Mercati OTC: cosa sono e come funzionano i mercati Over The Counter?

Ecco una guida completa sui Mercati OTC, acronimo di Over the counter.

Vedremo cosa è un mercato OTC (over-the-counter) e come funziona.

Meglio essere particolarmente informati su questo genere di mercati, poiché non hanno i requisiti che sono normalmente riconosciuti ai mercati regolamentati.

Su questi mercati, infatti, la negoziazione si svolge al di fuori dei circuiti borsistici ufficiali.

Quindi, intuirai che si tratta di un terreno molto scivoloso e che il rischio di finire in qualche truffa è sempre dietro l’angolo.

Attualmente la soluzione migliore per investire in Borsa è quella di sfruttare i CFDs utilizzando broker come Capital.com. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi che permettono di orientare con successo le proprie operazioni.
Per saperne di più sui servizi di Capital.com clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Mercati OTC: cosa sono

L’etimologia “over the counter” trae le sue origini in Gran Bretagna, dove le contrattazioni proseguivano, una volta chiusa la borsa, sui banconi dei bar vicini alle sale di scambio ufficiali.

Del resto, “over the counter” è traducibile in “sopra il bancone”. Poiché la negozzazione avveniva in modo successivo alla chiusura delle infrastrutture preposte agli scambi.

Cosa è un mercato Over The Counter (OTC)?

Ma ci sono altre presunte origini. Come quella nelle farmacie per i prodotti da bancone (quindi torna sempre il significato di “sul bancone”), per i quali non è necessaria la prescrizione medica e c’è maggiore liberalizzazione dei prezzi.

L’etimologia “over the counter” potrebbe però trovare le sue origini anche nella Borsa di Chicago, avente un grande orologio nella sala delle contrattazioni.

Qui counter viene inteso come contatore, quindi orologio, giacché chiuso il mercato, gli operatori si recavano in una sala sopra l’orologio per poter proseguire gli scambi.

Comunque, qualunque sia l’origine del nome, si intende che si riferisce a scambi che avvengono al di fuori dei circuiti ufficiali. Quindi, mercati over the counter (mercati OTC) si caratterizzano per il fatto di non avere i requisiti riconosciuti ai mercati regolamentati e le contrattazioni avvengono al di fuori dei circuiti borsistici ufficiali.

Dunque, tornando alla domanda cosa sono i mercati OTC, la risposta è che si tratta del complesso di operazioni di compravendita di titoli non figuranti nei listini di borsa oggi.

Sono organizzati da alcuni attori preposti a ciò e i contratti non sono standardizzati come per esempio i CFD.

Broker per investire sui mercati

Prima di proseguire con la guida vi segnaliamo un elenco di broker regolamentati per investire in Borsa:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading, CFD azioni
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indiciConto demo illimitatoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFD azioniSegnali gratisISCRIVITI
CFD su azioni, demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Mercati OTC: le caratteristiche

La quotazione sui mercati Over the counter avviene secondo il principio più elementare dell’economia: l’incontro tra domanda e offerta. Quindi, il valore dei contratti può cambiare di continuo e non è correlato all’andamento generale del mercato.

I mercati OTC sono utilizzati per le transazioni all’ingrosso tra intermediari istituzionali. Le contrattazioni avvengono in modo informale, mediante conversazioni bilaterali tra le parti, in maniera telefonica o, sempre più diffusamente, telematica.

Uno dei sistemi in voga è l’Alternative Trading System, ideato dalla rivista Bloomberg. La quale permette all’operatore di creare una apposita pagina telematica per inserire le proprie quotazioni per una serie di titoli.

Le quotazioni possono essere visualizzate ed “applicate” da qualsiasi altro utente sul sito. Una volta accettata la proposta, il sistema invia una conferma telematica con tutti i dettagli della transazione conclusa.

