Market Mover: come usarli per fare trading

Cosa sono i market mover? Come sfruttarli?

Ecco una guida completa sui market mover, la cui natura è insita nel nome: si tratta di quei fattori in grado di muovere il mercato. Quindi vanno conosciuti per poter fare le migliori scelte di trading.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker OBRinvest. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie attività di trading on line ed essere più profittevoli.

Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Market Mover: cosa sono

Cosa sono i market mover? Si tratta di quei fattori che influenzano il mercato. Dunque, sono fondamentali soprattutto per formulare l’analisi fondamentale sui mercati. Si tratta in particolare di notizie.

Market Movers
Sfruttare i morket mover

I market mover si dividono in 3 categorie:

  • Economici: rientrano quegli indicatori statistici che “fotografano” la situazione economica di un determinato Stato o area geografica (un continente o un’organizzazione con più stati come per esempio l’Ue): Pil, occupazione, disoccupazione, dati manifatturieri, ecc.
  • Finanziari: qui vi rientrano le scelte delle banche centrali, i tassi di interesse, l’inflazione
  • Politici: stabilità dei governi in carica, colpi di stato, risultati elettorali, accordi diplomatici
  • Tecnologici: un attacco hacker subito da un exchange, ai danni di una criptovaluta in particolare. O la scoperta di una nuova tecnologia da parte di una società
  • Climatici: nelle materie prime soft, soprattutto per quanto concerne i beni agricoli, anche un clima favorevole o sfavorevole gioca la sua parte

Migliori piattaforme per fare trading

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Market mover nel trading

Nel trading online, i market mover possono avere più effetti in base al tipo di notizia “che portano”:

Notizie positive o negative

Possono influenzare positivamente o negativamente, a seconda dei casi, il prezzo di un asset. L’acquisizione di un’azienda importante da parte di una quotata in borsa, la scoperta di un nuovo giacimento di petrolio, dati Pil positivi.

O viceversa, il flop di un prodotto nuovo lanciato, una crisi diplomatica tra 2 stati, dati negativi sulla disoccuazione

Le notizie positive o negative dipendono dalla natura degli asset.

Eventi sopra o sotto le aspettative

Un evento particolarmente atteso che può dare un esito migliore di quanto ci si aspettava, oppure risulta essere molto deludente.

Per esempio, i dati Pil di uno stato. I dati relativi agli utili e ai ricavi di una azienda. Un accordo sulla distribuzione del gas tra due stati.

Per poter utilizzare questi dati nel trading online, i broker mettono a disposizione 2 servizi in particolare:

  • le breaking news: sui fattori che possono influenzare i mercati finanziari
  • Calendario economico: con le date di tutti gli eventi in programma

Migliori market mover

Quali sono i migliori market mover da tenere in considerazione per il trading online?

  1. I tassi di interesse decisi da una banca centrale, poiché da essi dipende il costo dei prestiti e quindi la loro maggiore o minore attrattività. Oppure il costo del denaro.
  2. PIL: il prodotto interno lordo stabilisce i beni e i servizi prodotti all’interno di determinati confini geografici. Il Pil da diversi anni è diventato il misuratore principale della salute di un paese.
  3. Tasso di disoccupazione: misura la capacità di uno stato di assorbire la forza lavoro disponibile sul proprio territorio. In Italia si tiene intorno al 10%, andando talvolta su, talvolta giù. Sebbene con molte differenze territoriali, anagrafiche e di genere. Mostrandosi particolarmente alto per giovani under 25, donne e regioni del sud.
  4. Produzione industriale: i dati manifatturieri sono un altro dato molto importante e un calo della produzione industriale è sicuramente un fatto negativo.

Market mover e broker

Quali sono i migliori broker per sfruttare i market mover? A nostro modesto avviso, i seguenti:

eToro

Il broker eToro consente di sfruttare i market mover facendo apparire in alto a destra delle interessanti notifiche sulle notizie che riguardano gli asset di nostro interesse (che possono essere salvati in preferiti).

Puoi anche restare aggiornato seguendo le Feeds degli altri trader iscritti, che possono così aggiornarti a loro volta su questo o quell’evento.

Per aprire il tuo conto demo con eToro clicca qui.

67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il broker OBRinvest ti tiene aggiornato sui market mover visionando un calendario economico. Inoltre, ti invia le migliori opportunità di trading tramite i segnali di trading elaborati dagli esperti di Trading central.

Quest’ultima è una società attiva dal 1999 e spesso premiata per i propri servizi. Sono frutto di attente analisi tecnica e fondamentale, quindi ti aiutano nelle tue scelte.

Per aprire il tuo account su OBRinvest clicca qui.

78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Capital.com si distingue per una app molto particolare chiamata Investmate, che offre servizi aggiuntivi alla versione web-based.

Capital.com prevede anche l’ausilio dell’intelligenza artificiale, così potrai fare trading facendoti correggere dalla tecnologia.

Per saperne di più sul broker Capital.com clicca qui.

67.7% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Analisi fondamentale: cos’è

Cos’è l’analisi fondamentale? E’ un’analisi di tipo qualitativa, che ti permette così di fare trading sfruttando quei fattori esterni al mercato, ma che possono pesantemente influenzarli.

Se per esempio fai trading sulle azioni quotate in borsa, dovrai seguire le decisioni prese dal Cda della società emittente, quando sarà lanciato un nuovo prodotto, come sta andando un prodotto nuovo, qual è lo stato dell’arte della concorrenza, come sta andando il settore di riferimento, gli utili e i ricavi, i dati di bilancio, ecc.

Nel mondo delle materie prime, invece, dovrai stare attento alla scoperta di nuovi giacimenti, al cambio delle abitudini dei consumatori finali, alle crisi diplomatiche tra gli stati, alla stabilità politica dei principali produttori, ecc.

Riguardo il Forex, dato che le valute degli stati sono l’asset principale su cui poggia, va da sé che dovrai stare attento alla situazione socio-economica degli Stati, le scelte delle banche centrali che influenza il peso delle valute, la situazione politica interna, la bilancia commerciale (import/export) e così via.

Le criptovalute sono invece un asset particolarmente volatile e difficilmente prevedibile. Quindi, dovrai stare attento al loro utilizzo per i pagamenti, se sono aggiunte o rimosse da questo o quell’Exchange, dalle novità apportate alla blockchain su cui poggiano, se sono state vittima di attacchi Hacker, ecc.

Come usare i Market mover nell’analisi fondamentale

Per cercare di sfruttare al meglio i market mover, dobbiamo saperli analizzare.

Il modo migliore è seguire attentamente le notizie aggiornate sui fattori più influenti. Nonché annotarsi tutti gli eventi imminenti che sono in programma.

Così potrai capire come e quando posizionarti. Il vantaggio del trading online è proprio quello di poter investire sia long che short, acquistando o vendendo gli asset tramite il trading CFD. Acronimo di Contract for difference.

Pertanto, se la notizia è particolarmente positiva per un asset, ci posizioneremo long, sperando che il suo prezzo aumenti in futuro, così da poter conseguire un profitto.

Se invece siamo consapevoli che la notizia sarà negativa, allora ci posizioneremo short, cioè venderemo l’asset. Perché siamo convinti che il suo prezzo calerà.

Il 2020, per esempio, ha portato dati molto negativi per tante aziende. In taluni casi pesanti segni meno, in altri segni ugualmente più ma inferiori alle aspettative.

In questo caso, occorre investire short perché le azioni tendono a scendere in borsa, anche perché si tratta di strascichi talvolta portati a lungo. Ed implicano per le società che già stavano messe male, ulteriori sacrifici in termini di tagli all’occupazione o cessioni di rami d’azienda.

In ogni caso è sempre buona norma partire da un buon corso di trading online prima di passare alla pratica.

Market mover: possono essere utili nell’analisi tecnica?

L’analisi fondamentale non va pensata come alternativa all’analisi tecnica. Invece, vanno usate entrambe a braccetto, per avere una visione complessiva dei mercati più completa.

Nell’analisi tecnica, puoi valutare l’effetto di un market mover vedendo quali sono stati i movimenti dei prezzi di un asset sui grafici. Inoltre, puoi utilizzare gli indicatori di trading e gli oscillatori di trading per misurare meglio quali sono stati i movimenti degli asset all’indomani di questa notizia o questo evento sfruttando eventuali pattern.

Market Mover FAQ

Cosa sono i market mover?

Si tratta di quei fattori in grado di muovere i prezzi degli asset sui mercati. Possono essere di varia natura a seconda della natura dell’asset in questione.

Per le azioni, si tratta di quei fattori che riguardano la società quotata in borsa che li emette. Per gli indici azionari possono essere la situazione economica dello stato cui si riferiscono o la situazione del settore di riferimento.

Ed ancora, per le criptovalute possono essere le scelte degli Exchange, nuove piattaforme che le inseriscono, le novità delle blockchain su cui poggiano. Nel forex invece, occorre valutare le notizie politiche o economiche che riguardano gli stati che emettono le valute oggetto dei cambi.

Come usare i market mover nel trading online?

Dato che i market mover muovono il prezzo degli asset, occorre valutarli per tempo così da poter capire quale sarà il movimento compiuto in futuro e posizionarsi di conseguenza. Long o short che sia.

Quali sono i migliori broker per sfruttare i market mover?

Conviene usare broker come eToro e OBRinvest, poiché offrono servivi suppletivi che ti aiutano a sfruttare al meglio questi fattori influenti.

Market Mover

Conclusioni

I market mover sono quei fattori che influenzano i mercati finanziari e cambiano in base alla natura dell’asset in questione. Generalmente possono essere economici, finanziari e politici. Ma non mancano anche quelli di natura tecnologica o climatica.

Per poterli analizzare al meglio, occorre sfruttare l’analisi fondamentale, di tipo qualitativo. In particolare, sfruttando servizi come le news aggiornate ed il calendario economico. Quindi, la scelta del broker deve essere mirata anche sulla qualità di questi servizi offerti.