Imparare a investire: consigli utili per principianti

Come investire? Come imparare a investire? Quali sono gli utili consigli ai principianti per investire? Investire conviene?

Sognare di “mettersi in proprio”, gestire in autonomia le proprie risorse finanziarie, è il sogno di tanti. Non dover rispondere ad un capo, rispettare orari obbligati, attendere la tanto sospirata paga. La crisi del lavoro dipendente, iniziata negli anni ‘90, che ha portato alla sua graduale scomparsa o comunque marginalizzazione nel mondo del lavoro, ha fatto sì che molti si avvicinassero al mondo imprenditoriale. E agli investimenti.

Quando si è agli inizi, però, sono tante le cose da dover conoscere. Le scelte da prendere. E’ come trovarsi lungo una strada intrisa di ostacoli, voragini, dossi, auto da sorpassare, direzioni da scegliere. E così, cerchiamo delle guide che ci semplifichino il percorso. Come si fa con un navigatore.

L’errore che fanno in tanti, però, è quello di affidarsi a chi gli rende il tutto estremamente facile. O, almeno, dichiara di poterlo fare. Ma alla fine, moltiplica solo i suoi problemi. Pensiamo alle piattaforme di trading che promettono guadagni lauti e immediati senza il minimo di conoscenza di trading. Senza studiare, seguire corsi, fare pratica con un corso demo.

Queste piattaforme, solitamente, hanno scopi opposti: rubare i nostri soldi anziché farcene avere di più. E anche denunciarle, spesso, risulta inutile. In quanto hanno sede in tutelanti Paradisi fiscali ed è difficile risalire a chi c’è dietro le truffe.

L’esplosione del Bitcoin nel 2017 – quando la criptovaluta ha sfiorato i 20mila dollari di valore – ha moltiplicato il fenomeno. Il tutto, da abbinare alla facilità di fare trading tramite app di smartphone e tablet. Così semplici da usare che non ci si rende conto che stiamo investendo dei soldi reali. Che potremmo facilmente perdere.

Il consiglio che diamo sempre è proprio quello di affidarvi a Broker che abbiano regolare licenza da parte delle autorità compententi. Il che vi fornisce un ombrello contro le frodi. Oltre al fatto che queste piattaforme offrono ai propri clienti tanti servizi, che diventano frecce nei loro archi. Pensiamo a e-book, corsi di formazione e-learning, webinar. Per la formazione teorica. Il conto demo per quella pratica. E ancora, segnali di trading, grafici che mostrano lo storico degli asset, assistenza clienti, leva finanziaria.

Questo articolo punta quindi a darvi vari consigli su come investire. Specie se siete degli esordienti. Il tutto, con la premessa che nel mondo degli investimenti non esistono teorie infallibili e previsioni impeccabili. Tutte hanno un margine molto alto di fallibilità. E chi vi dice il contrario, probabilmente, vuole solo truffarvi.

Ciò che deve fare un investitore è in primis ridurre le sue perdite. Basti considerare che, statisticamente, i CFD sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

E stiamo parlando di uno strumento legale e trasparente come i CFD. Figuriamoci quelli truffaldini.

Migliori broker per investire

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Come investire, occhio ai costi

E’ facile ignorare le spese di investimento durante i mercati rialzisti, specialmente se stai facendo soldi. Tuttavia, l’impatto di tali spese può davvero aumentare nel tempo e non in modo positivo. Infatti, abbassando le spese solo dell’1% si può fare un’enorme differenza nel rendimento del proprio portafoglio di investimenti a lungo termine.

Diciamo che stai guadagnando una media del 10% all’anno sul tuo portafoglio, ma pagando il 2% delle commissioni di investimento di tutti i tipi. Ciò ti lascerà con un tasso netto di rendimento dell’8%. Se il tuo portafoglio è di $ 100.000, passerà a $ 466.097 dopo 20 anni.Se puoi tagliare la tua spesa annuale per investimenti a metà – a solo l’1%, il rendimento netto effettivo salirà al 9%.

Se il tuo portafoglio è $ 100.000, dopo 20 anni crescerà a $ 560.440. Questa è una differenza di circa $ 94.000, e si guadagna semplicemente tagliando le spese di investimento dell’1%.

Controllare le spese di investimento è importante! Per trovare le commissioni più basse possibili, cerca un broker online che abbia una tariffa minima o annua e costi di transazione inferiori. Favorisci i fondi rispetto ai singoli titoli (dato che non li scambierai frequentemente), e scegli i fondi a vuoto, laddove possibile.

Consigli su come investire, l’importanza della diversificazione del portafoglio

Occhio alla diversificazione del vostro portafoglio. Molti di noi conoscono l’importanza della diversificazione. Ma, proprio come nel caso delle spese di investimento, il concetto può facilmente perdersi durante un mercato toro.

Dopotutto, se la vostra allocazione azionaria diventa sproporzionatamente grande in un mercato in crescita, effettivamente aiuterà il rendimento del vostro portafoglio – almeno per tutto il tempo che dura il mercato rialzista. Ma questo è il problema: i mercati rialzisti non durano mai.

Quanto accaduto nell’agosto 2018, dovrebbe essere un campanello d’allarme per chiunque abbia ignorato la corretta diversificazione negli ultimi anni. I mercati scendono molto più rapidamente di quanto non aumentino, il che significa che la preparazione anticipata è completamente necessaria. E questo è ciò che riguarda la diversificazione: prepararsi a cambiare le circostanze.

Non importa quanto bene stia facendo la tua allocazione azionaria, assicurati di mantenere percentuali appropriate del tuo portafoglio sia in investimenti a reddito fisso che in equivalenti di cassa. Contribuiranno a ridurre le perdite che si verificheranno nell’assegnazione delle azioni in un mercato al ribasso.

Ricorda, ridurre al minimo le perdite durante un mercato ribassista è tanto importante quanto massimizzare i tuoi guadagni in un mercato rialzista.

Investire in modo sicuro, il riequilibrio finanziario

Il riequilibrio consiste nel riportare il portafoglio al suo livello originale di diversificazione. Se inizialmente si prevedeva di investire il 60% del proprio portafoglio in azioni, il 30% in obbligazioni e il 10% in contanti, sarà tempo di riequilibrare se la propria allocazione azionaria è cresciuta significativamente oltre il 60%.

Lo stesso vale per un mercato orso. Se la tua allocazione di titoli è scesa al 40% a causa del mercato in declino, dovresti riequilibrare per aumentare quella posizione. Ti permetterà di sfruttare i guadagni quando il mercato si riprenderà.

Investire senza rischi, occhio alla situazione fiscale

Le imposte sul reddito dei tuoi guadagni sugli investimenti hanno un impatto sostanziale sulla performance del tuo portafoglio. Anche se di solito non è possibile farli andare via completamente, è assolutamente possibile e assolutamente necessario ridurre al minimo le imposte sugli investimenti laddove possibile.

Uno dei modi migliori per farlo è evitare il commercio pesante. Il trading genera plusvalenze e le plusvalenze generano imposte sulle plusvalenze. Tali imposte – insieme a tutte le commissioni di negoziazione coinvolte – possono comportare un portafoglio che non ha prestazioni migliori di un modello di buy-and-hold investito principalmente in fondi.

Parlando di fondi, dovresti favorire lo scambio basato su indici fondi negoziati (ETF). Poiché tali fondi sono legati all’indice sottostante, negoziano azioni solo quando l’indice cambia. Ciò significa che negoziano scorte molto meno di fondi comuni gestiti attivamente. Ciò minimizza i tuoi guadagni in conto capitale, che alla fine riducono al minimo le imposte sulle plusvalenze.

Imparare a investire, evita i sapientoni

Hai mai sentito un esperto predire con sicurezza che il Dow stia andando a $ 25.000 o crollando a $5.000? Ignorali. Gli “esperti” che fanno affermazioni del genere non sono altro che osservatori della sfera di cristallo. Non hanno più informazioni su dove si stia dirigendo il mercato di te o di chiunque altro, ma sicuramente pensano che lo facciano.

Ma questo non significa che siano innocui. Poiché si occupano principalmente di iperbole, possono attirare facilmente la tua attenzione. Dopotutto, nessuno vuole mai farsi sorprendere mentre ci sono grandi cose. E se un sedicente esperto può lanciare se stesso come credibile, puoi solo decidere che è qualcuno che sa cosa sta realmente accadendo.

Ci sono invece servizi offerti da piattaforme professionali come questo (clicca qui per saperne di più) che offrono ogni giorno analisi sui principali investimenti tenuti da esperti del settore con esperienza consolidata.

Se vuoi essere un investitore di successo, in particolare a lungo termine, dovrai imparare come sintonizzare questo tipo di chiacchiere. Tutto ciò che fa è distrarti dai tuoi obiettivi e dalle tue strategie di investimento e ciò non ti aiuterà a lungo termine.

Come investire, ignora i trend

Continua a investire nel tuo portafoglio Non importa cosa stia facendo il mercato. Un portafoglio che sta crescendo attraverso una combinazione di guadagni di investimento e contributi regolari può crescere notevolmente. Non dovresti mai permettere che la direzione del mercato influenzi i tuoi contributi, ma a volte è esattamente quello che succede.

Sia i mercati rialzisti che i mercati ribassisti possono farti esitare nel continuare a contribuire al tuo portafoglio:

  • Durante i mercati rialzisti, forti rendimenti degli investimenti possono facilmente convincerti che i contributi continui non sono più necessari.
  • Durante i mercati ribassisti, potresti essere convinto che contribuire al tuo portafoglio di investimenti è un esercizio di lancio di buoni soldi dopo il male.

Entrambe le ipotesi sono completamente controproducenti. Contribuire al tuo portafoglio durante un mercato rialzista non solo farà crescere il tuo portafoglio più velocemente, ma ti fornirà anche capitale fresco per ulteriori investimenti.

Continuare a contribuire al tuo portafoglio durante un mercato orso è ancora più importante. Se il tuo portafoglio sta diminuendo di valore a causa di rendimenti negativi, i tuoi contributi saranno l’unico fattore che riduce al minimo il declino. Ancora più importante, il nuovo denaro che inserirai nel tuo portafoglio rappresenterà il capitale per acquistare azioni a forti sconti quando il mercato è in fondo, e finalmente inizierà a muoversi verso l’alto.

Investire nel migliore dei modi, pensare a lungo termine

Probabilmente la peggiore illusione che possa colpire qualsiasi investitore è la mentalità del “diventare ricco veloce”. È particolarmente difficile resistere durante i mercati rialzisti. Ovunque si guardi, ci sono esperti che promettono di raddoppiare o triplicare i vostri soldi in soli uno o due anni seguendo il loro piano. È un’assurdità assoluta: come pagare un mutuo, costruire una carriera o crescere un figlio, investire con successo richiede tempo e pazienza.

Non dovresti mai misurare il tuo orizzonte temporale in mesi o anche anni. Ma piuttosto in decenni. Investendo $ 10.000 all’anno in un fondo indicizzato con un tasso medio di rendimento dell’8% in 30 anni accumulerai quasi $ 1,25 milioni. Questo potrebbe non essere ricco-veloce, ma è un modo per diventare ricchi. E questo è ciò che conta davvero.

Migliore modo per investire, diffidare dai guadagni facili

Dovrete adottare una visione a lungo termine e mantenere la disciplina per contribuire con il vostro piano di risparmio ogni anno e non permettere a voi stessi di essere sviati da vari schemi veloci ricchi di elementi. Se lo stai già facendo, allora sei sulla strada giusta. Ma potrebbe essere necessario utilizzare alcune delle strategie sopra riportate per ottimizzare i rendimenti degli investimenti a livelli più alti.

Imparare a investire al meglio, fissa un obiettivo

Devi sapere cosa ti aspetti dai tuoi soldi. Altrimenti, sarai come una nave senza scafo in mare; nessuna direzione, nessuno scopo. È una situazione terribile in cui trovarti, specialmente quando inizi ad avvicinarti alla pensione.

Consigli per principianti, non puntare sempre a titoli sottostimati

Non è possibile aggirarlo: il prezzo è fondamentale per i rendimenti che si ottengono in definitiva sul proprio portafoglio di investimenti. Ho scritto esempi del mondo reale di questo in passato usando Wal-Mart Stores come esempio di come gli investitori possano diventare follemente troppo ottimisti per un anno e poi deprimentemente pessimisti il prossimo.

Non è possibile acquistare azioni con un basso rendimento e aspettarsi di fare bene a meno che non si tratti di un’inversione di tendenza che si trasforma effettivamente, o di una start-up con un tasso di crescita molto alto.

Investimenti, non puntare su un solo titolo o pochi asset

Non fare affidamento su un singolo investimento o su una manciata di investimenti. Non c’è ragione per cui dovresti avere un sacco di soldi in un unico titolo. Se sei alla ricerca di titoli blue chip di alta qualità che paghino rendimenti da dividendo del 3%, perché affidarsi a una singola azienda?

Si potrebbero facilmente trovare una dozzina di aziende con le stesse caratteristiche, diversificate tra settore, industria, team di gestione e persino paese. Un portafoglio di successo è quello in cui il proprietario non è influenzato se una singola società fallisce o riduce i dividendi. Certo, non ti piace vederlo, ma le cose dovrebbero continuare a girare mentre i soldi arrivano nel trimestre dopo trimestre, anno dopo anno.

Piattaforme affidabili per investire

Concludiamo questa panoramica con le migliori piattaforme con cui iniziare a investire seriamente:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY