Come si fa a guadagnare con youtube?

guadagnare con youtube

In molti sono alla ricerca di una seconda entrata dal web. Si può arrotondare in tanti modi, con un ebook o con un blog per esempio, ma uno dei metodi che ha fatto più scalpore è grazie a Youtube. Si può infatti guadagnare con Youtube attraverso le visualizzazioni dei propri video che si andranno a caricare. Perché si dice più scalpore? Perché ad esempio ragazzini di 12-14 anni, grazie all’upload quotidiano di video di gameplay al limite della decenza, sono riuscite a crearsi in maniera precoce un’entrata fissa e stabile e a fare soldi quasi per gioco. Tuttavia, questo fenomeno non va assolutamente denigrato, ma anzi, va studiato approfonditamente e cercato di replicare in tutto e per tutto.

Guadagnare con Youtube grazie alla pubblicità

Come in molti altri sistemi, c’è sempre un publisher e un advertiser. Chi ha il traffico può assolvere la prima funzione e guadagnare grazie agli advertiser che andranno a pubblicizzare ciò che vogliono grazie ad un audience targhettizzata creata dal publisher stesso che in questo caso è Youtube. Youtube, che dal 2010 ha deciso appunto di aggiungere la possibilità di inserire pubblicità nei propri video e di farla quindi apparire in maniera automatica prima di ogni caricamento. guadagnare con youtube

Quindi come funziona? Come si può guadagnare con Youtube?

Si pubblica un video e più visualizzazioni si ricevono, più soldi si fanno, perché semplicemente avere un maggior numero di views incrementa le possibilità che quell’ads venga cliccata da ogni singolo utente di quel pubblico specifico. Requisito fondamentale è quello di possedere un account di Google AdSense e dopo di questo bisognerà sottoscrivere la domanda di iscrizione per ottenere la partnership dal sito di video più noto al mondo.

In pratica cosa bisogna fare una volta ricevuto il via libera per la partnership?

Semplicemente bisognerà andare a caricare un video e sottoporlo all’attenzione dello staff di Youtube. Se verrà approvato e quindi considerato innocuo per quanto riguarda eventuali emulazioni e non va a violare il copyright in nessun modo (ad esempio con tracce audio scaricate in maniera pirata) si potrà richiedere l’inserimento della pubblicità generata automaticamente all’inizio del filmato. I guadagni, in media, secondo gli esperti del settore corrispondono a 1 dollaro ogni 100 visualizzazioni circa. Ecco perché è davvero interessante questo business. Non pensate di dover diventare ultra famosi e raggiungere chissà quali numeri. Basta semplicemente avere un pubblico, anche ristretto che segue il nostro canale con costanza e attenzione per riuscire a ricevere questa buona e non indifferente dose di introiti. Il guadagno è però variabile ossia è dato da una parte dalle impressions e quindi dalle semplici visualizzazioni (che in media generano profitti più bassi), dall’altra, è dato dai click sul singolo annuncio e infatti saranno questi stessi a far impennare le entrate.

Bisogna però fare attenzione al regime fiscale, infatti, bisognerà capire come muoversi fiscalmente qualora riuscissimo a generarci questa seconda entrata o addirittura questa seconda rendita.

Come sfruttare Youtube per promuovere il tuo business

Guadagnare con Youtube può essere inteso anche come una duplice accezione, infatti può aiutarci anche a livello di SEO per indicizzare meglio un nostro sito web e promuovere i nostri prodotti riuscendo così a guadagnare di più. Ogni volta che si effettua una ricerca su un determinato argomento, Google tra i risultati in prima pagina può mostrare anche dei video da Youtube che non devono necessariamente avere tante visualizzazioni, ma l’importante è che siano in linea con il contenuto che stiamo cercando. Ecco in questo caso, qualora tu possedessi un blog e stessi cercando di indicizzarlo, puoi guadagnare posizione sui principali risultati della SERP creando un tuo canale Youtube ed iniziando a caricarci dei video che parlino del tuo prodotto.

LEAVE A REPLY