Mercato pubblicitario: ribasso per la stampa e rialzo per il web

Il mercato pubblicitario è in crisi: gli ultimi dati sulla stampa e sul web rappresentano però due poli opposti riguardo a tale situazione. La crisi economica d’Italia colpisce dappertutto, infatti nonostante la grande affluenza dei mestieri creativi legati al mondo della pubblicità, per cui lavorano inoltre molte figure commerciali, anche questo settore sta vivendo un momento ricco di alti e bassi, in dipendenza dal mezzo per cui è destinata la pubblicità.

La situazione del mercato pubblicitario rappresenta una crisi che testimonia come ormai la stampa sia molto meno avvantaggiata rispetto al web.

La pubblicità esiste dappertutto, ma se un tempo era la stampa il mezzo più gettonato per gli investimenti pubblicitari, ormai da parecchi anni è internet ad affermarsi come lo sbocco principale in cui si ripone molta fiducia, soprattutto grazie ai diversi generi di contenuti che la Rete offre ai suoi utenti.

Pubblicità: ecco i dati dell’Osservatorio Stampa Fcp, sull’andamento del mercato

La pubblicità ha un mercato che oggi non è più quello di un tempo: i dati dell’Osservatorio Stampa Fcp infatti rivelano un cambiamento della situazione che non lascia nessun dubbio sull’andamento del settore. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa, di recente è calato del -2,5%.

I dati sono molto recenti, risalgono al mese di febbraio 2016, e stando ad un confronto con i risultati registrati nel 2015 non ci sono dubbi sulla situazione: il mercato pubblicitario sul mezzo stampa è in crisi.

mercato pubblicitario

L’Osservatorio Stampa Fcp ha comunicato i dettagli dello studio, affermando che i quotidiani cartacei hanno avuto un recente andamento negativo a fatturato pari al -1,9%, mentre hanno registrato un andamento positivo a spazio pari al +3,1%.

Le differenze del mercato pubblicitario dipendono dalle diverse tipologie di inserzioni

Vi sono importanti differenze del mercato pubblicitario nella stampa, che dipendono dalle diverse tipologie di inserzioni, che influenzano gli investimenti.

L’Osservatorio sulla Stampa Fcp ha fornito dei dati molto utili per capire come il mercato pubblicitario si sta muovendo negli ultimi tempi:

  • la tipologia commerciale nazionale è cresciuta del +4,8% a fatturato e del +17,9% a spazio,
  • la pubblicità commerciale locale è diminuita del -1,6% a fatturato ed è cresciuta del +1,0% a spazio,
  • la tipologia Di servizio ha segnato un calo del -6,5% a fatturato e una crescita del +9,4% a spazio,
  • la tipologia Rubricata evidenzai – 14,2% a fatturato e – 20,0% a spazio

Mercato pubblicitario: ecco i dati sulle diverse tipologie di giornali

La situazione del mercato pubblicitario riguarda anche le diverse tipologie di giornali oltre che le diverse tipologie di pubblicità ed inserzioni. Lo studio condotto dall’Osservatorio sulla Stampa Fcp ha messo a fuoco le varianti degli introiti, comunicando che:

  • i periodici hanno avuto un calo a fatturato pari al – 4,0%, mentre hanno registrato un aumento a spazio pari a + 1,9%,
  • i settimanali hanno registrato un calo a fatturato del – 4,4% mentre evidenziano una crescita a spazio pari al + 6,5%,
  • i mensili sono la tipologia di giornale a stampa che registra un andamento negativo sia a fatturato con il – 4,0%, che a spazio con il – 1,9%,
  • le altre periodicità evidenziano un calo del – 0,3% a fatturato e – 9,8% a spazio.

Pubblicità e fatturato: ecco le statistiche relative al web

La pubblicità registra un fatturato che riguardo al web, come suggeriscono le statistiche dell’Osservatorio Fcp Assointernet, pare sia in aumento, nonostante le diverse difficoltà che si presentano di fronte al mercato.

Internet continua ad attirare la maggior parte degli investimenti pubblicitari, infatti a febbraio 2016 c’è stato un aumento del + 4,1%, che confrontato con i risultati dello scorso anno e relativi sempre allo stesso periodo, risulta essere un valore superiore del 2,2%.

Ma ad influire maggiormente su tale crescita della pubblicità per il web, è la massiccia proliferazione dei dispositivi mobili, quali smartphone e tablet, il cui mercato è notevolmente aumentato nell’ultimo anno, raggiungendo risultati inaspettati.

Il web è lieve calo del – 3%, mentre il mobile è in forte crescita con uno stratosferico salto pari al 200% relativo al mese di febbraio 2016, e pari al 157,4% relativo all’inizio dell’anno.

Per quanto riguarda invece le cifre relative agli investimenti pubblicitari per i tablet, vi sono stati degli incrementi di notevole importanza, che registrano una crescita pari a + 39,5% durante il mese di febbraio 2016.

Da questi importanti dati è confermato che il mobile ha dunque triplicato il fatturato pubblicitario rispetto allo scorso anno, e come suggerisce Giorgio Galamtis, presidente di Fcp, la situazione è destinata a migliorare sempre di più, poichè le aspettative degli esperti riguardo alle cifre stimate, sono del tutto positive.

Mercato pubblicitario: ecco le previsioni per il 2017

Il mercato pubblicitario, stando ad alcune previsioni, potrebbe crescere nel 2017: ad affermarlo è l’Advertising Expenditure Forecasts di Zenith Optimedia che ha voluto diffondere alcuni dati relativi all’importanza del rapporto esistente tra pubblicità e web.

Vi sono importanti previsioni che riguardano l’andamento del settore nei prossimi anni a venire, e che testimoniano come il web sia riuscito ad imporsi come il settore più innovativo e redditizio, rispetto ad altri che in passato avevano maggiore importanza.

Pare che gli investimenti in advertising, nel corso del 2016 aumenteranno del 4,6%, andando a superare il +3,9% che si era registrato nell’anno 2015. Per il 2017, i risultati dovrebbero essere sempre positivi, rimanendo e forse superando il 4%.

Lo studio, aveva ipotizzato una tripla crescita rispetto all’anno 2015, raggiungibile entro il 2018, ma i risultati che si sono registrati per i primi mesi del 2016 fanno prevedere il raggiungimento di tale sorpasso, esattamente tra poco più di un anno.

I dati sull’advertising evidenziano un aumento del 31,9% con i social, del 22,4% con i video e del 15,7% tramite search.

L’Advertising Expenditure Forecasts di Zenith Optimedia si è soffermato anche sul rapporto tra gli investimenti pubblicitari e le varianti dell’editoria, facendo sapere che gli introiti pubblicitari nel settore televisivo sono calati in Brasile e in Cina, e che anche questa situazione influirà sulla crescita ai massimi livelli dell’advertising sul web, nei prossimi due anni.

Ad alimentare le grandi aspettative degli esperti sul futuro della pubblicità on line, vi sono inoltre i prossimi eventi di grande rilievo, come le elezioni presidenziali americane che porteranno al mercato pubblicitario circa 3,2 miliardi di dollari, gli europei di calcio che investiranno in pubblicità circa 2 miliardi e le olimpiadi estive che faranno guadagnare al settore pubblicitario circa 900 milioni.