Grayscale: cos’è?, recensione completa Bitcoin Trust

Come funziona Grayscale? Conviene usare Grayscale?

Il settore delle criptovalute sta sfornando novità in continuazione, in relazione al fermento che da sempre segue questo mondo fin dalla sua nascita. Avvenuta nel 2008 grazie a Satoshi Nakamoto, ancora oggi ignoto.

Sempre nuove piattaforme che offrono soluzioni di guadagno e gestione delle criptovalute si affacciano e tra queste dobbiamo annotare Grayscale.

In questa guida completa su Grayscale cercheremo di capirne di più e le migliori alternative.

Se volete investire sulle criptovalute, la soluzione più conveniente è quella dei contratti CFD. Con i broker regolamentati si può, infatti, negoziare sull'andamento del prezzo. Ad esempio OBRinvest (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin.Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Tra le piattaforme migliori per investire in criptovalute vi segnaliamo le seguenti:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFD su Bitcoin e CriptovaluteSegnali gratuitiISCRIVITI
Social trading
*75% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovaluteISCRIVITI
CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Grayscale Cos’è

Cos’è Grayscale? Si tratta di una piattaforma online, la quale offre una serie di servizi ed offerte riguardo le principali criptovalute.

Questi i principali servizi offerti da Grayscale:

  • [GBTC] Grayscale Bitcoin Trust
  • [ETHE] Grayscale Ethereum Trust
  • [BCHG] associato a Grayscale Bitcoin Cash Trust

Si tratta, in sostanza, di veicoli di investimento per investire in valute digitali a mo’ di titolo legato al fondo, sebbene molto differenti agli investimenti tradizionali.

Come funziona Grayscale?

Tramite Grayscale, gli investitori hanno accesso alle maggiori criptovalute mondiali, senza però diventare titolari fisici dello strumento. Il valore delle azioni finisce per riflettere quello degli assets digitali al netto di spese e commissioni.

Interessante è poi la sezione “diversificazione”, con un fondo ad esposizione diversificata: il Grayscale Digital Large Cap Fund.

Gli strumenti vengono quotati nell’OTCQX e sono esposti con gli indici prima elencati.

Tali strumenti non sono però considerati alla stregua degli ETF.

La società dietro il progetto è la Grayscale Investment, LCC [nota anche in modo ridotto come Grayscale].

Il personaggio principale dietro il progetto è Barry Silbert, ideatore di DCG, già noto nel settore crypto per aver contribuito a molti progetti sempre collegati al mondo delle criptovalute o comunque alla Finanza Decentralizzata (DeFi).

👍 Cos’ è?Piattaforma online che offre servizi legati alle criptovalute ai suoi investitori.
💻 CaratteristicheDecentralizzazione e scalabilità
💰Servizi offerti[GBTC] Grayscale Bitcoin Trust
🥇Migliore piattaforma per criptovaluteeToro
🥇Miglior exchange per criptovaluteBinance

Grayscale: cosa offre

Tra gli aspetti principali della proposta di Grayscale, ricordiamo i vantaggi dal punto di vista fiscale. Dato che offre l’opportunità di possedere GBTC in appositi conti IRA, Roth IRA ed altri conti intermediari.

Bene anche la sicurezza proposta agli utenti. Si parla infatti di sistemi di archiviazione delle risorse di ultima generazione basati su archivi “cold”. Gestiti da depositari professionali ed autorizzati.

Ed ancora, è possibile operare con “azioni” associate agli assets, senza doverli archiviare fisicamente. E’ ciò è un vantaggio riguardo le violazioni informatiche evitate o perdite delle chiavi associate ai propri wallet digitali. Tra i problemi più diffusi per chi possiede criptovalute.

Tuttavia, è bene ricordare come gli stessi prodotti di investimento siano messi a disposizione solo per investitori istituzionali ed accreditati. Con tanto di requisiti patrimoniali ed economici richiesti per poter effettivamente essere considerato un investitore accreditato vero e proprio.

Quindi, per chi ha pochi capitali risulta alquanto difficile utilizzare questa formula. Per i quali, essendo trader retails, è sempre meglio operare con i Contract for difference. Meglio noti con l’acronimo CFD. Nel corso di questo articolo vedremo meglio cosa si intende per essi.

Cos’è il Grayscale Bitcoin Trust (GBT)?

Si tratta di un prodotto finanziario che permette di investire nelle valute digitali.

Si riferiscono alle azioni del fondo Grayscale Bitcoin Trust, riflettente i prezzi del Bitcoin.

Il titolo risulta comunque approvato dalla SEC, l’organismo di vigilanza sui mercati finanziari degli Stati Uniti, e permette di esporsi sul mercato di BTC anche per quegli investitori che non possono investire su mercati o asset non regolamentati.

Questo strumento ha fatto il suo debutto il 25 settembre 2013 con il nome di Bitcoin Investment Trust, nelle vesti di collocamento privato per investitori accreditati. Ottenendo anche l’approvazione della FINRA per i titoli idonei alla negoziazione pubblica.

Non si tratta di un ETF, ma ne imita comunque la formula. In particolare, la società emittente cita come modello lo SPDR Gold Trust, quindi un ETF con sottostante fisico.

GBTC è quotato sul mercato over-the-counter OTCQX, ed ha una capitalizzazione di oltre 2,6 miliardi di dollari. L’investimento minimo richiesto è di 50mila $, con una commissione annuale del 2,0% che matura giorno per giorno.

Conserva in modo sicuro i BTC, giacché l’acquisto, la vendita e lo scambio riguardano le azioni e non i bitcoin. I quali invece sono conservati in un sistema di sicurezza con standard elevati e assicurati.

Il titolo Grayscale Bitcoin Trust è disponibile come qualsiasi titolo statunitense ed è negoziabile mediante una società di intermediazione.

Le critiche maggiori mosse a questo strumento finanziario riguardano il pagamento di premi e commissioni elevate, ma ciò è dovuto al fatto che, essendo ad oggi l’unico fondo di questo tipo, agli investitori viene chiesto un premio elevato.

Per fare un esempio, a settembre 2018 le azioni GBTC venivano scambiate ad un valore del 20% superiore al valore dei BTC conservati all’interno del Trust.

Anche di recente si è verificato qualcosa di simile.

Resta comunque un mercato con volumi di scambio limitati, che di recente girano intorno agli 8 milioni di dollari giornalieri. Dunque, non hanno attratto un importante numero di investitori istituzionali.

Basti pensare che altri strumenti, come i future su bitcoin del CME o i future di Bakkt sono superiori in termini di volumi di scambio. Il primo in modo molto evidente, il secondo meno.

Alternative per negoziare sulle criptovalute in sicurezza

Se le proposte di Grayscale non ti aggradano, ci sono tante alternative migliori.

A nostro avviso, la migliore in assoluto resta il trading CFD, poiché ti permette di acquistare criptovalute senza possederle direttamente. E di speculare sul loro prezzo sia al rialzo che al ribasso.

Questi i principali broker dove è possibile:

  • eToro: questa piattaforma si propone sia come broker CFD che come Exchange o semplice wallet. Quindi puoi investire sulle criptovalute come vuoi, contando su un sito che ha licenza per operare, costi bassi ed elevati standard di sicurezza anti-hacker. Puoi anche decidere di copiare i trader migliori col CopyTrader.
  • sc name=”obrinvest-link” landing=”l_Criptovalute” anchor=”OBRinvest” pos=”parBroker”]: la piattaforma ha regolare licenza, costi ridotti, tanti servizi che ti consentono di imparare il trading e le criptovalute a livello teorico e pratico. Puoi contare anche sui suggerimenti degli esperti di Trading central, inviati sotto forma di segnali di trading via sms.
  • Plus500: il broker opera da anni sempre con lo stesso livello di stima e di fiducia, tanto da essere diventato sponsor di molte squadre di calcio. Oltre ad avere regolari licenze. Bene anche qui sul piano spread e commissioni. Potrai ottenere assistenza tramite una live chat integrata alla piattaforma. E i suggerimenti via mail con un alert da attivare.
  • Capital.com: broker che ogni anno riceve premi per le piattaforme innovative che offre ai trader, integrate anche con l’intelligenza artificiale. Inoltre, potrai contare su oltre 70 indicatori ed oscillatori di trading, e potrai fare pratica con una app dedicata appositamente allo scopo, chiamata Investmate. In alcuni casi, gli spreads arrivano anche a 0.0 pips.

Grayscale commissioni

Se con i broker prima menzionati i costi sono molto ridotti, con Grayscale giungiamo alle note dolenti.

Su questa piattaforma, infatti, ogni singolo prodotto è associato ad una specifica percentuale di commissione. Oltretutto annuale e riferita al servizio di amministrazione e di custodia.

Per i singoli strumenti, poi, sono previste commissioni variabili. Ma su questo punto è sempre meglio riferirsi alla pagina ufficiale, perché generalmente sono oggetti di modifiche.

Quindi, come accade quando si confronta i broker CFD con le banche, alla fine una delle differenze principali, oltre alla miriade di servizi offerti dai primi, la fanno sempre le commissioni di trading.

Grayscale: quale criptovalute offre?

Le criptovalute offerte da Grayscale sono moltissime e per l’elenco completo rimandiamo al sito ufficiale.Recentemente ne ha aggiunte alcune.

Occorre però aggiungere che proprio di recente ha inserito nell’elenco altre criptovalute emergenti, quali:

  • 1Inch
  • Curve
  • Bancor
  • ICP
  • Kava
  • NEAR
  • Polygon Matic
  • UMA
  • Solana
  • Basic Attention Token, Chainlink
  • Decentraland
  • Filecoin
  • Livepeer

Grayscale Opinioni e recensioni

In Italia Grayscale viene ancora scarsamente considerato. Vuoi perché, come da tradizione nel nostro paese rispetto alle novità, le stesse criptovalute siano ancora poco conosciute e sondate per gli investimenti (con molti che le scambiano ancora pericolosamente come un gioco, finendo irretiti in truffe varie ed eventuali), vuoi perché si preferisce puntare o al trading CFD o alle tradizionali banche.

Grayscale, come altre proposte simili, si pone più come una via di mezzo, offrendo fondi simili ad ETF pur non avendone poi i vantaggi e le caratteristiche peculiari.

Resta poi la questione delle commissioni, alquanto elevate.

Ciò fa di questo strumento ancora limitato tra pochi investitori istituzionali.

Domande frequenti su Grayscale

Cos’è Grayscale?

Si tratta di veicoli di investimento per investire in valute digitali come fossero un titolo legato al fondo, sebbene molto differenti agli investimenti tradizionali.

Tramite Grayscale, gli investitori hanno accesso alle maggiori criptovalute mondiali, senza però diventare titolari fisici dello strumento.

Conviene investire in Grayscale?

Le commissioni alte e il fatto che si tratti soprattutto di fondi simili concettualmente agli ETF, ma di fatto non con gli stessi vantaggi, allontanano molti da questo investimento. Sia trader retails che istituzionali.

Quali sono le migliori alternative a Grayscale?

I broker CFD si presentano l’alternativa migliore sia per i trader retails che per quelli istituzionali (cioè chi investe somme basse o somme elevate). Dato che prevedono profili diversi a seconda dei casi.

Puoi provare eToro e OBRinvest per citare due dei marchi più famosi.

Grayscale - Caratteristiche

Conclusioni

Grayscale è una piattaforma che consente di investire sulle criptovalute sotto forma di fondi di investimento.

Malgrado la quasi decennale attività, però, ad oggi la piattaforma non gira ancora su grandi numeri. Complice forse le commissioni elevate che allontanano i trader retails oppure le condizioni poco attrattive per chi ha capitali elevati (i cosiddetti trader istituzionali).

Le migliori alternative all’offerta di Grayscale sono i broker CFD.