Mercato dell’auto in crescita del 10,65%

Il mercato dell’auto in Italia va bene ma si registra un decremento rispetto ai mesi passati. Nel mese di agosto sono state, infatti, immatricolate 59.203 autovetture con un aumento del 10,65%, ma con un calo dal 15,07% registrato a luglio.

Fiat Chrysler guida la ripresa con un incremento del 12,67%. Nei primi otto mesi del 2015 il gruppo guidato dall’ad Sergio Marchionne ha consegnato 302.345 vetture, il 17,14% in più dello stesso periodo dell’anno scorso. Nello specifico, a fine agosto il brand Fiat ha segnato un progresso del 13,17% con una quota al 20,87%, Alfa Romeo del 7,4% (1,98% la quota), Lancia Chrysler del 7,2% (3,68%), Jeep del 263,2% (1,85%), Ferrari del 5,5% a 191 unità e Maserati del 7,37% a 962 unità. Fiat piazza nella classifica delle dieci auto più vendute ben quattro modelli: Panda (l’auto più venduta del mese), Punto (2.622 immatricolazioni), 500 e 500L. Prosegue, inoltre, il successo di vendite della LanciaYpsilon, che ha ottenuto quasi 2.500 immatricolazioni. Bene anche Alfa Romeo Giulietta con 500 registrazioni e Jeep Renegade con 900 immatricolazioni. In totale, ad agosto, il gruppo Fca ha immatricolato 16.500 vetture.

Le vendite sono state superiori alla media in Spagna e in Francia e addirittura un record negli Stati Uniti (dove si sono avute 201.672 immatricolazioni e dove si è avuto il miglio agosto dal 2002). Gli americani hanno decretato nuovi record di vendite per Jeep Wrangler, Cherokee, Patriot e Compass. Primati anche in Canada dove ad agosto sono state consegnate 26.928 veicoli, il 69esimo mese di fila di aumento delle vendite. Dati opposti arrivano dal Brasile, dove stiamo assistendo ad un crollo generale dell’economia e, quindi, anche della vendita delle auto.

In generale, in Italia, se dovesse procedere così la tendenza, si potrebbe arrivare a 1.560.000 auto vendute nell’anno con un aumento considerevole rispetto al 2014 (1.359.767); numeri lontani dai 2 milioni di veicoli immatricolati negli anni pre-crisi economica.