Lotta all’evasione, in arrivo gli scontrini gratta e vinci

Il Viceministro dell’Economia, Luigi Casero, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera ha spiegato quale possa essere la manovra futura del Governo per combattere l’evasione fiscale italiana, la più alta tra i paesi dell’Unione Europea, che consiste nell’abbinare agli scontrini fiscali una lotteria con ricchi premi. L’incentivo all’emissione degli scontrini, sarebbe dunque la possibilità di vincere un premio, sia esso in denaro o in beni, per qualsiasi tipo di compravendita.

gratta-vinci

Scontrini gratta e vinci: soluzione di successo o fallimentare?

L’idea di associare agli scontrini fiscali una vincita, era già stata proposta in Grecia come incentivo per sbloccare gli aiuti fiscali, idea che però si rivelò fallimentare, tuttavia il sistema italiano si baserà su servizi telematici e scontrini elettronici, dando all’acquirente maggiori garanzie. Il Viceministro Casero ha annunciato inoltre, un’ulteriore manovra contro l’evasione fiscale, ovvero la scelta a fine anno, tramite estrazione, dei settori ai quali verrà data la possibilità di detrarre le spese dalle tasse, anche per quelle attualmente non detraibili.

Scontrino gratta e vinci come funziona

Il sistema degli scontrini gratta e vinci inizierà in via sperimentale nei primi mesi del 2017, verrà rilasciato al cliente uno scontrino elettronico associato al proprio codice fiscale, il quale verrà registrato all’Agenzia dell’Entrate al momento dell’acquisto. Il contribuente avrà quindi accesso ad un file nel quale sono stati registrati sia gli acquisti che i codici con i quali sarà possibile prendere parte alla lotteria. Non sono tardate ad arrivare le perplessità e le polemiche a questo sistema che, oltre ad essere risultato fallimentare negli altri paesi, incentiva la dipendenza dal gioco d’azzardo. Il Governo dovrà quindi decidere se arginare l’evasione fiscale sollecitando una dipendenza, la quale è stata recentemente inserita nei Lea – Livelli Essenziali di Assistenza – parificando la ludopatia alle altre patologie o trovare strade alternative per frenare l’evasione.