Legge di Bilancio: in arrivo 30-50 euro in più per le pensioni

La manovra fiscale per il 2017 è stata approvata ieri dalla Camera, ora si attende il via libera dal Senato dopo la pausa per il Referendum Costituzionale che si terrà domenica 4 dicembre. A prescindere dall’esito delle votazioni, il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ha confermato che non verranno apportate modifiche e l’approvazione avverrà entro la fine dell’anno. Il Premier Matteo Renzi durante la conferenza stampa tenutasi ieri, ha sottolineato il punto chiave della Legge di Bilancio, ovvero la diminuzione delle tasse che da diversi anni gravano sulle spalle dei cittadini, inoltre la manovra introdurrà 30-50 euro di aumento per le pensioni più basse (sotto i mille euro).

legge-bilancio

Industria 4.0

Il Ddl di bilancio prevede un piano di superammortamento per coloro i quali investiranno nel potenziamento della tecnologia, dando il via all’Industria 4.0. Riduzione dell’Ires dal 27,5 al 24% ed una flax tax del 24%.

Equitalia

Con la rottamazione delle cartelle esattoriali e la chiusura di Equitalia incorporata all’Agenzie delle Entrate, si incasseranno 1,4 miliardi di euro. Confermata la definizione agevolata, ossia la liquidazione delle cartelle non verrà maggiorata né da sanzioni né da interessi anche per le multe.

Esodati ed opzione donna

In arrivo con la Legge di Bilancio 2017, l’ottava salvaguardia per i circa 30 mila esodati risultanti dalla legge Fornero. Oltre 4.000 lavoratrici potranno beneficiare dell’opzione donna, mentre ai neo-papà spetterà il congedo obbligatorio per 4 giorni. Confermato il bonus nido per chi non ha reddito Isee e vengono stanziati 150 milioni di euro per le misure anti-povertà.

Pacchetto pensioni

È stata estesa la quattordicesima anche per i pensionati, mentre per chi ne vorrà usufruire potrà anticipare la pensione di 3 anni e 7 mesi se si ha maturato un’anzianità contributiva di 20 anni. In via sperimentale dal primo maggio 2017 al 31 dicembre 2018, si potrà richiedere l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica, ovvero un prestito concesso dalle banche correlato da una polizza assicurativa obbligatoria, da restituire dalla maturazione del diritto alla pensione tramite il pagamento di rate mensili e per una durata di 20 anni.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY