Le novità del Gruppo Ferrero a Expo

97090

Il Gruppo Ferrero, uno dei leader del settore alimentare, annuncia le sue novità per il prossimo anno e una presentazione a Expo prima della chiusura. Una nuova merendina da immettere sul mercato alla fine del primo trimestre del 2016, ispirata dalla manifestazione milanese tutta dedicata al cibo.

La degustazione

L’annuncio viene direttamente da Federico Francesco Ferrero che oltre a far parte della famiglia è anche nutrizionista e Masterchef 2014, al Centro Media della Rai alla manifestazione trasformata per l’occasione in evento gastronomico con assaggi e descrizioni.

L’azienda ha voluto, con questo evento, avere i pareri del pubblico su alcune combinazioni di sapori antichi e moderni che saranno poi sottoposti alla dirigenza per la creazione della nuova merendina.

Una strategia questa della Ferrero, con un suo spazio all’interno di Expo, che vuole coniugare la tradizione con la cultura alimentare sana e genuina, la tendenza del momento.

Il gruppo non ha fornito al momento nessun prospetto economico per quel che riguarda l’accoglienza del mercato al nuovo prodotto, limitandosi a test esclusivamente gastronomici sui ricordi da bambino di Ferrero che si sofferma alla sua infanzia e al latte appena munto e alle merende di una volta.

Per testare i gusti da cui nascerà il nuovo prodotto della Kinder gli assaggi prevedevano pane, marmellata, latte e tre diversi tipi di ripieni: uno alla marmellata di cacao, arancia e lampone, uno di crema al latte e infine uno di crema di cioccolato al latte.

Il gruppo

La Ferrero è forte del suo record di fatturato registrato l’anno scorso che ha raggiunto quasi i 9 miliardi, in aumento di più di cinque punti percentuali.

Il Gruppo conta 73 consociate nel mondo per un totale di 20 stabilimenti produttivi da cui partono i prodotti venduti in più di 100 paesi. Un colosso inimitabile per la qualità e l’originalità dei suoi prodotti, spesso imitato all’estero.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY