L’Oréal primeggia anche sui Social con i suoi 4 brand

Se è vero come è vero che la pubblicità è l’anima del commercio, i Social in tal senso oggi fanno la loro parte. Eccome. Avere un profilo dove pubblicare le foto dei propri prodotti, le offerte, le novità, è diventato indispensabile. Tanto per il negoziante al dettaglio, quanto per l’artigiano che lavora da casa, ma anche per i grandi marchi. Di qualsivoglia settore commerciale.

Non sfugge a questa regola il colosso della cosmetica, e non solo, L’Oréal. Un’indagine condotta da Blogmeter afferma infatti che la multinazionale francese primeggia pure sui Social network. Mediante i suoi brand NYX, Lancôme e MAC.

L’indagine di Blogmeter è stata condotta in questo modo: ha monitorato e analizzato le performance di tutte le pagine ufficiali Facebook, Twitter, Instagram e YouTube dei principali marchi di make-up per il viso. Che sono presenti sul mercato italiano e che producono contenuti in lingua italiana.

Dei 46 brand presi in esame, sono state create poi due classifiche: una con i 5 brand risultati migliori per interazioni totali su Facebook, Instagram e Twitter e un’altra riportante i 5 brand migliori per engagement su YouTube. Il periodo preso in esame è relativo all’ultimo trimestre dell’anno 2018. Ovvero dal 1° ottobre al 31 dicembre.

La prima classificazione vede prevalere NYX Cosmetics, marchio fondato nel 1999 e rientrante nell’orbita L’Oréal. NYX guadagna oltre il 99% dell’engagement totale tsu Instagram. Risulta di NYX anche il post più commentato del periodo.

Al secondo posto troviamo Wycon, azienda cosmetica italiana (malgrado il nome possa ingannare) nata nel 2009. Vantando una media di oltre 8 post al giorno, tra Facebook e Instagram, Wycon sfiora le 900mila interazioni. Sebbene anche qui occorra dire che a la fonte principale del flusso sia ancora Instagram. Che si conferma Social in grande ascesa, capace di mettere in secondo piano un sito come Facebook. Grazie, paradossalmente, proprio a Mark Zuckerberg. Che, come noto, lo ha rilevato nel 2014.

Al terzo posto troviamo invece un brand del Canada: MAC Cosmetics. Il quale si attesta in terza posizione con oltre 854mila interazioni totali.

Riguardo l’altra classifica, basata su YouTube, il primato se lo aggiudica Lancôme. Azienda francese del gruppo L’Oréal. Grazie al video dedicato al suo nuovo rossetto L’Absolu Lacquer, Lancôme si aggiudica anche il premio per il most viewed content, con oltre 1,9 milioni di visualizzazioni.

Al secondo ci troviamo Clinique, che con tre video dedicati al suo nuovo fondotinta Even Better MakeUp totalizza oltre 1,5 milioni di interazioni.

Chiude il podio Rimmel London, con un engagement di oltre 170mila visite. Risultato ottenuto grazie ai suoi video con protagoniste alcune giovani youtuber italiane.

Appena fuori dal podio ci troviamo Esteé Lauder, mentre in quinta posizione proprio L’Oréal Paris. Su tutti, grazie ai video con la beauty influencer Alice Venturi.

Dunque, Youtube, malgrado esista da ormai 15 anni e sia nato soprattutto per permettere agli utenti di caricare video amatoriali, non solo sta facendo nascere nuove star della musica e non solo grazie al fenomeno degli Youtuber. Ma sta assumendo un ruolo sempre più centrale per le pubblicità dei colossi della moda, della cosmetica, e di altri settori.

L’Oréal chi è

L’Oréal S.A. è un’azienda francese di assistenza personale con sede a Clichy, Hauts-de-Seine con sede a Parigi. È la più grande azienda cosmetica del mondo e ha sviluppato attività nel settore concentrandosi sul colore dei capelli, sulla cura della pelle, sulla protezione solare, sul trucco, sui profumi, sulla cura dei capelli e sulla cura della pelle maschile.

L’Oréal nascita

Nel 1909, Eugène Paul Louis Schueller, un giovane chimico francese di origine tedesca, sviluppò una formula colorante per capelli chiamata Oréale. Schueller ha formulato e prodotto i propri prodotti, che ha poi deciso di vendere ai parrucchieri parigini. Il 31 luglio 1919, Schueller registrò la sua società, la Société Française de Teintures Inoffensives pour Cheveux (Safe Hair Dye Company of France). I principi guida dell’azienda, che alla fine divennero L’Oréal, furono la ricerca e l’innovazione nel campo della bellezza. Nel 1920, la compagnia impiegò tre chimici.

Nel 1950, la squadra era 100 forte; nel 1984 era 1.000 e oggi ne ha quasi 82.000. Schueller forniva sostegno finanziario e organizzava riunioni per La Cagoule presso la sede centrale di L’Oréal. La Cagoule era un violento gruppo fascista e anti-comunista francese il cui leader costituiva un partito politico Mouvement Social Révolutionnaire (MSR, Social Revolutionary Movement) che nella Francia occupata sostenne la collaborazione di Vichy con i tedeschi.

L’Oréal ha assunto diversi membri del gruppo come dirigenti dopo la seconda guerra mondiale, come Jacques Corrèze, che è stato amministratore delegato dell’operazione negli Stati Uniti. Questo coinvolgimento è stato ampiamente studiato da Michael Bar-Zohar nel suo libro, Bitter Scent.

L’Oréal ha preso il via nel business dei colori per capelli, ma l’azienda si è presto distinta in altri prodotti di pulizia e bellezza. L’Oréal attualmente commercializza oltre 500 marchi e migliaia di singoli prodotti in tutti i settori del settore della bellezza: colore dei capelli, permanenti, acconciatura, cura della pelle e del corpo, detergenti, trucco e profumi.

I prodotti dell’azienda sono presenti in un’ampia varietà di canali di distribuzione, dai parrucchieri e profumerie ai supermercati e ipermercati, punti vendita salute / bellezza, farmacie e direct mail.

L’Oréal acquisizioni

L’Oréal acquistò Synthélabo nel 1973 per perseguire le sue ambizioni nel campo farmaceutico. Synthélabo si unì a Sanofi nel 1999 per diventare Sanofi-Synthélabo. Sanofi-Synthélabo si è fusa con Aventis nel 2004 per diventare Sanofi-Aventis. Il 17 marzo 2006 L’Oréal ha acquistato la società di cosmetici The Body Shop per 562 milioni di sterline. Lo slogan pubblicitario dell’Oréal è “Perché ne vado bene”. A metà degli anni 2000, questo è stato sostituito da “Perché ne vali la pena”. Alla fine del 2009, lo slogan è stato cambiato di nuovo in “Perché ne varrà la pena” in seguito all’analisi della motivazione e al lavoro nella psicologia del consumatore del Dr. Maxim Titorenko.

Il passaggio a “noi” è stato fatto per creare un maggiore coinvolgimento dei consumatori nella filosofia e nello stile di vita di L’Oréal e offrire una maggiore soddisfazione dei consumatori nei prodotti L’Oréal. L’Oréal possiede anche una linea di prodotti per capelli e corpo per bambini chiamata L’Oréal Kids, il cui slogan è “Perché ne vale la pena anche per noi”.

LEAVE A REPLY