Ricevuta la lettera dall’Ue: le dichiarazioni di Padoan

lettera

Come è stato già preannunciato ieri, entro oggi sarebbe potuta arrivare la lettera dall’Ue riguardo la manovra del 2017 e così è stato. Proprio poco fa è stata ricevuta la lettera firmata da Juncker, presidente della commissione europea ed è stata subito commentata dal nostro ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan.

“E’ arrivata. E’ assolutamente normale per noi e gli altri Paesi che l’hanno ricevuta. Ci chiedono chiarimenti su aspetti centrali delle misure.”

Quali sono queste misure a cui fa riferimento il Ministro? Quelle già citate sull’emergenza per le città terremotate e per gli immigrati. Senza queste spese:

“Il nostro deficit sarebbe meno del 2%, una cifra bassissima. Se l’Europa ignora il problema dei migranti e tollera i muri sì che avrà problemi di sopravvivenza.”lettera

Altrettanti toni provocatori sono stati quelli del premier Matteo Renzi alla trasmissione tv “Porta a porta” dove ha detto:

“Se l’Ue vuole abbassare le spese per i migranti in Italia, noi abbassiamo le spese. Aprano le porte e noi abbassiamo spese, invece della bocca aprano il portafoglio”

Staremo a vedere come prenderanno questi dichiarazioni a Bruxelles e quali saranno i provvedimenti di Juncker, visto il concitato clima teso di cui si parlava già da questa mattina.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY