Investire in bitcoin senza comprarli è possibile?

investire in bitcoin senza comprarli

Come già spiegato su come guadagnare con internet uno dei trend che è andato sempre più crescendo in questi anni è stato quello dei bitcoin e dei suoi surrogati, le cosiddette “criptovalute”. Cosa sono? Delle specie di monete virtuali, intangibili ovviamente, il cui valore è andato praticamente sempre a salire e ci sono molto persone che avendoci credute e avendone acquistato un discreto quantitativo, appena immesse sul mercato, sono riuscite a tirarci su una bella sommetta, ma è possibile investire in Bitcoin senza comprarli?

Cosa contraddistingue i Bitcoin?

I bitcoin non sono assolutamente comparabili con le normali valute, questo perché ad esempio non hanno una banca centrale che può produrli e immetterli sul mercato a comando, un pò come sta facendo e ha fatto fin ora la BCE con l’euro, ma il tutto, il loro scambio è basato su una rete peer to peer, ossia è una criptovaluta che non fa altro che rimbalzare da un database all’altro.
Un’altra delle caratteristiche dei bitcoin è l’universalità e la versatilità: utilizzabili e spendibili, in tutto il mondo, il loro scambio viene garantito da un sistema crittografato a chiave pubblica che riesce a impedire eventuali sabotaggi o duplicazioni. Fondamentale è la loro quantità, infatti i Bitcoin non verranno prodotti all’infinito, ma hanno un limite massimo di 21 milioni. Tuttavia, c’è uno stop produttivo che implica un dimezzamento della produzione stessa ogni quattro anni. Tradotto: ogni quattro anni, va a dimezzarsi il numero della criptovaluta che può essere creato. investire in bitcoin senza comprarli

Come investire in Bitcoin senza comprarli?

Se vuoi sapere come investire in Bitcoin senza comprarli, ma soprattutto, come guadagnarci senza spenderci un euro, è un pò difficile. Tuttavia, una delle componenti necessarie, considerando che prima o poi dovrai pur avere per le mani questa criptovaluta, sarà un “portafoglio virtuale” che si traduce senza tanta fantasia in un “wallet”. E’ possibile aprire e crearsi un proprio wallet su una serie di siti web fatti in rete, ma l’attività più interessante è il “Mining”, ossia l’attività che permette la produzione di Bitcoin. Il mining è una tecnica che tutti possono utilizzare, ma che viene altamente sconsigliata proprio perché va ad effettuare quello che in gergo tecnico prende il nome di “bruteforce” ossia una forzatura di alcune chiavi sul web per identificare ed estrarre criptovaluta da codici. Per farlo però serve un computer molto potente, poiché il processo si serve di tutta la potenza della CPU e della GPU, quindi pensare di farlo col vecchio portatile della nonna, lasciandolo accesso h24 e su cui magari è ancora installato windows XP, è un suicidio, anzi, vi permetterà di fondere il computer nel giro di poco tempo.

Come investire in Bitcoin senza comprarli con il Mining Pool

Se appunto non volete fondere nessun computer, allora la tecnica che fa per voi e che dovrete approfondire è quella del Mining Pool. Come funziona? E’ sostanzialmente un mining a forza congiunte. Un conto è possedere un terreno e coltivarlo da soli, un conto è possedere un terreno e coltivarlo in tanti. I lati positivi emergono spontaneamente: da una parte, non ci saranno problemi di nessun tipo per minare e si riusciranno ad estrarre Bitcoin, dall’altra parte però, il guadagno prodotto dovrà essere suddiviso tra tutti i “lavoratori”, quindi di conseguenza sarà tutto più ridotto e per fare una buona dose di Bitcoin ci vorrà necessariamente più tempo. Uno dei siti web più famosi e più consigliati per questa attività è Bitcoin CZ

Diciamo quindi che investire in Bitcoin senza comprarli direttamente, ma producendoli è un’attività assolutamente fattibile, affrontabile e realizzabile. Il problema sorge però dopo: come pensi di convertire i Bitcoin in qualcosa che ti frutterà? Hai un piano per la gestione dei profitti? Questo è uno degli aspetti più importanti e che spesso viene sottovalutato.

Un ultimo consiglio è quello di non ascoltare e non affidarsi a valute surrogate, alcune volte anche inesistenti, e che vengono sponsorizzate sul web, in particolare sui social, facendo sul fatto che se “capissi la potenza dell’investimento ora” potresti essere come uno dei primi ad aver creduto nei Bitcoin e che ora è milionario. Sempre occhi aperti e scetticismo a livelli alti.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY