Interactive Brokers: recensione e opinioni IB Broker [2021]

In questa guida vedremo una recensione completa di Interactive Brokers (IB), piattaforma di trading online veterana, essendo in circolazione da più di quarant’anni. È anche quotata sul Nasdaq (IBKR: US45841N1072) e a fine 2018 ha ricevuto un rating BBB+ da Standard & Poor’s.

Il fatto che sia durata tanti anni si giustifica col fatto che offre servizi evoluti e, al contempo, a prezzi accessibili.

Scopriamone dunque di più su Interactive Brokers, se conviene usarlo e quali sono le migliori alternative sul mercato.

Se ti interessa fare trading in modo sicuro puoi utilizzare le piattaforme regolamentate come ad esempio quella del broker eToro.

  1. Registrati su eToro
  2. Fai pratica con il conto demo
  3. Deposita denaro sul tuo account
  4. Prova il copy trading

Cos’è Interactive Brokers?

Interactive Brokers propone trading di asset su oltre 120 mercati di 26 Paesi in 22 valute diverse. La scelta per diversificare il proprio portafoglio titoli è molto ampia:

Oltre che sui mercati tradizionali, potrai accedere pure ai mercati esotici e difficilmente trovabili altrove. Come Messico, Repubbliche Baltiche, Australia, Hong Kong, India, Giappone, Singapore.

Questi mercati finanziari offrono grandi opportunità di guadagno, essendo altamente volatili. Ma non dimenticare l’altra faccia della medaglia: l’imprevedibilità può ritorcersi contro e far perdere profitto.

Ricordiamo poi che anche asset come futures e derivati sono difficili da trovare altrove.

Limitate invece le obbligazioni, per la quale l’offerta è limitata all’Euronext.

Cos’è?Broker che consente di fare trading di asset su oltre 120 mercati di 26 Paesi in 22 valute diverse
LicenzeRegolamentazioni internazionali
💰 Deposito minimo1000$
💻 CaratteristichePiattaforme di trading avanzate e professionali / Ampia scelta di asset
💰 CommissioniCanone mensile / Commissioni elevate
🥇Miglior broker regolamentatoeToro
🥇Miglior broker con formazioneOBRinvest

Migliori alternative a Interactive Brokers

Vi segnaliamo ora le migliori piattaforme di trading più utilizzate in Italia:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di broker legali e registrati regolarmente alla Consob.

Broker affidabile?

Il fatto che Interactive brokers sia in attività da quasi mezzo secolo (anno di fondazione il 1977), già deve lasciar intendere che non siamo certo dinanzi ad una truffa.

Il capitale netto consolidato attualmente corrisponde a ben 9 miliardi di dollari.

A fondarlo, il suo Presidente e AD Thomas Peterffy e negli anni ha esteso la propria attività in oltre 135 mercati in tutto il mondo.

IBKR fornisce a trader istituzionali e professionali accesso diretto online a servizi di esecuzione e compensazione degli ordini. Esegue 2,471,000 ordini al giorno.

Con sede a Greenwich, Connecticut, vanta oltre 1,850 professionisti dislocati nei seguenti paesi oltre ovviamente gli Usa:

  • Svizzera
  • Canada
  • Hong Kong
  • Regno Unito
  • Australia
  • Ungheria
  • Russia
  • Giappone
  • India
  • Cina
  • Lussemburgo
  • Singapore
  • Irlanda
  • Estonia

Le licenze principali, ma non sono solo queste, possedute sono:

  • SEC
  • FINRA
  • NYSE
  • FSA

Queste le notizie più recenti:

  • Milan Galik prende il posto di Thomas Peterffy come nuovo CEO della società. Peterffy rimane comunque Presidente del consiglio di amministrazione
  • IBKR si aggiudica ancora una volta il primo posto come “Best Online Broker” nella classifica del 2019 di Barron’s
  • E’ stato lanciato il servizio IBKR Lite, una nuova offerta che prevede zero commissioni su azioni ed ETF quotati negli Stati Uniti
  • Alle già tante borse sulle quali fare trading online, è stata pure aggiunta quella di Tel Aviv (TASE) e Mosca (MOEX)
  • Sono stati introdotti i titoli frazionati e la possibilità di esprimere la quantità degli ordini utilizzando un valore monetario

Ti potrebbe interessare: I migliori broker per operare sui mercati.

Iscrizione a Interactive Brokers

Per registrarsi, occorre fornire i seguenti documenti:

  • Nome completo con un documento di identità (Passaporto, Carta d’identità nazionale, Licenza di guida)
  • Indirizzo di residenza con relativo documento di prova (estratto conto, bolletta, ecc.)
  • Data e Paese di nascita
  • Cittadinanza
  • Residenza fiscale e codice fiscale
  • Nome e indirizzo del datore di lavoro
  • Informazioni relative agli attivi e al reddito
  • Informazioni relative alla fonte del patrimonio e dei fondi
  • Obiettivi ed esperienza di investimento
  • Numeri dei conti correnti o dei conti presso broker esterni ai fini del finanziamento
  • Dettagli degli altri utilizzatori del conto, se co-intestato

Il deposito minimo è di $ 1.000, sebbene fino a qualche tempo fa era di 10mila dollari americani.

Se invece apri il conto mediante la piattaforma Mexem, puoi farlo anche a partire da €0,01.

L’apertura del conto richiede meno di un’ora (circ 45 minuti), che diventano 10 se decidi di farlo mediante Mexem.

Riguardo i limiti di età, per aprire un conto di liquidità bastano 18 anni. Per un conto a margine (che tra le altre cose richiede un deposito minimo di 100mila dollari) invece occorre avere 21 anni.

Se vuoi aprire un conto Multicurrency, per negoziare i derivati e utilizzare il margine (leva finanziaria), ti basterà farlo una volta aperto il conto ordinario. Troverai l’apposita funzione nel sito.

La piattaforma ed il funzionamento di Interactive Brokers

La piattaforma di Interacrive Brokers non è proprio semplice ed intuitiva, quindi non adattissima ai trader alle prime armi. Quindi, si presenta adatta soprattutto ai trader più esperti ed attivi.

Magari si può ovviare a ciò iscrivendosi a piattaforme partners, come TradeStation Global, senza costi aggiuntivi. Ma ciò può comunque creare confusione oltre a dover avere a che fare con un’altra piattaforma.

Tuttavia, se sei già cliente di TradeStation e ti ci trovi bene, potresti approfittarne per fare trading sulle molte opportunità offerte da IB.

Costi e commissioni

Vediamo quali sono i costi e le commissioni imposte da Interactive Brokers.

IB adotta un unico piano commissionale globale. Pertanto, tutto dipende dalla borsa sulla quale si opera. In alcuni casi potrebbe risultare più conveniente, in altri no.

Per esempio, per le azioni, asset tra i preferiti dei trader, le commissioni possono essere molto convenienti per i titoli quotati sulle borsa USA e Canada (rispettivamente 0,005 USD e 0,01 CAD ad azione). Sebbene occorra aggiungere che se operate molto, potrebbero finire per convenire le commissioni fisse.

Nel caso delle azioni italiane, invece, negoziarle su Interactive broker risulta costare decisamente troppo. Un esempio: potresti trovarti addebitate 4 euro di commissioni per negoziare €1.000 di azioni.

Le azioni europee, invece, in linea di massima hanno un costo medio e allineato agli standard italiani.

I futures europei costano tra 1 e 3 euro a contratto, mentre i futures americani $2,50 circa. Le opzioni un po’ meno.

Se si intende utilizzare la piattaforma TWS, devi sapere che essa è gratuita per i primi 3 mesi, dopodiché ha un canone mensile pari a $10 salvo il caso in cui non pagherai almeno 10 euro di commissioni, per cui non ti sarà addebitato anche il Canone.

Tale canone può rendere comunque poco conveniente usare questa opzione ai trader meno attivi.

Buone notizie invece per quanto concerne la conversione di valuta: il costo è di appena lo 0,002% (min. $2) ed è ottimo soprattutto per i profili aziendali che si trovano ad operare in più paesi e quindi più valute.

Riguardo i costi di finanziamento, ossia gli interessi passivi per il denaro preso a prestito, fino a €100.000 il tasso d’interesse annuo è pari all’1,5%. E ciò vuol dire enormi risparmi per gli investitori che operano a leva.

Brutte notizie invece per quanto riguarda i prelievi. Solo il primo al mese è gratuito, sugli altri pagherete €8 a prelievo.

Interactive Brokers opinioni

Gli anni di attività alle spalle (operativo dal 1977) e le tante licenze possedute nel Mondo (non in Europa però), fanno di Interactive Brokers uno dei broker più importante a livello mondiale.

Tantissimi gli asset disponibili, per categoria ed area geografica. Alcuni molto rari per la loro particolarità. Ed è anche possibile testare la piattaforma per confrontarla rispetto agli altri broker.

La piattaforma però è altamente professionale e un trader alle prime armi potrebbe trovare grosse difficoltà. Così come le commissioni sono svantaggiose per chi compie poche operazioni al mese, anche perché si paga pure un canone mensile

Anche l’iscrizione è un po’ lunga e si può velocizzare solo se si è già iscritti a piattaforme partners.

Ci sentiamo comunque di consigliare Interactive Brokers a trader esperti e che investono somme importanti.

Interactive Brokers: il confronto con eToro

Il broker eToro è un ottimo compromesso tra alta professionalità e piattaforma user-friendly. Quindi, si adatta bene un po’ a tutti i profili, sebbene propenda soprattutto per i trader neofiti e quelli che non aprono molte posizioni e non possono permettersi di investire grosse cifre.

Inoltre, ci troverai servizi come il copy trading, per guadagnare letteralmente copiando cosa fanno i trader migliori, oltre a poter interagire con tutti quelli iscritti come ti trovassi su un Social network.

Bene anche le commissioni, davvero competitive e assenti sui trades (eToro è un broker spread-only).

Il broker eToro ha tre licenze per operare, due europee (CySEC e FCA) e una australiana (ASIC).

Quindi, diciamo pure che se sei un trader professionale, che vuole spaziare su molti asset e preferisce una piattaforma più completa e complessa, sicuramente ti consigliamo Interactive Broker.

Se invece sei alle prime armi, il trading è una attività per te marginale e per arrotondare una entrata principale o puoi investire somme basse, allora su eToro troverai il broker adatto a te.

C’è però anche l’aspetto fiscale da tener presente. Interactive Brokers non avendo sede in Italia e neanche in Europa non può agire da sostituto di imposta. Ciò significa che dovrai cavartela da solo o comunque affidarti ad un commercialista davvero esperto per il disbrigo degli impegni fiscali sui ricavi di IB.

Invece, eToro può agire da sostituto d’imposta. E ciò facilita la dichiarazione dei redditi provenienti dalla piattaforma.

Iscriviti ora su eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Potete consultare la nostra recensione di eToro da qui.

Interactive Brokers: vantaggi e svantaggi

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di Interactive Brokers?

Vantaggi

  • Commissioni competitive su tutti i mercati
  • Ampissima offerta di prodotti e borse mondiali
  • Piattaforme di trading avanzate e professionali
  • Sistema di marginazione e di short selling di tipo dinamico ed evoluto

Svantaggi

  • Molti lamentano un servizio clienti in italiano poco efficiente nel risolvere i problemi
  • Piattaforma non user-friendly e sconsigliabile per chi è alle prime armi
  • Canone mensile, superabile solo operando spesso
  • Non c’è assistenza sulla gestione fiscale

Interactive Brokers: le domande frequenti

Cos’è Interactive Brokers?

Nata nel 1977, questa piattaforma di trading è tra le più complete in termini di asset offerti. Tuttavia, essendo altamente professionale, può risultare poco conveniente per i trader alle prime armi.

Conviene usare Interactive Brokers?

Se sei un trader istituzionale sì, se sei alle prime armi, o investi somme basse e neanche spesso, meglio guardare altrove.

Qual è la migliore alternativa a Interactive Brokers?

Puoi provare eToro, sia se tu sei un trader neofita sia se sei un trader istituzionale. Possiamo dire che si tratti del broker più completo per servizi e costi in circolazione.

Interactive Brokers

Conclusioni

Interactive Brokers è una piattaforma di trading americana, nata nel lontano 1977. Quindi è una veterana del campo.

Offre un ampissimo panorama in termini di asset e diversi servizi altamente professionali.

Tuttavia, potrebbe non essere conveniente per i trader alle prime armi o che investono cifre basse. Per i quali consigliamo di più eToro.

REVIEW OVERVIEW
Recensione Interactive Brokers