Mercato azionario: cos’è e come funziona

Nel settore della finanza si definisce mercato azionario, un luogo dove avviene la compravendita di titoli azionari. Non è un luogo fisico come la Borsa ma in generale possiamo vederlo come l’insieme delle azioni che vengono negoziate.

Quindi come funziona il mercato azionario? Come muoversi al meglio in questo mercato? Durante quest’anno fra i termini più cercati sul web troviamo tutti quelli legati alla Borsa. Sentiamo spesso di parlare di termini come Azioni, società quotate, indici al rialzo o al ribasso. Ma non ne conosciamo il vero significato.

Anzi, spesso la terminologia legata al mercato azionario viene confusa. Cercheremo quindi in questa guida di spiegare in modo approfondito cos’è il mercato azionario, come operare e quali sono le piattaforme che conviene utilizzare.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del social trading che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale .

67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Mercato azionario: cos’è

Cos’è il mercato azionario? Si tratta della piazza telematica in cui avviene il maggior numero di contrattazioni che hanno come oggetto le azioni, vale a dire quote di capitale societario.

Nel nostro Paese, il mercato azionario prende il nome di MTA (acronimo di Mercato telematico azionario), ma a proposito di confusione, esso non va confuso con la Borsa di Piazza Affari. In quanto il mercato azionario ne rappresenta una sua parte, seppur una delle più cospique.

❓ Cos’èLuogo dove è possibile vendere o acquistare strumenti finanziari.
💻 CaratteristicheRegolato dalla legge della domanda e offerta
💰Principali indici azionariS&P 500, Dow Jones, FTSE Mib
🥇Piattaforme per investire sui mercatieToro
🥇Broker con la migliore formazioneFP Markets

Mercato azionario come funziona

Come funziona il mercato azionario? Il mercato azionario telematico (MTA) rappresenta il segmento di Piazza Affari in cui si negoziano i titoli azionari.

L’MTA si divide in:

  • mercato primario, dove sono negoziati i titoli di nuova emissione
  • mercato secondario, dove sono negoziati i titoli che sono già in circolazione.

Il mercato azionario non è un luogo fisico dove avviene la compravendita di titoli, ma un posto telematico, in cui si vendono e comprano azioni, ossia beni anch’essi non materiali.

Mercato finanziario e Piazza Affari differenze

Quali sono le differenze tra il mercato finanziario e Piazza Affari? Abbiamo detto che il primo rappresenta un cospicuo segmento del secondo. A Piazza Affari si negoziano differenti tipi di strumenti finanziari e si ripartisce in base al tipo di contratti negoziati in:

  • MTA: il mercato telematico azionario
  • SEDEX: il segmento in cui si negoziano strumenti come covered warrant e certificates
  • MOT: il mercato obbligazionario telematico in cui si negoziano obbligazioni (eccetto quelle convertibili in azioni), titoli di Stato, eurobbligazioni e ABS. Vale a dire titoli derivanti da cartolarizzazione di crediti
  • TAH, After hours: il mercato telematico in cui è possibile negoziare dopo la chiusura della Borsa, ma solo per gli strumenti situasi sul MTA (azioni) e del SEDEX (covered warrant e certificates);
  • ETFplus: il mercato telematico in cui si negoziano quote o azioni di OICR (SGR e Sicav)
  • IDEM: il mercato degli strumenti derivati (future e contratti di opzione su valute, tassi di interesse e strumenti finanziari). Non ci troviamo invece i forward, che pur essendo dei contratti derivati, sono negoziati in mercati OTC, over the counter, cioè non regolamentati

La borsa valori è dunque un mercato finanziario di tipo regolamentato. In borsa vengono acquistati e venduti diversi strumenti finanziari, consentendo l’incontro tra domanda e offerta di capitali. E permette alle imprese di finanziarsi attraverso l’emissione di azioni e obbligazioni, e allo Stato di ottenere fondi attraverso l’emissione di titoli del debito pubblico.

Mercato azionario: dove investire

Se si vuole investire nel mercato azionario vale sempre la pena ricordare di affidarsi a piattaforme per il trading online che siano regolarmente riconosciute dalla CONSOB. La massima autorità italiana di vigilanza sui mercato finanziari. Ciò garantisce che il Broker rispetti tutte le regole vigenti in favore della trasparenza e dei diritti dei clienti. A parte ciò, una piattaforma di trading online deve offrire i seguenti servizi:

  • Assistenza clienti
  • Trading CFD
  • Grafici
  • News
  • Formazione
  • Conto demo
  • Commissioni e spread convenienti
  • Leva finanziaria

I Broker che consigliamo sono:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading, CFD azioni
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
CFD su azioni, demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Corso trading gratis, CFD azioniSocial tradingISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indiciConto demo illimitatoISCRIVITI
Forex, azioni, criptovaluteSocial tradingISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

eToro

Il broker eToro ti offre le seguenti caratteristiche:

  • Licenze: CySEC, FCA e ASIC
  • Deposito minimo: 50 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Servizi principali: copy trading, social trading, eToroX
  • Commissioni e spread: inferiori alla media di mercato
Puoi iniziare a investire sui mercati con eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com ottiene premi ogni anno per le sue piattaforme all’avanguardia, già integrate di intelligenza artificiale.

Spread e commissioni sono ridotte fino a 0.00 in certi casi, e potrai anche qui svariare tra molti asset: oltre 3mila.

Capital.com non ha nulla da invidiare rispetto alla formazione, visto che prevede un conto demo e una app apposita per formarsi: Investmate.

Capital.com offre anche l’opportunità di svolgere una approfondita analisi tecnica, grazie ad oltre 70 tra indicatori ed oscillatori.

Iscriviti subito su Capital.com cliccando qui.
73.81% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

FP Markets

Il broker FP Markets richiede un deposito minimo di 100 euro e entrerai in contatto con un broker con 5 licenze per operare in Europa.

FP Markets offre MetaTrader nella versione 4 e 5, una assistenza clienti raggiungibile facilmente in Live chat integrata al sito, una esecuzione rapidissima grazie ad un server moderno.

Avrai anche a disposizione un portale dedicato al trader che ti renderà facile la tua operatività.

Puoi attivare il tuo account gratuito su FP Markets cliccando qui.

Capitalizzazione di Borsa

Cos’è la capitalizzazione di borsa nel mercato azionario? La dimensione di una società quotata si misura in capitalizzazione, vale a dire nel valore dato dal numero di azioni in circolazione per quella società moltiplicato per i loro prezzo di mercato.

L’MTA si divide nelle seguenti sezioni:

  • Blue chip, dove vengono negoziate le azioni delle 40 società a capitalizzazione maggiore (ossia che superano la soglia dei 1000 mln di euro)
  • Mid Cap, dove vengono negoziati i titoli delle 60 società quotate ad alta capitalizzazione ma che non rientrano nel precedente
  • Small Cap, dove avviene la compravendita di azioni delle società che non rientrano nei 2 mercati precedenti
  • Micro Cap, dove trovano allocazione le azioni delle società che non hanno i criteri di liquidità dei segmenti precedenti
  • Star, per le società a capitalizzazione compresa tra i 40 e i 1.000 mln di euro, ma con alti requisiti di trasparenza, governance e liquidità;
  • MTA International dove sono negoziate le azioni di società quotate in borse a livello europeo

Cos’è offerta pubblica iniziale (IPO)

Cos’è l’offerta pubblica iniziale in un mercato azionario? La Ipo consente l’approdo al mercato azionario di una società per azioni. Essa si consuma in 3 modi: L’offerta può venire realizzata secondo tre modalità.

  • Offerta pubblica di sottoscrizione (OPS): Quando gli investitori possono sottoscrivere azioni di nuova emissione
  • Offerta pubblica di vendita (OPV): Quando gli investitori possono sottoscrivere azioni già possedute dagli attuali azionisti
  • Offerta pubblica di vendita e di sottoscrizione: un mix tra le prime due. L’azienda che si quota in Borsa vedrà accrescere il proprio capitale solo nel caso in cui collochi in borsa azioni di nuova emissione. Nel caso in cui vengano vendute azioni già possedute da altri azionisti, non ci sarà un aumento di capitale, ma la cessione della proprietà, in tutto o in parte, dai vecchi ai nuovi azionisti. Dopo la quotazione, il titolo potrà essere scambiato sul mercato azionario. E in particolare sul così detto mercato secondario.

