La coppia BTC-USD rifiata dopo essersi riportata sui top a 2 mesi in area 8.500

Dopo essersi riportata sul massimo a due mesi, toccando quota 8.500, la coppia Bitcoin-Dollaro tira un po’ il fiato, ed al momento della scrittura passa di mano sotto area 8.000. Normali prese di beneficio, pienamente giustificate dopo un rally superiore a +45%, compiuto nel giro di poco meno di un mese, partendo dal minimo a quota 5.760, circa, su cui la coppia era crollata lo scorso 24 Giugno. Il bilancio a 7 sedute, invece, sta ancora facendo registrare +8%, dopo aver fatto segnare anche un momentaneo +15%.

Il cross BTC-USD ha accelerato al rialzo sulla notizia dell’apertura del Dipartimento USA per la protezione finanziaria dei consumatori a consentire il cosiddetto “sandbox“ anche al mondo delle criptovalute. Per sandbox si intendono una serie di normative progettate dagli enti regolatori per sostenere quelle compagnie che vogliono lanciare nuovi prodotti o servizi, sotto il monitoraggio dei regolatori.

Un’ ulteriore apertura verso le valute digitali è arrivata dalla Corea del Sud, una delle principali piazze mondiali per il trading sulle criptovalute. Anche qui le autorità stanno cercando di riorganizzare un rimpasto normativo regolatorio. Negli USA, inoltre, la (SEC) Securities and Exchange Commission sarebbe al lavoro per approvare dopo vari tentativi, la nascita di un ETF Bitcoin, che consentirebbe ad investitori e trader di scambiare Bitcoin senza dover essere obbligati a farlo esclusivamente dalla piattaforme di trading dedicate esclusivamente al trading sulle valute digitali. Il responso della SEC è atteso tra metà Agosto ed i primi giorni di Settembre.

Buone notizie per criptovalute in generale sono arrivate con il lancio da parte di Coinbase, in collaborazione con WeGift, azienda specializzata in portafogli elettronici, di una Gift Card in valute digitali, che consentirà di spendere più facilmente Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Litecoin dal proprio conto digitale.

Andamento cross bitcoin dollaro sul breve-medio periodo

Al momento della scrittura la coppia BTC-USD cede poco più di 4 punti percentuali e viene scambiata in area 7.900. In caso di conferma giornaliera sui livelli attuali, le quotazioni potrebbero spingersi velocemente per testare il primo supporto di brevissimo, rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’ alto verso il basso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che transita in area 7.680-7.700.

L’eventuale rottura del sostegno appena citato, invece, avrebbe una valenza ribassista ancor più accentuata, poiché potrebbe generare ulteriori affondi verso il sostegno di breve-medio periodo, che si colloca in area 7.230-7.130, zona su cui passano le medie mobili a 25 e 50 giorni (la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico).

Lo scenario ribassista appena ipotizzato potrebbe venir meno soltanto in caso di tenuta dei supporti precedentemente indicati, accompagnata dal ritorno oltre quota 8.200-8.300, una condizione che potrebbe inoltre gettare le basi per un attacco ai tmassimi di brevissimo a quota 8.500. Oltre la resistenza appena citata, invece, potrebbero aumentare lee chance di ulteriori allunghi in area 9.000-9.200.

Andamento cambio ETH-USD sul breve-medio periodo

Più modesta la performance settimanale della coppia ETH-USD, che in questo momento sta evidenziando un +4%, rispetto alla chiusura del precedente Venerdì.

Al momento della scrittura, invece, il cambio tra la seconda criptovaluta per capitalizzazione ed il dollaro sta evidenziando un calo di poco superiore ai 2 punti e mezzo percentuali, in area 462,75.

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di ritorno oltre quota 8.010 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 8.145 e 8.272; stop loss in caso di ritorno sotto quota 7.880 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 8.272 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 8.405 e successivamente a quota 8.542; stop loss in caso di close orario minore di quota 8.010.

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 8.542 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 8.680 e 8.821, estesa a quota 9.051; stop loss in caso di ritorno sotto quota 8.405 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 6.887, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 7.072 ed in seconda battuta a quota 7.188, con eventuali estensioni a quota 7.306; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 6.700 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, necessita di una flessione sotto quota 7.880 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 7.752 e 7.626; stop loss in caso di recupero oltre quota 8.010 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 7.626, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 7.503 ed in seconda battuta a quota 7.306; stop loss in caso di ritorno sopra quota 7.880 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 7.306 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 7.188 e 7.072, estesa a quota 6.887; stop loss in caso di recupero sopra quota 7.503 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 9.051, per sfruttare eventuali storni a quota 8.821e successivamente a quota 8.680, con possibili estensioni a quota 8.542; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 9.200 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY