Indice azionario: cosa è e come funziona

Di seguito vi forniamo una serie di importanti informazioni su questo punto di rifermento degli investitori in borsa

indice azionario
L'andamento grafico di un indice azionario

Quando si parla di Borsa, sentiamo spesso parlare di Indice azionario. Eccetto per gli addetti ai lavori, questo termine appare incomprensibile ai più. Eppure è fondamentale, una sorta di stella polare per gli investitori in Borsa sull’andamento generale del mercato. In questa sede vi forniamo una serie di informazioni fondamentali per capirne di più, partendo proprio da una definizione su cosa sia, quale sia il meccanismo che lo basa e i principali indici nel mondo.

indice azionario
L’andamento grafico di un indice azionario

Cos’è un indice azionario

Per Indice azionario si intende un portafoglio di titoli. E’ la sintesi di un definito paniere di titoli azionari, i quali, sulla base di diversi sistemi di ponderazione, hanno un peso specifico all’interno del calcolo della quotazione complessiva. Alla luce di ciò, il suo andamento indica pertanto l’andamento delle azioni in esse espresse. Pertanto vedrà il proprio valore aumentare se aumenteranno le azioni, viceversa si deprezzerà. Un indice azionario è oggetto di imponenti negoziazioni, seguite con estremo interessi dagli esperti delle Borse. Il numero complessivo di indici azionari è molto vasto, ma esistono piattaforme per seguirli basati sul trading mediante i CFD, acronimo di contracts for difference.

Differenze e similitudini con il Forex

Per gli Indici azionari valgono gli stessi fondamenti di analisi tecnica che riscontriamo nel mercato delle valute. Dunque gli stessi pattern del Forex. Tuttavia, occorre conoscerli in fondo giacché sono uno specchio fedele delle sue caratteristiche e dei suoi andamenti. Altro discorso riguarda il calendario economico: la rilevanza delle notizie che sentiamo abitualmente per il forex differisce a seconda della relazione che accomuna i titoli azionari con le notizie stesse. Così, in egual modo, gli indici azionari saranno direttamente influenzati anche da altri fattori, quali gli aggiornamenti legati ad episodi, le decisioni inerenti a singole aziende quotate in Borsa, o a settori industriali coinvolti. Vale poi la pena dire come gli indici azionari presentano un’elevata variabilità; la quale può costituire certo una grande opportunità remunerativa, ma anche un esponenziale rischio per gli investitori.

indice azionario
L’andamento di un indice azionario confrontato per più anni

Quali sono i più importanti indici azionari

Detto cosa sono gli Indici azionari e come funzionano, vediamo ora quali sono i più importanti e conosciuti. Per quanto concerne la Borsa valori europea, abbiamo il CAC 40 della Francia, il DAX 30 della Germania, il FTSE MIB del nostro Paese, il FTSE 100 della Gran Bretagna e l’IBEX 35 della Spagna. A livello mondiale, troviamo invece l’Indice Nikkei 225 del Giappone, e ben tre degli Stati Uniti: Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq.

L’indice azionario italiano, della borsa italiana

Più specificamente, il ‘nostro’ FTSE MIB comprende le quaranta società maggiormente capitalizzate nella borsa italiana. Tra queste, troviamo Mediolanum, Mediaset, Monte dei Paschi di Siena, Campari, Enel, Eni, Ferrari, Fiat, Finmeccanica, Intesa Sanpaolo, Generali, Poste italiane, Telecom, Tod’s, Unicredit, ecc.

Oltre alla distinzione per Paese, gli Indici azionari possono essere classificati anche per il settore industriale dei titoli in esso contenuti, ma anche sulla base del sistema di ponderazione che distingue il singolo peso di ciascun titolo all’interno del portafoglio.

Salva

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY