Iq Option Bitcoin: come fare trading di Bitcoin con la piattaforma

Il 2017, dal punto di vista dei mercati finanziari, è stato senza dubbio l’anno del Bitcoin. Il suo valore continua a macinare record su record e nel momento in cui vi scriviamo è sugli 17300 dollari. Tornando quindi a sfondare abbondantemente la fatidica soglia dei 15mila dollari. Secondo alcuni analisti, il suo valore potrebbe arrivare a toccare perfino quota 500mila dollari entro la fine del primo semestre 2018.

Quindi, il Bitcoin si pone come un asset molto interessante sul quale fare trading. Ma ovviamente occorrono due avvertenze: la prima si tratta di un asset estremamente volatile e dal futuro ancora in certo. Seconda, occorre fare trading su Broker che abbiano regolare licenza da parte degli organi preposti al controllo dei mercati finanziari, come la CONSOB per l’Italia, il CySEC a livello europeo, la FDA in Gran Bretagna e così via.

Inoltre, un Broker deve rispondere ad una serie di esigenze appannaggio dei trader. Deve offrire un Conto demo gratuito per poter fare pratica quando si è alle prime armi. Una formazione costante scaricando eBook, partecipando ad incontri dal vivo annuali organizzati nelle principali città italiane, seguendo Webinar (seminari via web). Deve fornire news continue sui principali fatti relativi al mercato finanziario e quelli che potrebbero influenzarlo. Deve mettere a disposizione Grafici chiari che spieghino come stanno andando gli asset. Deve mettere a disposizione una Assistenza clienti che sia in italiano, H24 e 7 giorni su 7, nonché facilmente raggiungibile via chat integrata alla piattaforma, tramite mail o numero di telefono. Deve prevedere uno spread conveniente e zero commissioni.

Un Broker che senza dubbio risponde molto bene a queste esigenze per fare trading su Bitcoin è Iq Option. Il broker IQ Option ha ormai introdotto stabilmente il trading di criptovalute sulla propria piattaforma di trading. Non solo Bitcoin, ma anche ZCash, Ethereum, Litecoin, Ripple, Monero, Bitcoin Cash e le principali criptovalute che si stanno distinguendo tra le circa cento ormai nate sulla scia del loro successo.

Di seguito cerchiamo dunque di capire come funziona il trading su criptovalute e come fare trading Bitcoin su IQ Option. Abbiamo già dedicato un approfondimento sulla piattaforma per il trading online Iq Option, che puoi leggere qui. Per quanto concerne Bitcoin, invece, sappiamo che è la prima criptovaluta lanciata nel 2009, come primo esperimento del rivoluzionario sistema blockchain. Il quale si basa sulla possibilità di effettuare transazioni crittografate tramite tencologia peer-to-peer (che abbiamo imparato a conoscere per la crittografia delle chat della popolare app di messaggistica WhatsApp)

Dato che il Bitcoin è una criptovaluta decentrata e non è controllata da nessuna delle autorità centrali, è chiaro che l’unico soggetto capace di attuare importanti decisioni tecniche è la maggioranza dei titolari di BTC.

Bitcoin ad oggi domina il mercato delle criptovalute rappresentando da solo il 48% del mercato. Ma a parte Bitcoin, diverse sono le criptovalute aggiunte nella sezione CFD dal Broker IQ Option.

Come fare trading Bitcoin e criptovalute su Iq Option


Attenzione, il capitale potrebbe essere a rischio

Come fare trading su Bitcoin e le altre criptovalute sulla piattaforma Iq Option? Intanto, occorre dire che sulla piattaforma per il trading online IQ Option è possibile investire su più mercati, raggruppati in quattro grandi macro categorie:

  • Opzioni Binarie
  • Opzioni digitali (trading CFD)
  • Forex
  • Kripto CFD

Il broker IQ Option consente di fare trading su 12 differenti criptovalute. Questo l’elenco completo:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Ripple
  • Litecoin
  • Santiment
  • Monero
  • Dash
  • ZCash
  • IOTA
  • Ethereum
  • Ethereum classic
  • Omisego

Abbiamo detto che per investire in criptovalute, occorre andare nella sezione apposita “Kripto CFD”), ma il Broker offre comunque la possibilità di investire su alcune criptovalute anche tramite gli altri mercati. Ad esempio, è possibile investire su Bitcoin sia tramite Kripto CFD, sia tramite le classiche opzioni binarie. Basta scegliere l’asset su cui si vuole investire per vedere in quali mercati è disponibile. O, in alternativa, cercarlo direttamente nella barra di ricerca.

CFD Bitcoin Iq Option cosa sono

Cosa sono i Cfd su Bitcoin offerti da IQ Option? La piattaforma per il trading online ha introdotto una nuova sezione “CFD”, per tutti i trader che vogliono utilizzare i classici CFD per investire sui vari asset messi a disposizione. Ricordiamo che i CFD indicano l’acronimo Contract For Difference, contratti che consentonodi investire su un asset, speculando sulle variazioni di prezzo ma senza mai realmente possederlo. I Cfd sono ottime opportunità per fare trading su Bitcoin, in quanto i CFD sono regolati e certificati. E ciò offre una ulteriore garanzie per investire su questa criptovaluta. Diversamente da quanto accade in quelle piattaforme che millantano facili guadagni, con la società che la gestisce che hanno solitamente sede in paradisi fiscali, ma poi alla fine gli iscritti non rivedono indietro neppure i soldi messi inizialmente. O il caso degli Exchange, che non sono regolamentati, quindi il rischio truffa è sempre dietro l’angolo.

Moltiplicatore Iq Option come funziona

Come funziona il Moltiplicatore Iq Option su CFD Bitcoin? Collegato al trading CFD c’è il concetto della leva finanziaria, chiamata “moltiplicatore” su IQ Option. Cos’è un moltiplicatore? Si tratta della classica leva finanziaria, strumento con il quale è possibile investire cifre più grandi di quelle che realmente si possiede. Tuttavia, la premessa che facciamo sempre quando parliamo di Leva finanziaria, è che è una arma a doppio taglio: come fa moltiplicare i guadagni, fa pure moltiplicare le perdite.

I moltiplicatori (o leve finanziarie) disponibili su IQ Option per i CFD sono:

  • x3
  • x5
  • x10
  • x20
  • x25

Occorre però dire che non sono sempre tutti disponibili: infatti, la disponibilità del moltiplicatore è a seconda dell’asset scelto. Un esempio di Leva finanziaria: sfruttando una leva 1:100 ed investendo solo 100 euro, grazie alla leva muoveremo sui mercati ben 10mila euro. Tuttavia, sia i profitti che le perdite, saranno calcolati non sui 100 euro da noi investiti, ma sui 10.000 euro che stiamo muovendo grazie all’utilizzo della leva. Pertanto, prima di fare trading con questo strumento, è meglio informarsi bene.

Conviene investire in Bitcoin su Iq Option?

Il futuro di Bitcoin e delle altre criptovalute è ancora tutto da scrivere. Il prezzo si impennerà all’infinito? Siamo di fronte alla tipica bolla speculativa? Bitcoin sparirà tra qualche anno? Le criptovalute saranno messe al bando dai governi che non possono controllarle? Saranno ideate monete digitali istituzionali che metteranno fuori uso quelle oggi in circolazione? Bitcoin sarà legittimato anche dai Paesi che oggi lo avversano – vedi Cina e Russia – e quindi diventerà un asset stabile e un bene rifugio? Queste e altre sono le domande che circolano intorno alle criptovalute. Tanto da rendere la risposta alla domanda: conviene investire in Bitcoin su Iq Option? alquanto difficile da rispondere. Di seguito, comunque, riportiamo il parere di alcuni esimi esperti sul Bitcoin. Che potrebbero darci una idea.

1. John Spallanzani di GFI Group

John Spallanzani del gruppo GFI, aveva già previsto mesi fa l’impennata dei prezzi del Bitcoin. Egli aveva infatti detto che la prima criptovaluta avrebbe raggiunto quota 6.000 dollari entro la fine dell’anno 2017, rompendo così il livello che quando lo diceva, ad agosto, era sui 4500 dollari. Come noto, non solo Bitcoin ha sfondato quota 6mila dollari, ma lo ha fatto poco dopo le sue dichiarazioni, tanto che oggi si appresta a sfondare definitivamente quota 10mila dollari. Cosa che Spellanzani riteneva possibile solo a fine 2018. Quindi le sue previsioni sono state fin troppo caute.

2. Sheba Jafari di Goldman Sachs

Sempre ad agosto, secondo l’analista tecnico di Goldman Sachs, Sheba Jafari, invece, il bitcoin avrebbe perso il 40% del suo valore con la possibilità anche di raggiungere i 4.800 dollari. Lo diceva ad agosto e la sua previsione è stata totalmente smentita.

3. Paul Veradittakit di Pantera Capital Management

Veradittakit, come Spellanzani, riteneva che quota 10mila dollari sarebbe stata raggiunta a fine 2018. E ciò grazie, secondo quello che è il vicepresidente di Pantera Capital, grazie al crescente interesse dei trader e al miglioramento della tecnologia blockchain che sta velocizzando i blocchi. Raddoppiando a due megabyte nel mese di novembre 2017 i blocchi. Ma anche in questo caso, abbiamo visto che le previsioni sono state del tutto smentite.

Tom Price di Morgan Stanley

Tom Price, considerato lo stratega azionario che lavora presso la maggiore banca statunitense (Morgan Stanley), riteneva ad agosto che il bitcoin si sarebbe comportato in modo simile al mercato dell’oro. Vale a dire crescerà gradualmente e lentamente, anche se con una notevole volatilità nel breve e medio termine. Inoltre, ritiene questa valuta come un asset sempre in voga. In effetti la sua previsione per ora sembra la più azzeccata, anche se le recenti accelerazioni fanno pensare che la lentezza profetizzata da Price non sarà proprio così realistica.

Roy Sebag di Goldmoney

Fondatore e CEO di Goldmoney, vale a dire della società che vanta partecipazioni azionarie con oltre 2 miliardi di dollari, Roy Sebag, crede che il prezzo del Bitcoin subirà ben presto un rapido calo. Del resto, Sebag ha dimostrato nei fatti di non credere nel Bitcoin. Di fatti, dopo aver investito in Bitcoin nel 2011, ha chiuso la maggior parte delle sue posizioni tra maggio e giugno 2017 con oltre 17.000 bitcoins. Quindi non si può certo dire che predichi bene e razzoli male. E’ convinto che il Bitcoin non sarà fedele ai principi originali e questo perché è stato considerato come una vera e propria attività di mercato dalle frenesie senza alcun fondamento. In realtà però il prezzo ha continuato a lievitare da giugno e molto probabilmente questo esperto si starà mordendo le mani.

Con queste 5 previsioni di personalità esperte, vogliamo dimostrare come nessuno ci abbia preso. Le hanno dette ad agosto 2017 e sappiamo tutti come è andata. Non vogliamo con ciò metterli alla berlina o deriderli, ma far solo capire quanto sia difficile fare previsioni sul Bitcoin. Se non ci riescono queste personalità con poltrone di tutto rispetto, come può riuscirci un semplice trader?

