Inflazione: salgono di nuovi i prezzi dei carburanti

I dati aggiornati Istat hanno evidenziato nel mese di gennaio un aumento dello 0,2%, rispetto al mese precedente, dei prezzi al consumo, se confrontati con gennaio 2016 l’inflazione risulta essere dello 0,9%, il tasso più alto registrato negli ultimi tre anni.

Sono i beni energetici ad aver subito un maggiore rialzo con un +9%, ecco in dettaglio l’aumento dei carburanti, combustibili ad uso domestico ed i lubrificanti.

Inflazione carburanti

L’andamento tendenziale risulta essere:

  • benzina +9,3% rispetto il +3,3% del mese precedente
  • gasolio per i mezzi di trasporto +13,9% rispetto al +3,3% del mese di dicembre
  • gasolio per uso domestico (riscaldamento) +11,2% rispetto al +2,1% di dicembre.
  • Anche i beni non lavorati hanno visto un incremento dei prezzi del +5,3% rispetto al +1,8% di dicembre 2016, leggera diminuzione invece dei prezzi dei beni energetici regolamentati con -3% dal -5,8%. Rispetto al mese di dicembre il differenziale inflazionistico tra beni e servizi torna ad essere negativo con -0,6%, dopo un periodo di 46 mesi.

Unione Nazionale Consumatori

Secondo l’associazione Unione Nazionale Consumatori, l’inflazione avrà un impatto sui cittadini italiani dello 0,9% sul costo della vita, ovvero:

  • una coppia senza figli e con più di 65 anni di età, subirà un carovita di 274 euro,
  • una coppia con un figlio, pagherà annualmente 321 euro in più,
  • i sigle con meno di 35 anni di età, 180 euro in più,
  • un pensionato con più di 65 anni, 177 euro annui in più,
  • una coppia senza figli e con meno di 35 anni di età, 261 euro in più.

LEAVE A REPLY