Tra le principali differenze rispetto ad un mercato regolamentato:

  • Non sono ammessi formalmente titoli al mercato
  • Non ci sono obblighi di “market making” a carico degli intermediari negoziatori
  • Non è previsto il “book” di negoziazione nel quale sono raccolti ed abbinati in modo automatico gli ordini di acquisto e di vendita
  • Non ci sono controlli sulle negoziazioni
  • Non ci sono oneri informativi a carico degli emittenti dei titoli

I mercati OTC non devono però essere confusi con le vendite al dettaglio che le banche applicano ai risparmiatori mediante la loro rete di sportelli. Quello è il Sistema di Scambio Organizzato, noto anche con l’acronimo SSO.

Piattaforme per investire sui mercati

Ecco una breve panoramica sulle migliori piattaforme per investire sui mercati e comprare azioni:

eToro

Il broker eToro ti offre le seguenti caratteristiche:

  • Licenze: CySEC, FCA e ASIC
  • Deposito minimo: 200 euro
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
  • Servizi principali: copy trading, social trading, eToroX
  • Commissioni e spread: inferiori alla media di mercato
Puoi iniziare a investire sui mercati con eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il broker Plus500 si lascia preferire per queste caratteristiche:

  • Licenze: CySEC e FCA
  • Deposito minimo: 100 euro
  • Conto demo: 40mila euro ricaricabili
  • Servizi principali: alert mail, assistenza clienti in Live chat, +2.500 asset disponibili
  • Commissioni e spread: inferiori alla media del mercato
Puoi iniziare a investire sui mercati con Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Capital.com

Il broker Capital.com chiude la nostra presentazione con queste caratteristiche:

  • Licenze: CySEC e FCA
  • Deposito minimo: 20 euro
  • Conto demo: 100mila euro
  • Servizi principali: intelligenza artificiale integrata alla piattaforma, +70 indicatori ed oscillatori di trading, +3.000 asset disponibili
  • Commissioni e spread: molto convenienti
Puoi iniziare a investire sui mercati con Capital.com cliccando qui.
67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Vantaggi dei mercati OTC

Quali sono i vantaggi dei mercati OTC? Eccoli di seguito:

  1. Condizioni contrattuali flessibili: come detto, i contratti non sono standardizzati come nei mercati ordinari.
  2. Non necessita di grandi somme di denaro: gli investimenti possono avvenire anche “puntando” somme ridotte, e ciò è uno dei principali motivi per cui si lascia preferire dai trader cosiddetti retails.
  3. Strumenti finanziari poco onerosi rispetto a quelli adoperati nei mercati tradizionali
  4. E’ possibile trovare una importante varietà di attività sulle quali investire
  5. Facilità di trovare finanziamenti: le aziende possono reperire più facilmente finanziamenti malgrado non possano essere quotate sui mercati regolamentati
  6. Flessibilità anche negli orari, molto più lunghi rispetto a quelli dei mercati regolamentati, che generalmente chiudono nel primo pomeriggio

Svantaggi dei Mercati OTC:

Quali sono gli svantaggi dei mercati OTC? Eccoli di seguito:

  1. Mercati meno trasparenti: il fatto che le aziende non debbano concedere troppe informazioni societarie, implica anche maggiori rischi di avere a che fare con attori inaffidabili
  2. Maggiori rischi di insolvenza: si può avere più facilmente a che fare con società che non possono mantenere gli impegni presi. Per mitigare questo rischio, è meglio diversificare i propri investimenti con piccole somme. Quanto meno, la perdita sarà ridotta
  3. Minore liquidità disponibile rispetto ai mercati ufficiali
  4. I prezzi non sono resi pubblici e ciò va ad altro svantaggio della trasparenza degli investimenti

Investire con i derivati

I derivati sono un titolo finanziario collegato direttamente ad un asset di svariata natura. Dalle azioni agli indici azionari, passando per le criptovalute, i cambi valute Forex e gli ETF.

Non a caso, spesso sono indicati con il nome del titolo che rappresentano.

Generalmente, gli strumenti derivati sono contratti a termine stipulati tra il compratore e il venditore, aventi come oggetto le variazioni di prezzo di un asset sottostante in una data unità di tempo prestabilita.

Ecco perché un investimento tramite un contratto derivato si consente di investire non direttamente sull’asset ma sulle condizioni del contratto. Ad esempio, se stipuli un contratto derivato sulle azioni Apple, non stai comprando direttamente azioni Apple, ma stai speculando sui suoi movimenti. Quindi, ci guadagni anche nel caso in cui siano in ribasso.

Gli strumenti derivati aiutano anche chi ha somme ridotte ad investire, e sfruttando la leva finanziaria puoi trarre ulteriori vantaggi in ciò.

Con una leva finanziaria di 1:30, vuol dire che potrai puntare solo un terzo di quanto vorresti, ma ottenendo lo stesso profitto. Tuttavia, ricorda che la moltiplicazione può rivoltarsi anche contro, nel caso in cui la tua previsione fosse sbagliata.

Gli strumenti derivati offrono anche vantaggi a livello temporale: eliminano le pratiche burocratiche connesse all’acquisto diretto, che possono provocare ritardi di giorni o anche settimane. E’ possibile così anche il trading intraday.

CFD: come investire

Per poter investire in CFD, contract for difference che rientrano nella categoria degli strumenti derivati, non devi recarti nei mercati OTC o presso una banca. Costretto ad aprire un conto corrente presso di loro ed andare incontro a commissioni più alte.

Basta scegliere dei broker con regolare licenza, spread e commissioni contenute, nonché tanti servizi disponibili.

Come accennato prima, ecco i principali broker su cui investire con i CFD:

eToroanchor="eToro" pos="cfd"]

Plus500 Capital.com

ETF: come investire

Gli Exchange traded fund sono fondi organizzati e gestiti da società finanziarie – come per esempio The Vanguard Group o iShare, tanto per citare le più importanti in termini di gestione di capitali – per racchiudere in un unico strumento una serie di asset.

Gli ETF permettono così una diversificazione già alta del portafoglio con un solo strumento, nonché di ridurre i costi e i rischi, e semplificare la gestione.

Puoi investire in ETF anche in modo indiretto, così sommi i vantaggi insiti di questo strumento a quelli del CFD.

Mercati OTC: ridurre i rischi

Come ridurre i rischi dei mercati OTC? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Meglio rifarsi sempre a broker con regolare licenza, perché devono rispettare le normative in termini di privacy e capitali
  • Meglio se il broker ha conti bancari segregati, in Europa
  • Utilizzo della Leva finanziaria, ricordando però anche gli effetti contrari
  • Qualità dell’esecuzione degli ordini e dello slippage
  • Servizio clienti efficiente, reattivo e risolutivo. Meglio se disponibile 24×7 e in italiano
  • Formazione di trading tramite ebook da scaricare o webinar da seguire da remoto

Mercati OTC: le domande più frequenti

Cosa sono i mercati OTC?

I mercati OTC sono utilizzati per le transazioni all’ingrosso tra intermediari istituzionali e trader retails. Le contrattazioni avvengono in modo informale, mediante conversazioni bilaterali tra le parti, in maniera telefonica o, sempre più diffusamente, telematica.

Conviene investire sui mercati OTC?

Occorre stare attenti poiché la trasparenza non è assicurata, così come la solvibilità delle aziende quotate.

Quali sono i migliori broker dove investire?

Puoi affidarti a broker con regolare licenza, spread e commissioni contenute, nonché tanti servizi disponibili. Come: eToro, Capital.com e Plus500.

Mercati OTC

Conclusioni

L’etimologia Over the counter rimanda proprio a mercati non ufficiali o regolamentati e a contrattazioni che avvengono in luoghi informali.

I mercati OTC sono utilizzati per le transazioni all’ingrosso tra intermediari istituzionali e trader retails.

Le contrattazioni avvengono in modo informale, mediante conversazioni bilaterali tra le parti, in maniera telefonica o, sempre più diffusamente, telematica.

Puoi andare incontro a rischi come la scarsa trasparenza e la mancanza di solvibilità.

Puoi ridurre i rischi ricorrendo a broker come eToro, che sono regolamentati e dispongono di licenze internazionali.