Il canone Rai: l’ultima possibilità per pagarlo sarà il 31 ottobre.

il canone Rai 2017

Per chi non ha ancora pagato il canone Rai, ci sarà l’ultima possibilità con scadenza fissata al 31 ottobre. Per non averlo pagato fin ora, significa che probabilmente c’è stato un errore nell’addebito visto che non si paga più su una bolletta a parte. Il versamento va fatto tramite f24. Non pagarlo ulteriormente potrebbe far incorrere il debitore in una multa dai 200 ai 600 euro.

Il canone Rai nel 2017 sarà scontato

Secondo la nuova manovra di Renzi per la legge di Stabilità ancora in approvazione dall’UE, il canone Rai nel 2017 costerà soltanto 90 euro, ottenendo quindi uno sconto del 10%. Nulla di esorbitante certo, ma sicuramente meglio di niente.

Chi potrà non pagare il canone Rai?

L’esenzione del pagamento spetta a chi non supera un tetto annuo di reddito pari a 6.713 euro o a chi giustamente, non possiede una televisione in casa. Le metodiche di pagamento non cambieranno, infatti il canone verrà addebitato sulle bollette della luce che vanno da gennaio a ottobre, quindi il pagamento sarà frazionato nei vari mesi e peserà meno sulle tasche degli italiani. il canone Rai

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY