Halliburton accusata di discriminazione religiosa da dipendente siriano

Il 23 luglio, prima dell’apertura del mercato, Halliburton (HAL) avvia la settimana con il suo rapporto sui guadagni. La società di servizi per il petrolio e il gas guarderà ad impressionare battendo le aspettative in un contesto di prezzi del petrolio in aumento. Il ritmo potrebbe invertire un trend ribassista di due mesi che ha visto il crollo delle azioni da $ 55 a metà maggio a circa $ 45 a metà luglio.

Gli occhi degli investitori si concentreranno sulle prospettive del management per le materie prime energetiche nel secondo trimestre, con l’OPEC che muove le mosse e la spesa in conto capitale e gli investimenti nel settore energetico dopo le riduzioni fiscali.

Come previsto, la storia dei guadagni di HAL tiene traccia del prezzo delle materie prime energetiche. Dal momento che i prezzi spot sono rimbalzati a circa $ 70 nell’ultimo anno, le percentuali di entrate annuali di HAL sono salite alle stelle. Negli ultimi quattro trimestri, il tasso di crescita su base annua è stato del 38,4%. Anche i numeri EPS sono invertiti. Il 19 ottobre 2016, l’EPS di HAL è stato riportato a $ 0,01 e, un anno dopo, l’EPS è cresciuto da 42x a $ 0,42.

Gli analisti si aspettano di vedere un’altra robusta espansione nel secondo trimestre, con le stime di EPS in crescita a $ 0,59 sui prezzi delle materie prime più elevati. Quelle stime hanno un sacco di ottimismo per correre con i commenti del management nella conference call sull’ambiente aziendale. Sulla base dell’attività di gara nel primo trimestre, “il 2018 è in grado di raddoppiare i livelli del 2017”, secondo la direzione.

Inoltre, la leadership è stata cieca sull’ambiente degli Stati Uniti, affermando che “l’attività negli Stati Uniti rimane elastica dato che i nostri clienti hanno un ampio portafoglio di progetti economicamente validi nell’attuale contesto dei prezzi delle materie prime”.

Halliburton accusata di discriminazione religiosa

I funzionari federali hanno citato in giudizio il colosso energetico di Houston, Halliburton Energy Services Inc., per aver sottoposto due dipendenti a discriminazione religiosa e per le loro origini. La Commissione Pari Opportunità per l’Occupazione degli Stati Uniti (EEOC) ha dichiarato che la sua causa sostiene anche che Halliburton si è vendicata illegalmente contro uno dei dipendenti licenziandolo per aver denunciato i maltrattamenti dei dipendenti.

Secondo l’EEOC, Hassan Snoubar, di origine nazionale siriana, ha iniziato a lavorare per Halliburton in qualità di assistente operatore del giacimento petrolifero, principalmente a Odessa e Kilgore, in Texas, circa nell’agosto 2012. Durante il suo impiego, Snoubar, cittadino statunitense, è stato sottoposto a provocazioni e denominazioni per quanto riguarda sia la sua origine nazionale che la sua religione musulmana, la EEOC ha detto. Veniva spesso chiamato con un nome denigratorio come “fantoccio di cammelli” ed era accusato di essere associato all’ISIS e al terrorismo da supervisori e collaboratori.

Mir Ali, un collaboratore musulmano di origine nazionale indiana, è stato similmente sottoposto ad ambiente ostile. I due uomini sono stati insultati platealmente, tra cui le trasmissioni radiofoniche di caratterizzazioni offensive che sono state ascoltate da diversi dipendenti attuali ed ex Halliburton. Dopo essere stato continuamente criticato per il loro abbigliamento culturale, aspetto e persino affermazioni che “il loro popolo” era impegnato nella bestialità, Snoubar espresse le sue preoccupazioni alla direzione e alle risorse umane, ma fu poi licenziato.

Questa presunta condotta viola il Titolo VII del Civil Rights Act del 1964 , che proibisce ai datori di lavoro di discriminare sulla base dell’origine nazionale e della religione. L’EEOC ha intentato un’azione legale presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto settentrionale del Texas, Divisione di Dallas (EEOC v. Halliburton Energy services, Inc., Azione civile n. 3: 18-CV-01736-N), dopo aver tentato di raggiungere un regolamento precontenzioso attraverso il processo di conciliazione.

“Questo caso dovrebbe servire come un messaggio che questo tipo di comportamento non sarà tollerato sul posto di lavoro”, ha detto l’avvocato EEOC Joel Clark. “Nessuno dovrebbe arrivare sul posto di lavoro ed essere schernito o perseguitato per le sue convinzioni religiose o l’origine nazionale.” Il procuratore distrettuale dell’ufficio distrettuale di EEOC di Dallas, Robert A. Canino, ha aggiunto: “La passività di fronte a questo tipo di abuso è certamente sufficiente per un datore di lavoro deve essere ritenuto responsabile, ma la partecipazione dei supervisori al degrado meschino dell’eredità etnica e della fede di un dipendente è inconcepibile e illegale. L’ambiente del giacimento petrolifero non deve essere una zona a fuoco libero per l’energia distruttiva nel forma di bigottismo aperto “.

Secondo le informazioni aziendali, la Halliburton Energy Services, Inc. con sede a Houston, con oltre 55.000 dipendenti, è uno dei maggiori fornitori al mondo di prodotti e servizi per l’industria energetica.

Halliburton, possibile conflitto di interessi per il segretario all’interno Ryan Zinke

Una fondazione fondata dal segretario dell’interno Ryan Zinke e guidata da sua moglie sta giocando un ruolo chiave in un accordo immobiliare sostenuto dal presidente di Halliburton, il gigante dei servizi petroliferi che sta per trarre vantaggio da una qualsiasi delle decisioni del Dipartimento degli Interni di aprire al pubblico terre per l’esplorazione petrolifera o per cambiare gli standard per la perforazione.

Un gruppo finanziato da David Lesar, il presidente di Halliburton, sta pianificando un grande sviluppo commerciale in un ex sito industriale vicino al centro della città di Zinkes, Whitefish, un’area di resort sempre più popolare tra i turisti facoltosi. Lo sviluppo includerebbe un hotel e negozi al dettaglio. Ci sarebbe anche un microbirrificio, un business proposto per la prima volta nel 2012 da Ryan Zinke e per il quale ha pressato i funzionari della città per mezzo decennio.

L’urbanista di Whitefish, David Taylor, ha detto in un’intervista che lo sviluppatore del progetto gli ha suggerito che il microbirrificio sarebbe stato messo da parte per Ryan e Lola Zinke per possedere e operare, sebbene lo sviluppatore abbia detto a POLITICO che non sono state prese decisioni definitive. Nel frattempo, una fondazione creata da Ryan Zinke fornisce assistenza cruciale. Lola Zinke si è impegnata per iscritto a consentire allo sviluppatore supportato da Lesar di costruire un parcheggio per il progetto sulla terra che è stato donato alla fondazione per creare un Veterans Peace Park per i cittadini di Whitefish.

La trama di 14 acri, che non è stata sviluppata in modo significativo come parco, è ancora di proprietà della fondazione. Lola Zinke è il suo presidente, un ruolo che suo marito abbandonò quando divenne segretario degli interni. Gli Zinke trarranno beneficio dal progetto in un altro modo: possiedono la terra dall’altra parte dello sviluppo e sono stati a lungo scortati con i vicini dai loro vari piani per questo.

Se il nuovo hotel, i negozi di vendita al dettaglio e il microbirrificio passano attraverso, gli agenti immobiliari dicono che la terra di proprietà di Zinke sarebbe destinata ad aumentare sostanzialmente di valore. La Great Northern Veterans Peace Park Foundation – creata dal Segretario dell’interno Ryan Zinke ed è ora gestito da sua moglie, Lola – sta progettando di lasciare gli sviluppatori sostenuti dal presidente di Halliburton David Lesar costruire un parcheggio sulla sua terra.

Gli Zinkes possiedono proprietà vicine che probabilmente aumenterebbero di valore. Lesar, che è stato anche amministratore delegato di Halliburton fino allo scorso anno, sta fornendo denaro per sostenere l’hotel e lo sviluppo commerciale, secondo i registri delle imprese e funzionari del governo della città di Whitefish e Halliburton. Ha anche una relazione di lunga data con gli Zinkes. Nel 2014, lui e sua moglie, Sheryl, hanno dato $ 10.400, il massimo consentito dalla legge, alla prima campagna della Casa di Zinke. I suoi unici altri contributi federali quell’anno furono il PAC di Halliburton e la campagna del rappresentante Liz Cheney, il cui padre, Dick, gestì la compagnia prima di diventare vice presidente di George W. Bush. Ryan Zinke non rispose a una lista di domande specifiche ma disse in una dichiarazione che “si è dimesso da presidente e membro del consiglio di amministrazione” della fondazione “dopo essere diventato segretario.”

Il rapporto annuale della fondazione 2018 allo stato del Montana, tuttavia, elenca Ryan Zinke come ufficiale, con Lola Zinke come presidente e la loro figlia come tesoriere. Zinke ha detto che il rapporto era in errore e avrebbe cercato di emendarlo. Nella sua dichiarazione, Zinke ha dichiarato: “La missione rimane quella di fornire un parco per slittini per bambini e uno spazio aperto della comunità in un ambiente che riconosca i contributi della ferrovia e dei veterani a la comunità. L’argomento LLC che hai menzionato è stato in contatto con Lola con l’intento di espandere le loro esigenze di parcheggio sulla proprietà del parco. Comprendo che è stato fornito un concetto ma nessuna proposta formale o documento è stato presentato o concordato. Capisco anche leggendo il giornale che la loro proposta è sostenuta dal Comune.”

Non ha risposto alle domande sul microbirrificio, sul coinvolgimento di Lesar o sullo status di Lesar come presidente di Halliburton.

Lola Zinke non ha risposto alle domande lasciate sulla sua pagina Facebook o messaggi lasciati a casa della famiglia Montana. Né Jennifer Detlefsen, figlia della Zinkes e tesoriere della fondazione, né lo studio legale della fondazione di Frampton Purdy Law, hanno risposto alle domande. In Whitefish, il piano per utilizzare la terra che è stata donata alla fondazione Zinkes come parco pubblico per promuovere lo sviluppo privato colpisce i residenti come una sorpresa. “Non sono mai state chiare esattamente quali siano le sue intenzioni per il posto”, ha detto Steve Thompson, che vive vicino al parco e ha sostenuto Zinke all’inizio della sua carriera, ma da allora si è disilluso.

Ha descritto lo stato attuale della terra come “una specie di grande pozzanghera”. Il coinvolgimento della famiglia del segretario interno in un progetto multimiliardario finanziato dal presidente di un gigante dei servizi energetici – ha rivelato qui per la prima volta Time – è pieno di conflitti di interesse, dicono gli esperti di etica, soprattutto perché il lavoro di Zinke come segretario interno lo rende il custode di oltre 500 milioni di ettari di terra pubblica e capo di un dipartimento che stabilisce gli standard tecnici e di sicurezza per condutture e perforazioni. E’ la più grande compagnia americana di servizi petroliferi, perforazione di pozzi e piattaforme.

Si tratterà di beneficiare di qualsiasi nuova esplorazione di petrolio e gas su suolo pubblico o in mare aperto – qualcosa che l’amministrazione Trump ha promesso di promuovere – e la compagnia intrattiene frequenti rapporti con il Dipartimento degli Interni nella sua capacità normativa. Ad esempio, le rivelazioni federali mostrano che Halliburton è in Il lobbista della casa si è incontrato ripetutamente con i funzionari interni per discutere le politiche del dipartimento sulla fratturazione idraulica, la procedura di estrazione dell’olio che alcuni studi hanno collegato alla contaminazione delle falde acquifere e ai terremoti.

Sotto Zinke, il dipartimento lo scorso anno ha annullato le regole dell’era di Obama che limitavano il fracking sulla terra federale, una decisione che andava direttamente a vantaggio di Halliburton, una delle principali compagnie di fracking al mondo.

Halliburton tra i 3 Stock energetici peggiori del 2018

Lo stock energetico medio nell’indice S & P 500 ha guadagnato il 5% nella prima metà del 2018, il che è degno di nota considerando che l’indice è aumentato solo dell’1,7% circa. Mentre le riserve petrolifere hanno guidato l’accusa grazie in parte ai prezzi del greggio arroventati, anche molti non produttori hanno avuto una prima metà forte. Tuttavia, quella marea crescente non ha sollevato tutte le barche; le riserve di diversi produttori di petrolio hanno perso valore. Allo stesso modo, una manciata di non produttori ha sottoperformato, guidata da questo trio:

  • Halliburton (NYSE:HAL): -9%, Oilfield services
  • Williams Companies (NYSE:WMB): -12.4%, Pipelines
  • Cabot Oil & Gas (NYSE:COG): -17.8%, Natural gas producer

Vediamoli tutti e 3 da vicino:

Halliburton

I prezzi del petrolio più alti non hanno ancora alimentato ulteriori perforazioni. Tuttavia, nel 2018 Halliburton sembrava partire bene.

A gennaio, il colosso dei servizi petroliferi ha pubblicato solidi numeri del quarto trimestre e ha fornito una previsione rialzista per il 2018, che ha inviato le sue scorte Tuttavia, questo ottimismo ha iniziato a peggiorare man mano che il primo trimestre si era esaurito. A metà febbraio, la società ha annunciato che a causa di problemi meteorologici, si sono verificati dei problemi con l’utilizzo della sabbia per il fracking, il che avrebbe comportato la perdita delle aspettative nei risultati del primo trimestre. Nel frattempo, in tale rapporto, la società ha anche affermato che si stava verificando una crisi nel mercato del lavoro e nella catena di approvvigionamento e avrebbe dovuto assorbire tali costi.

Nel secondo trimestre sono emersi ulteriori problemi, poiché i vincoli del gasdotto nel bacino del Permiano in rapida crescita stanno costringendo i perforatori a lasciare un numero record di pozzi incompiuti, il che probabilmente avrà un impatto sulle attività di completamento di Halliburton nel breve termine. Queste questioni hanno portato diversi analisti a diventa ribassista su Halliburton. Uno di questi era BMO Capital, che ha ridotto la sua visione degli utili non solo per il 2018, ma anche per il prossimo anno. BMO ora si aspetta che Halliburton guadagni $ 2,24 per azione quest’anno e $ 2,73 nel 2019.

Tali cifre sono rispettivamente del 10% e del 20% al di sotto delle visualizzazioni iniziali, in parte a causa del previsto calo del 20% dell’attività di completamento nel bacino del Permiano fino nuovi oleodotti partiranno verso la fine del prossimo anno. Quel problema potrebbe continuare a pesare sulle azioni di Halliburton per i prossimi trimestri.

Williams Companies

Il gigante del gasdotto, Williams Companies, ha iniziato il 2018 con un inizio solido, annunciando che il suo motore di crescita è stato riavviato alla fine del 2017. La traiettoria di crescita è proseguita nel primo trimestre di quest’anno. risultati grazie alla forte dimostrazione di Williams Partners (NYSE: WPZ), la sua master limited partnership (MLP). Inoltre, la società ha osservato di aver assicurato diversi progetti di espansione ad alto rendimento negli ultimi mesi, mettendola al passo per offrire una crescita dei dividendi più alta nei prossimi anni. Williams ha ricevuto alcune notizie deludenti all’inizio dell’anno quando i regolatori hanno affermato che le MLP potrebbero non recuperare più un assegno per le imposte sul reddito come parte delle loro commissioni per il costo del servizio. Tuttavia, la società ha affrontato rapidamente quel potenziale problema accettando di acquisire tutte le unità di Williams Partners che non possedeva in una transazione che aggirerebbe il problema fiscale.

Una volta che l’accordo si chiude, dovrebbe trasformare quel vento contrario in un vento favorevole, e posizionare ulteriormente Williams per aumentare il suo dividendo attuale del 4,9% ad un ritmo elevato per i prossimi anni.

Cabot Oil & Gas

Mentre il prezzo del greggio è stato rovente quest’anno, il gas naturale si è raffreddato, crollando di circa il 20% nel corso del primo semestre. Quel sell-off ha pesato sulle quote di Cabot Oil & Gas, dal momento che fa la maggior parte del suo denaro producendo gas dal Marcellus Shale. Tuttavia, mentre il prezzo del gas è diminuito quest’anno, Cabot sta ancora guadagnando bene. Durante il primo trimestre, la società ha generato 272,9 milioni di dollari di liquidità, il che è stato più che sufficiente per finanziare il suo piano di capitale focalizzato sulla crescita, assicurandogli un flusso di cassa libero.

La società ha utilizzato tali somme in eccesso insieme ai proventi di alcune vendite di asset non core per riacquistare azioni. Cabot ha riacquistato 5 milioni di azioni lo scorso anno e ora ha l’autorizzazione a riacquistare altre 30 milioni di azioni, che rappresentano il 6,5% delle sue azioni in circolazione. Sebbene questo riacquisto non abbia contribuito a incrementare le azioni ancora quest’anno, potrebbe rivelarsi un catalizzatore che agita gli stimoli nei prossimi trimestri, visti i riacquisti simili che hanno fatto per i suoi peers produttori di petrolio.

Alcune occasioni interessanti per la seconda metà del 2018: il mercato dei giacimenti petroliferi potrebbe continuare a pesare sulle scorte di Halliburton quest’anno, i catalizzatori che causano il crollo delle compagnie Williams e Cabot Oil & Gas sembra esagerato secondo me. A causa di ciò, entrambi i titoli sembrano essere in grado di rimbalzare nella seconda metà del 2018, con la Williams in particolare che è un titolo convincente da considerare per un acquisto in questo momento.

Halliburton spiega il mancato guadagno del primo trimestre con l’aumento dei costi

Halliburton Co (HAL.N), il secondo fornitore al mondo di servizi petroliferi, ha avvertito che il suo profitto nel primo trimestre mancherebbe probabilmente alle attese degli analisti a causa dei maggiori costi e della debole domanda nei mercati al di fuori del Nord America.

Le azioni della compagnia, che prevedono maggiori entrate dalle sue operazioni terrestri negli Stati Uniti, sono aumentate dell’1% circa nei primi scambi sul New York Stock Exchange. La compagnia si aspetta che i suoi utili per azione siano in cifre singole basse nel trimestre conclusosi a marzo, l’amministratore delegato David Lesar ha detto in una teleconferenza venerdì.

Gli analisti in media prevedono guadagni di 13 centesimi per azione, secondo Thomson Reuters I / B / E / S. L’aumento dei costi è dovuto essenzialmente alla mossa della società di riattivare più apparecchiature ed espandere il suo organico, in risposta all’aumentata attività nei campi di scisto negli Stati Uniti.

“Raddoppiando questo tasso di attivazione e accelerandolo verso la metà dell’anno, in effetti stiamo caricando frontalmente la maggior parte delle entrate in entrata all’inizio dell’anno”, ha detto Lesar. Halliburton ha dichiarato che prevede di assumere oltre 2.000 impiegati a terra nelle sue operazioni terrestri negli Stati Uniti entro la fine del trimestre. La società ha anche affermato che è stata influenzata da costi più elevati per la sabbia, utilizzata per tenere aperti i pozzi dopo il fracking.

I produttori di shale hanno rapidamente incrementato le perforazioni negli ultimi sei mesi, incoraggiati da un aumento vicino al 50% dei prezzi del petrolio da febbraio 2016, quando hanno raggiunto i minimi di 13 anni. Halliburton ha dichiarato di aspettarsi le entrate del primo trimestre dalle sue operazioni terrestri statunitensi a aumento del 25% rispetto al quarto trimestre. L’attività nei mercati internazionali rimane invece lenta, e una “flessione” è improbabile fino a più tardi nel corso dell’anno, ha detto Lesar.

Halliburton cos’è

Halliburton Company è una multinazionale americana. Una delle più grandi società di servizi petroliferi al mondo, ha sedi in oltre 70 paesi. Possiede centinaia di filiali, affiliate, filiali, marchi e divisioni in tutto il mondo e impiega circa 50.000 persone.

La società ha una doppia sede situata a Houston ea Dubai, e rimane incorporata negli Stati Uniti. Il principale settore di attività di Halliburton è il gruppo di servizi energetici (ESG). Offre una vasta gamma di prodotti e servizi ai clienti di petrolio e gas a monte in tutto il mondo attraverso quattordici linee di servizi di prodotto: Lift artificiale, Cementing, Strumenti di completamento, Multi-Chem, Pipeline e servizi di processo, Miglioramento della produzione, Soluzioni di produzione, Baroid, Punte da trapano & Servizi, Software e servizi di riferimento, Sperry Drilling, Test & Subsea, Wireline & Perforating e Consulting & Project Management. L’ex sussidiaria di Halliburton, KBR, è un’importante società di costruzioni di raffinerie, giacimenti petroliferi, oleodotti e impianti chimici. Il 5 aprile 2007 la Halliburton annunciò che aveva venduto la divisione e interrotto la sua relazione societaria con KBR, che era stata la sua unità di ingegneria, costruzioni e contratti come parte della società.

La compagnia è stata coinvolta in numerose controversie, tra cui l’esplosione di Deepwater Horizon, per la quale ha acconsentito a liquidare crediti legali in sospeso nei suoi confronti pagando litiganti $ 1,1 miliardi.

La KBR, una delle consociate di Halliburton all’epoca, pagò tangenti a funzionari nigeriani di alto rango tra il 1994 e il 2004. Sotto un accordo raggiunto con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, Halliburton ha accettato di pagare $ 382 milioni per risolvere il caso di corruzione.

Jeff Miller è stato promosso Presidente di Halliburton il 1 ° agosto 2014 e CEO il 1 ° giugno 2017, in sostituzione di Dave Lesar.

Halliburton storia

Nel 1919, Erle P. Halliburton diede inizio alla New Method Oil Cementing Company. Halliburton Research Center a Duncan, in Oklahoma, la città che fu il quartier generale degli uffici di Halliburton CompanyHalliburton (Oak Park) a Westchase e a Chinatown a Houston nel 1920 , ha portato un gas selvaggio sotto controllo, usando cemento, per WG Skelly, vicino a Wilson, in Oklahoma. Il 1 ° marzo 1921, al “metodo e i mezzi per escludere l’acqua dai pozzi di petrolio” di Halliburton fu assegnato un brevetto dall’ufficio brevetti degli Stati Uniti.

Halliburton ha inventato il rivoluzionario miscelatore a getto di cemento, per eliminare la miscelazione manuale del cemento, e la linea di misurazione, uno strumento utilizzato per garantire la precisione del cemento. Nel 1922, la Halliburton Oil Well Cementing Company (HOWCO) stava prosperando grazie al boom petrolifero di Mexia, Texas, dopo aver cementato il suo 500 ° pozzo alla fine dell’estate. Nel 1924, la società fu incorporata nel Delaware, con 56 persone sul suo libro paga . Lo stock della società era di proprietà di Erle e Vida Halliburton e di sette grandi compagnie petrolifere: Magnolia, Texas, Gulf, Humble, Sun, Pure e Atlantic.

Nel 1926, la sua prima impresa straniera iniziò con la vendita di attrezzature in Birmania e India. Durante gli anni ’30 e ’40, Halliburton continuò a cementare attraverso l’America. Nel 1938, Halliburton cementò il suo primo pozzo offshore usando un camion su una chiatta al largo della costa della Louisiana. Nel 1940, Halliburton aprì uffici in Venezuela e introdusse la movimentazione di massa di cemento nell’industria. Nel 1947 entrò in servizio la prima nave per cemento marino Halliburton. Nel 1951, Halliburton apparve per la prima volta in Europa come Halliburton Italiana SpA, una consociata interamente controllata in Italia.

Nei sette anni successivi, Halliburton lanciò la Halliburton Company Germany GmbH, aprì le sue attività in Argentina e fondò una filiale in Inghilterra. Nel 1951, HOWCO aveva centri di servizio operativi in Canada, Venezuela, Perù, Colombia, Arabia Saudita e Indonesia. I ricavi di Halliburton superarono $ 100 milioni per la prima volta nel 1952. Erle P. Halliburton morì a Los Angeles nel 1957. HOWCO ha attualmente un valore di $ 190 milioni con campi in tutto il mondo.

Lo stesso anno, HOWCO acquistò Welex, che fu pioniere della perforazione a gett. Otis Engineering, società di servizi e attrezzature per il settore petrolifero specializzata nella produzione di attrezzature per il controllo della pressione per pozzi di produzione di petrolio e gas, è stata acquisita nel 1959.

Il 5 luglio 1961, la società cambiò il proprio nome in Halliburton Company. Nel 1963, Halliburton fu la prima compagnia in Oklahoma a ricevere la “E” presidenziale per la bandiera Export in riconoscimento di notevoli contributi al commercio estero. Halliburton aprì un centro produttivo di 46.000 m2 a Duncan, in Oklahoma, in 1964. La società iniziò a sperimentare nuove tecnologie per aiutare i loro servizi – ad esempio, a partire dal 1965, un’operazione pilota di un sistema di reti informatiche – la prima di tali installazioni nel settore dei servizi petroliferi.

Nel 1966, i lavoratori aprirono il terreno per una nuova ala nel Centro di Ricerca di Duncan che triplicò lo spazio disponibile per il Dipartimento di Ricerca e Progettazione Chimica. Nel 1968, un sistema di miscelazione automatizzato per il fango di perforazione fu sviluppato da Halliburton, principalmente per l’uso in mare aperto. Gearhart Industries (acquisita da Halliburton Energy Services nel 1989) introdusse il primo sistema di registrazione di computer digitali nel 1974. Nel 1969, Halliburton iniziò la costruzione di un campo base a Prudhoe Bay sulla North Slope dell’Alaska.

Nel 1975, rispose alle preoccupazioni ambientali lavorando con la società non governativa Clean Gulf Associates per contenere e ripulire le fuoriuscite di petrolio. Nel 1976, Halliburton fondò l’Halliburton Energy Institute a Duncan, in Oklahoma, per fornire un forum di settore per la diffusione di informazioni tecniche.

Il miliardesimo sacco di cemento dell’azienda per i clienti è stato pompato nel 1983. Nel 1989, Halliburton acquisì la società specializzata nella registrazione e perforazione di Gearhart Industries e la combinò con la sua controllata Welex per formare Halliburton Logging Services. Durante gli anni ’80, le filiali di Halliburton continuarono i loro progetti in tutto il mondo (sotto la gestione dell’ex CEO Brian Darcy) anche in paesi una volta considerati nemici. L’equipaggiamento è stato fornito per la prima alla piattaforma multiwell offshore in Cina, e un team di Otis Engineering ha controllato un gigantesco scoppio del campo di Tengiz in Unione Sovietica.

Dopo la fine dell’operazione Desert Storm nel febbraio 1991, il Pentagono, guidato dall’allora segretario alla Difesa Dick Cheney, pagò alla controllata di Halliburton Brown & Root Services più di $ 8,5 milioni per studiare l’uso di forze militari private con soldati americani nelle zone di combattimento. Gli equipaggi di Halliburton hanno anche contribuito a portare 725 pozzi di petrolio in fiamme sotto controllo in Kuwait.

Nel 1995, Cheney sostituì Thomas H. Cruikshank, come presidente e amministratore delegato. Cruikshank era al servizio dal 1989.

Agli inizi degli anni ’90, Halliburton è stato trovato in violazione delle barriere commerciali federali in Iraq e Libia, avendo venduto questi impianti di trivellazione petrolifera a doppio uso e, attraverso la sua ex filiale, Halliburton Logging Services, inviando sei generatori di neutroni a impulsi alla Libia. Dopo essersi dichiarato colpevole, la società è stata multata per $ 1,2 milioni, con altri $ 2,61 milioni di sanzioni.

Durante il conflitto dei Balcani negli anni ’90, Kellogg Brown-Root (KBR) sostenne le forze di mantenimento della pace degli Stati Uniti in Bosnia ed Erzegovina, Croazia e Ungheria con cibo, lavanderia, trasporti e altri servizi di gestione del ciclo di vita.

Nel 1998, Halliburton si è fusa con Dresser Industries, che includeva Kellogg. Prescott Bush era un direttore di Dresser Industries, che ora fa parte di Halliburton; suo figlio, l’ex presidente George H. W. Bush, ha lavorato per Dresser Industries in diverse posizioni dal 1948 al 1951, prima di fondare la Zapata Corporation.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY