Istat: aumento della produzione dell’8,6%

I dati Istat relativi alla produzione industriale del mese di novembre dell’anno appena trascorso, hanno evidenziato, dopo un lungo periodo di calo, un decisivo aumento.

L’indice di incremento calcolato dall’Istituto di Statistica è risultato essere dello 0,7%, il miglior risultato dal mese di agosto 2016, mentre la media del trimestre settembre-novembre ha visto una crescita dello 0,9% rispetto al precedete.

I settori in crescita

L’indice mensile è cresciuto del 2,4% nel settore energetico, nei beni intermedi dell’1,1% mentre i beni strumentali hanno avuto un balzo in avanti dell’0,8%. In termini tendenziali gli indici registrano nel settore energia un +10,6%, un aumento dei beni strumentali del +3,9% e del +2,4% per quanto riguarda i beni intermedi, in leggero calo invece i beni di consumo che perdono lo 0,1%.

I comparti con una crescita maggiore sono stati: fornitura di energia elettrica e gas con +14,5%, prodotti di elettronica/computer con +6,7%, installazione/riparazione apparecchiature +5,8%, mentre il settore auto ha avuto una crescita della produzione industriale dell’8,6%.

In diminuzione la produzione tessile

I settori in cui la produzione industriale ha visto un brusco calo sono stati i tessili/abbigliamento e accessori con -5% e le apparecchiature per uso domestico non elettrico con -4,3%. Non bene nemmeno per il settore delle costruzioni con una diminuzione dello 0,2%.

Promossa anche l’Eurozona con una crescita a novembre dell’1,5% rispetto ad ottobre, mentre rispetto a novembre 2015 la crescita è stata del 3,2%, l’Irlanda fa uno spettacolare balzo in avanti con il +14,6% rispetto a novembre 2015.

LEAVE A REPLY