Luxottica: siglato l’accordo con Oticas Carol

Luxottica Group ha acquisito il 100% della società Oticas Carol, una tra le più importanti catene di ottica in franchising con sede in Brasile. Per rendere effettivo l’accordo, manca solamente l’approvazione delle autorità regolatorie, in arrivo entro il primo semestre dell’anno entrando ufficialmente nel segmento del retail ottico del Sudamerica.

Il Gruppo Luxottica, già presente nel territorio brasiliano con la rete di negozi Sunglass Hut ed uno stabilimento produttivo a Campinas, “con questa operazione da 110 milioni di euro farà un ulteriore passo verso il completamento del modello di business integrato verticalmente che ha dimostrato di poter offrire tanti vantaggi ai consumatori”, con queste parole il Presidente Esecutivo, Leonardo Del Vecchio, ha commentato la nuova acquisizione.

Inizio positivo per Luxottica

Il Gruppo di Leonardo Del Vecchio ha concluso il 2016 con un leggero incremento dei ricavi, dovuti principalmente al retail aumentando del 2,8%, +3,9% a cambi costanti e con un +6,3% a cambi correnti nell’ultimo quadrimestre.

Le vendite ratail sono cresciute del 6% nel 2016 e del 10,1% nel trimestre, grazie all’apertura di nuovi punti vendita.

Nei singoli mercati, Luxottica ha avuto un incremento delle vendite del 6,9% in Europa grazie all’apertura di 100 nuovi negozi di cui 57 all’interno di Galeries Lafayette, mentre nel mercato Nordamericano ha avuto un incremento dello 0,8%, in leggero nel mercato asiatico nel quale ha perso l’1,9%.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY