Anche la Grecia ha il suo Movimento 5 Stelle

grecia-crisi-dracma

Beppe Grillo e il suo Movimento 5 Stelle da “partito” (virgolettato ad uso dei puristi) si stanno evolvendo in un vero e proprio brand esportabile in giro per l’Europa. A conferma di ciò, basti dare un’occhiata a quanto sta accadendo in Grecia, dove Theodoros Katsanevas, ex genero del più noto Andreas Papandreu, ha lanciato il movimento “Dracma 5 Stelle”.

Un non-partito, movimento ibrido, che fin dal nome sembra avere un’idea molto chiara: proporre un referendum per l’uscita dall’euro, respingendo così le misure restrittive imposte duramente dalla troika, e rilanciando i concetti di orgoglio nazionale e di giustizia sociale. Con un’unica differenza: contrariamente a Beppe Grillo, Katsanevas conosce bene il funzionamento del Parlamento greco, essendo lui stesso un ex parlamentare.

Non solo: Katsanevas è stato sposato con Sofia Papandreu, figlia del già ricordato Andreas, avendo così fatto parte di una delle famiglie più potenti della Grecia. Come se non bastasse, Katsanevas è stato uno dei fondatori del Pasok, ed è stato parlamentare per 15 anni.

Ad ogni modo, per cercare di raggiungere il suo obiettivo, Katsanevas sembra essersi preparato al meglio, costituendo un team di 200 professori, economisti e intellettuali, accomunati dall’unico intento di spingere nel burrone la moneta unica, e riabbracciare la tanto cara e decantata Dracma.

Difficile – ma non impossibile – che il Dracma 5 Stelle possa avere lo stesso successo di Beppe Grillo e del suo più consolidato M5S. Se così fosse, il Dracma 5 Stelle diventerebbe comunque di gran lunga il primo partito del Paese, visto e considerato che nè il centro destra di Nea Demokratia (cui vengono attribuite il 20 per cento delle preferenze), nè la sinistra radicale di Syriza (circa il 19 per cento) si avvicinerebbero ai 25 – 28 punti percentuali ipotizzati.

Cosa accadrà allora in Grecia? Secondo gli analisti, il Dracma 5 Stelle non riuscirà a replicare il successo italiano, e naufragherà in singola cifra. Eppure, dalle parti di Atene c’è chi gongola nel riscontrare il notevole successo di queste prime settimane di vita del movimento. Che sia la nascita di una partito grillino internazionale?