Cosa sono le azioni

Il cardine del mercato azionario sono, manco a dirlo, le azioni. Esse sono quote di partecipazione al capitale sociale delle imprese costituite in società di capitali. Le azioni si dividono in 2 tipi:

  • Azioni Ordinarie, possedute dagli azionisti di una società. Attribuiscono diritto di voto nelle assemblee societarie e i profitti derivanti dai dividendi e dai guadagni in conto capitale (capital gain)
  • Azioni di Risparmio, prive del diritto di voto, ma garantiscono privilegi di natura patrimoniale come i dividendi. Sono destinate principalmente ai piccoli investitori

E chiaro che i trader puntano sempre ad ottenere dividendi elevati, ma non è detto che siano distribuiti ogni anno né che siano costanti. I motivi possono essere vari, ma i più frequenti sono i motivi di bilancio e le politiche aziendali. Nel primo caso, l’azienda potrebbe non aver conseguito utili da distribuire. Nel secondo, il CDA potrebbe aver deciso di non distribuire i dividenti al fine di rimpinguare la capitalizzazione dell’azienda.

Mercato azionario: quanto vale una azione?

Quanto vale un’azione su un mercato azionario? Ogni azione viene acquistata o venduta in base al valore di mercato. Esso non è dunque qualcosa si statico, ma si evolve continuamente sulla base del numero e il segno dei contratti conclusi. Se ad esempio leggiamo che il titolo Amazon sia in rialzo, vuol dire che in molti investitori stanno acquistando azioni Amazon.

Per le azioni, vale la più classica delle leggi economiche: se sale la domanda, sale anche il prezzo. Quando a fine giornata la seduta sarà conclusa, si avrà il prezzo ufficiale definitivo dell’azione Amazon di cui sopra. Visto che il mercato è chiuso e non è più soggetto ad oscillazioni.

In generale, sul valore di un’azione societaria influiscono i seguenti fattori:

  • la condizione della società a cui si riferisce: il suo stato di salute finanziario, la dimensione patrimoniale, le prospettive future di crescita, gli assetti proprietari, acquisizioni, fusioni e scissioni compiute o in vista. Ovviamente, più lo stato di salute societaria è buono e più le prospettive future sono ottime, più il valore delle azioni tenderà a salire. In quanto gli investitori troveranno conveniente acquistarle. Altrimenti, di contro, tenderanno a venderle e il valore delle azioni si deprezzeranno
  • andamento del settore di riferimento dell’azienda: sul valore di un titolo azionario incide di fatto anche la performance di tutto il comparto a cui esso appartiene. Anche a livello mondiale (Hi tech, beni alimentari, materie prime, metalli preziosi, green econonomy, ecc.)
  • dati macro o di politica estera: anche le notizie incidono sul valore delle azioni. Mettiamo il caso che nel Paese di una determinata società si sia consumato un Golpe, una crisi di governo, un fungo che ha distrutto il raccolto, e così via. O, viceversa, la vittoria elettorale di un partito ben visto dai mercati finanziari, un ottimo raccolto, il ritrovamento di un nuovo pozzo petrolifero, ecc. Nel primo caso, ovviamente, il valore dell’azione salirà. Nel secondo scenderà.
  • notizie o rumors sull’azienda: uno sciopero degli operai, l’arresto per frode di un manager, la registrazione di un nuovo brevetto rivoluzionario, la scoperta di un nuovo farmaco. Come prima, nel primo caso avremo un trend ribassista, nel secondo rialzista.

Mercato azionario come investire

Come investire nel mercato azionario? Le strade sono sostanzialmente 2:

  • essere un trader individuale e agire in piena autonomia attraverso Broker o Banche
  • affidarsi al risparmio gestito e sottoscrivere le quote di un fondo comune di investimento che investirà per conto nostro le azioni

Esistono varie teorie per investire al meglio nel mercato azionario. Le più utilizzate sono però due:

  • Analisi fondamentale: ci dice quando è meglio comprare, tenere o vendere un’azione, in base alle prospettive di crescita rispetto all’analisi di vari elementi: i concorrenti, i dati di bilancio, il prezzo, il dividendo. Occorre però dire che i bilanci delle aziende non sempre corrispondono alla realtà, in quanto possono essere applicati degli artifizi che ne adulterano il risultato finale. Esistono poi anche le emotività del mercato (quello che in gergo viene chiamato sentiment); per cui, nelle condizioni ideali, è possibile che il valore di un’azione rimanga molto basso a lungo, magari scendendo sotto il prezzo di acquisto.
  • Analisi tecnica: si occupa viceversa dell’andamento storico del prezzo, e le decisioni di acquisto (o di vendita) sono prese sulla base di previsioni. Ma si tratta di una eccessiva semplificazione. Il mercato (intendendo per esso le aziende, gli investitori privati e quelli istituzionali) probabilmente utilizza gli stessi strumenti, osserva e reagisce, in maniera logica o illogica.

Mercato azionario: apertura e chiusura

Quando apre il mercato azionario? Quando chiude il mercato azionario? Sul mercato azionario gli scambi dei titoli avvengono dalle 9 alle 17:30, secondo due modalità: asta e negoziazione continua. Ovvero:

  1. asta di apertura (08:00-09:00): il sistema telematico incrocia in maniera automatica le proposte di negoziazione e conclude gli acquisti/vendite
  2. negoziazione continua (09:00-17:30): in qualsiasi momento della seduta si possono acquistare/ vendere le azioni
  3. asta di chiusura (17:30-17:35): il sistema telematico incrocia le ultime proposte di negoziazione

Consigli di trading

Il consiglio che vale sempre per quanto concerne il trading sul mercato azionario è quello di diversificare il proprio portafoglio. Con ciò si intende il fatto di acquistare più tipi di asset così se uno o due sono in perdita, potremo rifarci con tutti gli altri. In questo modo potrete speculare in più settori, diversificati tra di loro, come il settore immobiliare, il settore dei beni di consumo, di materie prime o di assicurazioni.

La strategia del cassettista, ovvero di acquistare un titolo e di tenerlo per anni, poteva valere un tempo. Quando la Globalizzazione ancora doveva approdare e i mercati stranieri non erano collegati gli uni con gli altri. Ora basta un niente per cambiare le cose e i titoli, come noi tutti, vivono “alla giornata”. Pertanto, è inutile acquistare un titolo confidando che molto più in là varrà di più. Potrebbe essere anche vero, ma anche un giorno o l’altro può fare la differenza.

Se invece volete affidarvi ad una Banca, rivolgetevi solo a quelle rinomate (Deutsche Bank, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Fineco, ecc.), sebbene occorre sapere che in genere gli Istituti di credito tendono ad imporre commissioni e spread più alti.

Prima di intraprendere l’attività dell’investitore, valutate bene le vostre risorse economiche a disposizione: attingo da soldi che potrebbero servirmi per beni di necessità personali e della mia famiglia? O sono gruzzoletti che ho in più e posso rischiare?

E ancora: quanto tempo posso dedicare al trading? Siete disposti a spendere un paio di ore alla settimana, o più, leggere sui giornali informazioni di diverse società, o la vostra vita è già troppo occupata e frenetica per ritagliarsi un pò di tempo?

Investire in azioni è un lavoro vero e proprio, che, come ogni altro lavoro, richiede tempo. Se intendete farlo come hobby, magari in serata o nel weekend, sappiate che il mercato azionario proprio nel weekend è chiuso e chiude in tardo pomeriggio. Quindi è una attività che dovrete per forza di cose fare nei giorni lavorativi e pure in pieno orario d’ufficio. Al massimo la sera e nel weekend potreste dedicarvi alle strategie.

Quali sono, in breve, i consigli da applicare per fare trading sul mercato azionario in maniera profittevole? Possiamo riassumerli così:

  • stabilire una strategia per investire che non si faccia influenzare troppo da ciò che sta accadendo sui mercati
  • non dare retta alle chiacchiere da bar ma seguire il proprio sistema
  • stare lontani dalle mode, dai singoli titoli – a meno che non si abbia una grande capacità di analisi delle singole azioni – ed evitare gli errori capitali dell’Investitore Libero
  • cercare di investire nella fase iniziale del trend secolare o in quella di accumulazione se hai gli strumenti per farlo. Con la prima definizione si intende quel trend rialzista che dura a lungo; con la seconda si intende la capacità di intuire quando c’è una controtendenza e un trend al ribasso sta per invertire la tendenza

Mercato azionario: termini utili

Quali sono i termini utili che bisogna conoscere del Mercato azionario? I seguenti:

  • ultimo prezzo: il prezzo attuale a cui viene scambiato il titolo in questione
  • chiusura: l’ultimo prezzo a cui il titolo è stato scambiato il giorno precedente
  • apertura: il prezzo del titolo alla prima transazione del giorno; denaro: il prezzo più alto che al momento qualcuno è disposto a pagar
  • lettera: Il prezzo più basso a cui qualcuno è disposto a vendere il titolo variazione giornaliera: la differenza tra il prezzo del momento e quello di chiusura del giorno precedente
  • minimo e massimo: il prezzo più basso e quello più alto a cui il titolo è stato scambiato durante la giornata corrente
  • minimo e massimo a 52 settimane: il prezzo più basso e il prezzo più alto a cui il titolo è stato scambiato nell’ultimo anno
  • volume: il numero di titoli scambiati nell’attuale giorno di contrattazione
  • volume medio: il volume medio di azioni scambiate
  • market Cap: il valore complessivo delle azioni circolanti
  • rapporto P/E: il rapporto tra prezzo delle azioni e l’utile per azione
  • EPS: i profitti dell’azienda negli ultimi 12 mesi
  • dividendo: il dividendo annuale espresso in valore assoluto
  • dividend yield: il rapporto tra dividendo annuale e prezzo corrente del titolo
  • performance annua: la differenza tra il prezzo corrente e la chiusura dell’ultimo giorno dell’anno precedente

Indici di Borsa cosa sono

Cosa sono gli indici di Borsa? E’ il risultato della media pesata di un insieme di titoli. Serve agli investitori per ottenere un’idea sintetica e immediata di quale sia l’andamento di uno specifico mercato azionario, in quanto viene considerato una fedele rappresentanza del trend di un determinato mercato. Che si tratti dell’intera borsa o di un suo segmento.

Quali sono gli indici di Borsa? I principali sono il Dow Jones Industrial Average, che include le 30 aziende della borsa di New York che vantano una maggiore capitalizzazione. Lo S&P 500 include invece le prime 500 aziende per capitalizzazione. I principali indici di piazza affari sono i seguenti:

  • Ftse Italia All Share: include tutti i titoli degli indici FTSE MIB, FTSE Italia Mid Cap ed FTSE Italia Small Cap
  • FTSE MIB: include i 40 titoli italiani che rappresentano l’80% dell’intera capitalizzazione di mercato ed è composto da 40 azioni di primaria dimensione e liquidità che appartengono al mercato azionario italiano
  • Ftse Mid Cap: include le prime 60 azioni nella classifica per la capitalizzazione delle società
  • Ftse Italia Small Cap: include le piccole aziende al di fuori dell’indice FTSE MIB e di quello FTSE Italia Mid Cap
  • Ftse Italia Star: include le azioni del segmento STAR del mercato MTA
  • Ftse Aim Italia: include tutte le azioni negoziate sul mercato AIM Italia

Mercato azionario: video tutorial

Il video qui sotto spiega cosa sono i mercati finanziari e su cosa è possibile investire oggi:

Mercati finanziari, cosa sono e come investire oggi

Su quali asset è possibile investire oggi? Scopri cosa sono i mercati finanziari e su qualiMercati è possibile investire oggi grazie al trading online.
Mercati finanziari, cosa sono e come investire oggi Video caricato il 21/7/2021. Puoi vedere il video completo qui. Durata del video 10 minuti e 28 secondi..

Mercato azionario: le domande frequenti

Cos’è il mercato azionario?

Si tratta della piazza telematica in cui avviene il maggior numero di contrattazioni che hanno come oggetto le azioni, vale a dire quote di capitale societario.

Conviene investire sui mercati finanziari?

Conviene farlo se si hanno capitali da poter perdere, se si ha la pazienza di formarsi e fare analisi accurate.

Quali sono le migliori piattaforme per il mercato azionario?

Puoi provare broker come eToro, Capital.com.

Mercato azionario - Riepilogo

Conclusioni

Il mercato azionario oggi è aperto a tutti grazie alle flessibilità introdotta dai broker CFD che consentono di investire piccole somme sulle azioni, sugli indici di borsa e su moltissimi strumenti finanziari collegati alle azioni.

Naturalmente conviene partire da piattaforme sicure e con licenza che offrono i migliori strumenti per iniziare nel modo giusto e in totale sicurezza. Molto comoda la possibilità si sfruttare i conti demo testando la piattaforma e muovendo i primi passi.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.