Come fare trading Bitcoin su Iq Option

Se non vi siete spaventati leggendo il paragrafo precedente e anzi, il Bitcoin vi affascina anche di più, allora forse vi starete chiedendo: come fare trading Bitcoin su Iq Option? IQ Option riesce a soddisfare le esigenze sia dei trader più esperti, sia dei trader alle prime armi. Sulla piattaforma vedrete tre sezioni:

  1. sezione sinistra: dove è possibile trovare la barra “strumenti”. Qui potrete navigare all’interno della piattaforma di trading
  2. sezione centrale: dove potrete trovare il grafico (o grafici, dato che ne potete aggiungere ulteriori) con tutte le relative impostazioni
  3. sezione destra: dove è possibile trovare le impostazioni per investire sull’asset selezionato (come il Bitcoin appunto)

In questa sede ci interessa in particolare la sezione destra. E’ in questa sezione che sarà possibile scegliere le impostazioni per aprire la propria posizione ed investire sulle criptovalute.

Qui troveremo le seguenti voci:

1. Bottoni Compra & Vendi

Essi spiccano per i loro colori. Va da sé che col bottone “Compra” si andrà ad investire al rialzo (pertanto si consegue un guadagno solo se aumenta il valore), col bottone “Vendi” si andrà ad investire al ribasso (e si conseguirà un guadagno solo se diminuisce il valore).

2. Importo

In questa parte occorrerà inserire la cifra che si desidera investire sulla propria posizione. In base a tale cifra saranno in seguito calcolati i profitti e le perdite.

3. Chiusura automatica operazione

E’ possibile qui impostare sia lo Stop Loss, sia il Take Profit. Quando tali livelli vengono raggiunti, la piattaforma di IQ Option si occuperà di chiudere in automatico la posizione. Il primo ci permetterà di non conseguire una perdita elevata, il secondo di conseguire un profitto prima che il prezzo di un asset torni a calare. Tali livelli possono essere impostati su 3 tipi di valori:

  • livello di prezzo dell’asset
  • percentuale del capitale investito
  • una cifra esatta (vale a dire il guadagno sperato dal trader e o la perdita massima che è disposto a subire)

4. Quantità

Qui troveremo la cifra di criptovalute che otterremo investendo l’importo che abbiamo selezionato. Si tratta di un valore indicativo, dato che con il trading CFD, come detto, non si andrà mai a possedere l’asset su cui si sta investendo.

Quando si investe tramite Kripto CFD, vengono proposti due livelli di prezzo da IQ Option: uno per investire al rialzo, uno per investire al ribasso. Quello per il rialzo è di colore verde, quello al ribasso è di colore rosso. Qui la scelta dipenderà da cosa crediamo faccia il trend dell’asset. Ovvero, se si hanno previsioni rialziste o ribassiste. In ogni caso, occorre sapere che per guadagnare, il valore della criptovaluta deve raggiungere il livello prefissato: più va oltre, più aumenta la propria percentuale di profitto conseguita.

Dopo che abbiamo aperto la posizione compariranno altre informazioni sulla schermata del grafico:

Il livello di prezzo da raggiungere

  • L’importo investito
  • Il profitto, o perdita, totale sul nostro investimento
  • Il profitto totale calcolato in percentuale sul nostro investimento
  • Tasto “Chiudi” per chiudere subito la nostra posizione
  • Impostazioni (la classica icona della rotellina meccanica) per settare i livelli di Stop Loss e Take Profits

Ricordiamo ancora che una posizione aperta tramite i Kripto CFD può essere chiusa quando vogliamo. Sarà sufficiente cliccare sul relativo tasto. Se il livello di prezzo prefissato (indicato dalla linea verde) dal Broker IQ Option viene superato, saranno calcolati i nostri profitti. Più il valore dell’asset si allontana dal livello di prezzo prefissato (nella direzione su cui si è investito ovviamente), più aumenterà il nostro profitto. E potremo chiudere la nostra posizione quando desideriamo, senza commissioni aggiuntive.

Trading Bitcoin su Iq Option tramite conto demo

Da tutto ciò si evince quanto sia facile utilizzare Iq Option. Certo, ciò non significa che fare trading sia un gioco. Le piattaforme ormai sono molto semplificate, e i mezzi per accedervi sono diversi. Non più solo il classico Pc, ma anche i dispositivi mobili quali tablet e smartphone tramite app. Tuttavia, dobbiamo stare molto attenti perché sono in ballo soldi veri e il trading non va preso sottogamba. Anche per questo, i Broker mettono a disposizione un Conto demo per fare pratica. Così capiremo subito e senza rischiare soldi veri se siamo o meno fatti per il trading online.

Con IQ Option, aprire un account demo è gratis: basterà registrarsi e si avrà accesso al proprio conto demo con saldo virtuale. Sarà possibile passare dall’account demo a quello reale facilmente, e viceversa. Il vantaggio è che è possibile utilizzare un conto demo per esercitarsi senza che sia necessario depositare un euro reale. E sarà possibile ottenere fino a 10mila dollari virtuali. Si partirà con mille dollari virtuali e il conto sarà più volte ricaricabile tramite il tasto “Ricaricare”. E si potrà con un semplice click ricaricare il proprio account demo.

Ricordiamo ancora che il Conto demo gratis può essere utilizzato altresì per impostare strategie di trading, quando si avrà intenzione di aprire un account reale ed investire con il proprio capitale.

Trading Bitcoin su Iq Option vantaggi

Quali sono i vantaggi di fare trading Bitcoin sul broker Iq Option? Li elenchiamo di seguito:

1. Zero problemi di liquidità

Acquistare e cedere Bitcoin ed altre criptovalute, può essere anche un’operazione complicata. Possono subentrare problemi di liquidità o, specie per quanto riguarda i Bitcoin, i tempi delle transazioni possono essere anche molto lunghi (salvo pagare una commissione). Il trading tramite CFD di Bitcoin è una ottima soluzione.

2. Sicurezza

IQ Option offre una piattaforma di trading sicura, stabile e soprattutto regolata a livello legislativo. Dato che come già detto le criptovalute non riescono ancora a trovare riconoscimento legislativo, non vi sono regole chiare da seguire e non esistono istituti che vigilano sull’operato delle transazioni di criptovalute. Ecco dunque che occorre scegliere broker che siano regolamentati, come appunto Iq Option. (e tutti i business che ruotano attorno ad esse).

3. Costi ridotti

Interessante poi il fatto che sono previsti costi ridotti. Su Iq Option bastano solo 10 euro per aprire un account di trading. Tutt’altre cifre rispetto a quelle previste per il mining di criptovalute (tra corrente elettrica e strumenti tecnologici per minare) o la cifra necessaria per acquistare un numero decente di Bitcoin. Oggi il Bitcoin ha sfondato stabilmente quota 10mila dollari. Quindi ormai è diventato un affare per Paperoni.

4. Semplicità

Il trading di Bitcoin tramite Iq Option è una opzione lungamente preferibile al mining anche per quanto concerne la semplicità. Creare un account richiede pochi minuti, e abbiamo visto prima quanto il trading sia estremamente semplice.

5. Social trading

Ormai tutto è Social. E anche i Broker lo sanno. Quindi anche Iq Option si sta attrezzando con la funzionalità del Social Trading sulla propria piattaforma. Il Broker mette a disposizione delle chat pubbliche, dove discutere con gli altri trader e scambiarsi in tempo reale opinioni, idee ed analisi sui mercati.

Trading Bitcoin su Iq Option è una truffa?

Veniamo all’ultima domanda: Iq Option è una truffa? Fare trading Bitcoin su Iq Option è una truffa? Possiamo dire tranquillamente di no. Sia perché il Broker Iq Option gode di regolare licenza, sia perché lo stesso strumento dei CFD sono regolamentati e garantiti. Quindi non si può certo parlare di truffe.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY