Indicatore Zig Zag: come fare trading e usarlo su MT4

Ecco una guida completa sull’indicatore Zig Zag. Scopriremo cos’è l’indicatore Zig Zag, come funziona ed usarlo al meglio, i migliori broker per usare l’indicatore.

Gli indicatori aiutano a studiare i grafici e quindi, l’andamento storico del prezzo degli asset. La raccomandazione è comunque sempre quella di utilizzarli di concerto, perché ciascuno ci dirà un aspetto diverso sul prezzo dell’asset.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker OBRinvest. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie attività di trading on line ed essere più profittevoli.

Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Cos’è l’indicatore Zig Zag

Parliamo di un indicatore tecnico molto versatile nel suo utilizzo. Questi gli usi che se ne possono fare:

  • Aiuta ad individuare il più alto e il più basso dell’andamento del prezzo di un asset
  • Consente di rilevare i punti di ingresso
  • Può aiutare a mettere in pratica Fibonacci
  • Permette di identificare le figure armoniche
  • Consente di individuare i canali di disegno e altre configurazioni tecniche
  • Potrai distinguere gli Zig Zag multipli
  • Potrai individuare le onde di Wolf
  • Ti consente di visualizzare i canali Keltner MT4SE
  • Ti permette di tracciare i segmenti che collegano gli alti e bassi significativi dei prezzi.

Occorre comunque sapere che il parametro di variazione del prezzo minimo è ciò che determina la percentuale di variazione del prezzo. Che alla fine sarà necessaria per creare un nuovo Zig Zag.

L’indicatore a Zig Zag elimina le variazioni di prezzo che risultano inferiori al valore definito da questo parametro. Quindi, l’indicatore forex Zig Zag finisce solamente per evidenziare variazioni di prezzo di tipo significative.

E’ meglio poi sapere che l’indicatore Zig Zag può risultare inutile per gli andamenti laterali, dato che mostra chiaramente oscillazioni significative di prezzo. Inoltre, non è predittivo ma fotografa solo il passato o il real time.

Ecco perché nell’incipit già premettevamo che è sempre meglio usare più indicatori.

Cosa sonoIndicatore tecnico che aiuta ad individuare agevolmente gli alti e i bassi dei prezzi sui grafici.
✅ CaratteristicheProfondità / Deviazione / Backstep
👍 Come usarloZig Zag multipli / Livelli di Fibonacci
🥇Miglior piattaforma regolamentataeToro
🥇Miglior broker con formazioneOBRinvestr

Indicatore di trading MT4 Zig Zag

L’indicatore Zig Zag è inserito anche in una delle piattaforme di trading più diffuse: MT4, acronimo di MetaTrader 4. Diffusa anche nella sua versione successiva.

Aiuta a determinare gli alti e bassi del mercato del forex. E rientra nella famiglia degli indicatori di tendenza.

Un vantaggio di usare l’indicatore Zig Zag su MetaTrader 4 è che puoi applicare la teoria del trend forex di Dow.

Essa asserisce che “una serie di picchi sempre più elevati, seguiti da avvallamenti sempre più elevati, sottolinea una tendenza al rialzo”.

Viceversa, “Una serie di avvallamenti sempre più bassi seguiti da picchi sempre più bassi sottolinea un trend ribassista”.

L’indicatore Zig Zag su MetaTrader 4 può essere utilizzato da quanti prediligono questa tipologia di trading:

  • Di tendenza
  • Di evasione

Piattaforme con i migliori indicatori

Di seguito vi segnaliamo le migliori piattaforme con indicatori per fare analisi tecnica sui grafici:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Impostazione dell’indicatore Zig Zag

L’indicatore Zig Zag traccia e collega i punti più alti e più bassi del grafico. Le distanze sono uguali o maggiori alla percentuale specificata per la fascia di prezzo.

Dovrai poi definire una percentuale dei movimenti di prezzo. Quindi, mettendo caso che il valore predefinito per uno spread tra due ZigZag sia 5, un’impostazione di 10 finirebbe per far apparire sul grafico solo movimenti di prezzo del 10% o più.

Ciò elimina le variazioni troppo piccole, cosicché l’analista possa avere una visione più globale del bene in esame.

In default, sono utilizzati i prezzi delle candele di chiusura. Mentre i punti immaginari sono posizionati sul grafico selezionato nel quale l’andamento del prezzo finisce per essere invertito della percentuale definita.

I punti saranno tra loro collegati da linee rette, che ti appariranno di colore rosso in default. Facendo apparire l’indicatore di tendenza ZigZag.

Ecco la legenda delle impostazioni predefinite:

  • Profondità: corrisponde al numero minimo di barre che non supera una variazione massima o minima definita rispetto alla barra iniziale
  • Deviazione: è il numero di pip o punti (a seconda del mercato) dopo la formazione del precedente minimo o massimo.
  • Backstep: riflette la quantità minima di barre tra le quali si può disegnare un più alto e un più basso

I parametri vanno adeguati sulla base ai diversi mercati. Il rischio è che si finisca per usare parametri specifici a seconda dei diversi mercati o attività che sono in relazione tra loro.

Possono anche essere modificati i parametri nello stesso mercato. O le attività nel caso in cui le condizioni di mercato cambino e la volatilità cambia di conseguenza.

Trading Indicatore Zig Zag – Individuare il più alto ed il più basso

Uno dei principali vantaggi dell’indicatore Zig Zag è quello di consentire al trader di identificare i valori più alti e più bassi in base ai parametri di ingresso. Il tutto mostrato in modo chiaro e semplice sui grafici e alla portata anche dei trader meno esperti.

Indicatore Zig Zag Forex

L’indicatore Zig Zag fa in modo che il trader, quando abbia identificato un minimo o un massimo temporaneo, possa decidere di entrare nella posizione in base a modelli di trend.

Si parla di modello 1-2-3 quando il grafico mostra questo andamento:

  1. basso
  2. correzione
  3. tentativo di un basso
  4. rimbalzo

Solitamente, tale andamento si verifica alla fine di un trend o di un’oscillazione. Quando finisce per riflettere un’inversione di tendenza (segnali forex). Tale modello può anche apparire dopo un periodo di fascia di prezzo e si verifica quando il movimento direzionale si riduce.

Strategie con l’indicatore Zig Zag

L’indicatore Zig Zag aiuta i trader nel trovare i rapporti per l’utilizzo di modelli armonici.

I modelli armonici sono nati negli anni trenta grazie a H.M. Gartley, dopo aver notato che alcuni pattern che rispettano una certa proporzione fra le ‘gambe’ che li compongono, finiscono per ripresentarsi in modo più frequente.

Tali pattern rappresentano delle figure grafiche che tengono conto di particolari relazioni geometriche caratterizzate dai livelli di Fibonacci.

Consentono di identificare potenziali aree di inversione del prezzo con una discreta frequenza di successo.

I pattern sono identificati in maniera indipendente dalla direzione del prezzo.

Un problema che può essere riscontrato è che il segnale inviato dall’ultima parte può finire per cambiare posizione al variare del prezzo. Ovvero, non è un segnale fisso sul grafico.

Indicatore Zig Zag – Strumenti Zig Zag e Fibonacci

Diversi trader adoperano l’indicatore ZigZag per individuare i livelli di Fibonacci.

Quando si prende in considerazione la struttura ondulatoria dei livelli di Fibonacci, si considera che, in base al numero di onde formate dallo ZigZag, così è probabile che i livelli di Fibonacci vengano rispettati.

Comunque, entrambi questi strumenti si completano a vicenda. Puoi anche usare i livelli di Fibonacci con le onde ZigZag applicandoli su una singola candela o su una naturale inversione di tendenza. Ottenendo degli ottimi risultati.

Canali e configurazioni tecniche con l’indicatore Zig Zag

Oltre che per i livelli di Fibonacci, l’indicatore Zig Zag è usato pure in vari indicatori di canale.

Per la sua natura, quando si mettono insieme tutti questi elementi, occorrerebbe pure conoscere la maggior parte delle informazioni essenziali.

Del resto, se adoperato per tracciare un canale, l’indicatore ZigZag permette di filtrare piccoli movimenti di prezzo. Al fine di ignorare il rumore del mercato e concentrarsi sul trend di fondo con la migliore prospettiva.

Ancora, questo indicatore identifica diverse configurazioni grafiche pure molto utili per i trader, come:

  • la testa della spalla
  • la spalla
  • la W (o doppio fondo)
  • la M (o doppio top)
  • la tazza con manico
  • ecc.

Il che può aiutare di gran lunga i trader in erba che non hanno ancora particolare dimestichezza coi grafici.

Come usare l’indicatore Zig Zag: Distinguere Zig Zag multipli

Puoi anche ottenere più indicatori Zig Zag tracciati sul grafico.

Ciò parte dal presupposto che un tale schema di ZigZag, quando segue piccole variazioni, finisce per mostrare una linea retta nella direzione opposta dello ZigZag che a sua volta misura ampiezze maggiori.

Cosa deve fare un trader in questo caso? La cosa consigliabile sarebbe spostarsi in posizione nella direzione dell’indicatore ZigZag più grande.

Come Distinguere Zig Zag multipli

A cosa serve in effetti ottenere Zig Zag multipli? Al fine di filtrare in modo diverso il “rumore di fondo” e avere così una visione chiara del trend principale. E, allo stesso tempo, poter entrare a mercato senza troppo ritardo mediante le indicazioni dello Zig Zag con percentuale inferiore.

I colori per indicare due livelli di Zig Zag sono solitamente il rosso e il blu.

Quest’ultimo è impostato con una percentuale piuttosto alta e indica solo la direzione del trend primario.

Il rosso invece, impostato su una percentuale molto inferiore, mostra chiaramente dei punti di ingresso. I quali vengono identificati dall’incrocio o dall’avvicinamento della linea rossa con quella blu. La quale avrà il ruolo di resistenza o supporto.

Occorre comunque ricordare che le impostazioni non sono mai fisse, ma variano in base alla tipologia di asset, che avrà volatilità diversa e alla propria strategia.

Indicatore Zig Zag: le domande frequenti

Cos’è l’indicatore Zig Zag?

Si tratta di un indicatore molto semplice che aiuta ad individuare agevolmente gli alti e i bassi dei prezzi sui grafici. Ma anche a formare diverse configurazioni grafiche. Si sposa molto bene con i livelli di Fibonacci.

Conviene usare l’indicatore Zig Zag?

Certo, per la sua semplicità ed efficacia, può risultare molto utile ai trader alle prime armi. Tuttavia, come ogni indicatore, va usato di concerto con altri.

Cosa sono i Zig Zag multipli?

Servono per filtrare in modo diverso il “rumore di fondo” e avere così una visione chiara del trend principale. Nonché poter entrare a mercato senza troppo ritardo tramite indicazioni dello Zig Zag con percentuale inferiore

Indicatore Zig Zag

Conclusioni

L’indicatore Zig Zag è molto indicato per i trader alle prime armi, per la sua facilità di utilizzo e di lettura. Come ogni indicatore, va usato insieme ad altri.

Serve per trovare agevolmente livelli massimi e minimi di prezzo sui grafici e si sposa bene con i livelli di Fibonacci.

Tra i limiti maggiori riscontrati, ricordiamo il fatto che l’indicatore Zig Zag non è predittivo ma analizza solo il passato o il momento attuale.

Inoltre, può risultare inutile se il mercato non è in trend ma si muove in senso laterale. Quindi, è più utile usarlo per asset molto volatili.