo della Michelin come previsto in seguito all’Assemblea degli azionisti del Gruppo che si terrà o il 17 maggio a Clermont-Ferrand, in Francia.

Fortune include Michelin tra le aziende più ammirate al mondo

La rivista Fortune ha nominato Continental AG e Group Michelin nell’elenco delle aziende più ammirate al mondo per il 2018. Per entrambe le società, l’onore – che riconosce l’eccellenza in settori chiave come la qualità dei prodotti e la gestione, la responsabilità sociale, la gestione delle persone e l’innovazione la loro terza fila.

Le 680 aziende premiate sono state selezionate da un pool delle 1.000 maggiori aziende statunitensi classificate per fatturato, insieme a società non statunitensi del database Global 500 di Fortune che hanno un fatturato di $ 10 miliardi o superiore. la lista è stata poi vagliata alle aziende con il fatturato più elevato all’interno di ogni settore per un totale di 680 imprese in 52 settori di 30 paesi.

Per determinare la società più ammirata, la Fortune ha collaborato con Korn / Ferry International per determinare la reputazione aziendale. aziende, Korn Ferry ha chiesto a dirigenti, direttori e analisti di valutare le imprese nel proprio settore in base a nove criteri, dal valore degli investimenti e dalla qualità di gestione e prodotti alla responsabilità sociale e capacità di attrarre talenti.

Il punteggio di un’azienda doveva classificarsi nella metà superiore del suo gruppo di pari livello industriale per essere quotato. “Essere nominato una delle” Compagnie più ammirate “di Fortune anno dopo anno sottolinea l’impegno dell’azienda a fare di Continental un datore di lavoro di scelta in questo panorama di lavoro in continua evoluzione”.

Il CEO di Continental Nord America, Samir Salman, ha dichiarato: “Sappiamo che per fornire le soluzioni più innovative ai nostri clienti, dobbiamo assumere le persone migliori. Con input intenzionali e coerenti richiesti dai nostri oltre 240.000 dipendenti in tutto il mondo, Continental continua per espandere le sue numerose iniziative work-life che supportano e alimentano le esigenze del nostro team eterogeneo.”

In particolare, Conti ha sottolineato l’iniziativa Global Future Work Flexibility, che offre vantaggi ai dipendenti come giornate di telelavoro, orari flessibili e periodi sabbatici, insieme alla maternità lasciare il programma e pagare il congedo di paternità.

Costituisce anche opportunità per i dipendenti di accrescere le proprie competenze attraverso la formazione sponsorizzata dall’azienda o opportunità. Un programma di rimborso tasse scolastiche e opportunità di lavorare attraverso continenti, divisioni e squadre, insieme a un programma di volontariato pagato negli Stati Uniti. Dando ai dipendenti idonei 16 ore retribuite ogni anno per fare volontariato durante le ore lavorative “tradizionali”.

Conti ha anche sottolineato che era nominato uno dei 2019 migliori datori di lavoro per la diversità in America, uno dei migliori datori di lavoro in America nel 2018 e uno dei migliori datori di lavoro per le donne dalla rivista Forbes.

Stabilimento Michelin a Dundee, anche i reali si impegnano

Il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno partecipato ad un recente incontro del gruppo d’azione costituito per riqualificare l’impianto di pneumatici Dundee del gruppo Michelin, destinato alla chiusura nel 2020.

Il Michelin Dundee Action Group mira ad assicurare un futuro a lungo termine per lo scozzese sito e sviluppare nuovi posti di lavoro per molte delle 845 persone impiegate. Prince William e Kate Middleton si sono unite alle discussioni del gruppo e hanno incontrato i lavoratori della Michelin e le loro famiglie per sapere come sono stati colpiti dall’imminente chiusura del sito.

Progredire con iniziative che vanno dalla transizione della forza lavoro e riqualificazione del personale a progetti a bassa emissione di carbonio e di mobilità sostenibile. Queste misure fanno parte di un piano per trasformare il sito in un Innovation Park Michelin-Scozia per nuove opportunità economiche e occupazionali. Segretario dell’economia scozzese Derek Mackay ha ringraziato la coppia reale “per aver riconosciuto l’approccio collaborativo che abbiamo adottato per garantire un futuro a lungo termine per il Michelin Dun dee site.

“Un memorandum d’intesa firmato con Michelin” conferma il nostro obiettivo comune di garantire un futuro a lungo termine per il sito e di generare un impiego significativo in tale paese “, ha detto Mackay.” Siamo onorati di aver potuto presentare al Duca e Duchess of Cambridge la nostra visione per il futuro della Michelin a Dundee “, ha detto Jerome Monsaingeon, responsabile della” alleanza Michelin-Scozia “per il produttore di pneumatici.

Dopo l’incontro, il principe William ha elogiato gli sforzi” per trovare una via costruttiva ” e sviluppare il sito in un centro di trasporto, di riciclaggio e di trasporto a basse emissioni di carbonio. Annunciando l’approccio collaborativo adottato, ha affermato: “Sono ottimista sul fatto che un buon risultato sia possibile con il sito di Michelin.” Sono incoraggiato dal fatto che questa task force è stata istituita e tutti i principali attori sono rappresentati.”

LEAVE A REPLY