La decisione di Draghi: tutto rimane invariato fino a marzo 2017

la decisione di Draghi

Il presidente della Bce, ha finalmente rilasciato le sue dichiarazioni sulle mosse riguardo il Qe. Il suo discorso era atteso da oggi dalle borse europee e vedremo quale sarà la loro reazione, domani, dopo la decisione di Draghi, vista la chiusura negativa di ogi.

Qual è stata la decisione di Draghi sul Qe?

Draghi aspetta e ci pensa bene prima di rallentare il rilascio di quantitative easing, visto il livello di inflazione attuale che non sembra essere aumentato nell’ultimo periodo. La Bce dunque prolungherà l’acquisto di obbligazioni. Per questo momento tutto rimane sostanzialmente invariato.la decisione di Draghi

Quando ci saranno i primi cambiamenti per la Bce? Qual è la decisione di Draghi?

Com’era stato più volte ribadito, anche dopo l’ultimo discorso tenuto dalla Yellen, sembra che i tassi, così come il Qe, dell’euro zona rimarrà invariato fino almeno a marzo 2017. C’è chi pronostica un cambiamento a fine anno, con l’ulteriore riunione di dicembre, ma ormai è veramente molto probabile il protrarsi di questa decisione, visti anche i dati rivelatori di un’economia sempre più fragile, come il dato negativo sui prezzi al consumo. La decisione di Draghi sarà abbastanza saggia?

 

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY